Thierry Neuville, Rally di Croazia 2021

WRC: Thierry Neuville si conferma ledader del day 1

Il day1 del Croatia Rally, terzo appuntamento stagione del WRC, si chiude con Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe al comando delle operazioni. L’equipaggio belga, ha preso la testa della classifica fin dalla prima prova di giornata per rafforzare il vantaggio nel primo loop di prove e poi difenderlo nel secondo giro, quando le Toyota sono tornate prepotentemente in gara. Una gara attenta quella del belga, con un piccolo brivido dettato da un piccolo errore nel finale di giornata, per fortuna senza alcuna conseguenza per l’alfiere Hyundai.

Il protagonista del secondo giro di prove è stato Sébastien Ogier, autore di tre scratch (601 le prove vinte in carriera dal francese) che si porta al secondo posto a soli 7”7 dal battistrada. Alle spalle del sette volte campione del mondo, troviamo la seconda Yaris WRC in gara, quella del gallese Elfyn Evans, che paga appena 0″3 dal compagno di squadra e 8” dal leader della gara. Distacchi più marcati per il resto del plotone, con Ott Tanak (Hyundai I20 WRC) quarto in classifica a 31”9, per l’estone una giornata sottotono, salvata in piccola parte dallo scratch sulla PS5.

Quinta piazza per Craig Breen (Hyundai I20 WRC), che tornava a correre su asfalto con una vetture WRC dopo quattro anni di assenza, sesta posizione per Adrien Fourmaux (Ford Fiesta WRC) che senza girarci attorno è l’uomo del giorno. Il francese al suo debutto con una vettura WRC (se si esclude il Rallylegend) ha fatto segnare tempi di assoluto rilievo, tra cui un quinto tempo sull’ultima prova di giornata.

Prestazione finalmente positiva per Gus Greensmith (Ford Fiesta WRC), che sembra aver recuperato un po’ di fiducia, dopo le due prestazioni poco brillanti al Monte-Carlo e in Svezia. Ottava piazza per Pierre-Loius Loubet (Hyundai I20 WRC – 2C Competition), seguito al nono posto dal nipponico Takamoto Katsuta (Toyota Yaris WRC). Non ripartirà Kalle Rovanpera, troppi i danni riportati dalla Yaris WRC.

Bellissima battaglia nel WRC2, tra Mads Ostberg (Citroen C3 Rally2) e Nikolay Gryazin (Volkswagen Polo GTi R5), i due sono separati da appena 7”8. Presumibilmente la battaglia per il successo sarà tra loro due, visto che Teemu Suninen (Ford Fiesta Rally2) è incappato in un’uscita di strada che gli ha fatto perdere oltre 30”, mentre Andreas Mikkelsen (Skoda Fabia Rally2) paga oltre 30′ di ritardo, causa rottura della sospensione. Quinta piazza per il nostro Enrico Brazzoli. Sfida apertissima anche nel WRC3, con Yoan Rossel (Citreon C3 Rally2) che comanda la classifica con 2”2 di vantaggio su Kajto (Skoda Fabia Rally2), mentre la terza posizione è occupata dal veloce austriaco Niki Mayr-Melnholf (Ford Fiesta Rally2).