Ott Tanak, Ypres Rally

WRC, Rally di Ypres: la riscossa di Ott Tänak

La situazione nel Campionato Costruttori rimane invariata, con la squadra Hyundai Motorsport ancora a 88 punti di distacco da Toyota Gazoo Racing. ”Vincere è stata una grande sorpresa, più o meno la stessa che abbiamo avuto in Finlandia”, ha detto Tänak.

Ott Tänak ha conquistato il successo assoluto al Rally di Ypres, facendo segnare la seconda vittoria consecutiva nel WRC 2022. Il pilota estone ha ereditato il primo posto alla fine del penultimo giorno, quando il compagno di squadra della Hyundai i20 N e precedente leader Thierry Neuville è andato a finire in un fosso, mandando in frantumi ogni speranza.

Tänak – vincitore del Secto Rally Finland all’inizio di agosto – ha portato il distacco su Elfyn Evans a 8″2 nell’ultima tappa di domenica, che comprendeva quattro brevi prove su asfalto nella regione delle Fiandre. Evans non era arrendevole e ha combattuto. E’ stato veloce nelle due PS iniziali, ma non è stato in grado di staccare davvero gli avversari.

Una storia simile la si è vista nel pomeriggio e, nonostante abbia superato di 2″2 secondi il rivale nel finale, il gallese non è stato mai in grado di gestire Tänak, che ha preso il largo con 5″0 di vantaggio. Questo successo porta Tänak dietro al leader del campionato Kalle Rovanperä – che ha distrutto la Yaris venerdì mattina – di 72 punti. Il 21enne finlandese ha recuperato cinque punti bonus nella Power Stage e rimane sulla buona strada per diventare il più giovane campione WRC della storia.

La situazione nel Campionato Costruttori rimane invariata, con la squadra Hyundai Motorsport ancora a 88 punti di distacco da Toyota Gazoo Racing. “Vincere è stata una grande sorpresa, più o meno la stessa che abbiamo avuto in Finlandia”, ha detto Tänak. “Non ce lo aspettavamo, ma in qualche modo siamo riusciti a mettere insieme tutti i pezzi durante il rally. È fantastico vedere che stanno arrivando dei buoni risultati, ma c’è tanto da migliorare e potremmo essere ancora molto più forti, quindi c’è ancora del lavoro da fare”, ha aggiunto.

Oliver Solberg, Ypres Rally
Oliver Solberg, Ypres Rally

Evans è di nuovo alle prese con il ciò che avrebbe potuto essere ma non è stato. Venerdì ha regalato secondi preziosi quando una foratura lo ha costretto a utilizzare una gomma da bagnato su asciutto. È stato anche gravato da una penalità di 10″ per essere arrivato in ritardo al via della PS8. Senza questi problemi, il risultato avrebbe potuto essere diverso.

Esapekka Lappi è salito sul podio assicurandosi un solitario terzo posto al termine di un weekend senza problemi in cui la scelta sbagliata delle gomme del venerdì è stata l’unico vero ostacolo sulla strada. Ha seguito Evans di 1’36″6 e ha mantenuto un enorme vantaggio di 1’46″9 sul giovane Oliver Solberg, che ha ottenuto il miglior risultato in carriera cancellando tutti i ricordi del suo ritiro anticipato in Finlandia.

Solberg ha vissuto uno stallo iniziale con Adrien Fourmaux di M-Sport Ford. Tuttavia, il pilota Puma ha avuto problemi nella penultima tappa, consentendo a chi era dietro di guadagnare una posizione. Più di due minuti indietro c’è Takamoto Katsuta, che ha continuato il periodo di formazione ottenendo il quinto posto assoluto. Sebbene i guasti alla trasmissione e all’unità ibrida abbiano afflitto il pilota giapponese, è finito tra i primi sei in ogni gara dalla Svezia a febbraio.

Il resto della classifica comprende vetture Rally2, con il vincitore del WRC2 Stéphane Lefebvre in testa davanti ad Andreas Mikkelsen, Yohan Rossel e Chris Ingram. I piloti torneranno sulla ghiaia il mese prossimo per il leggendario EKO Acropolis Rally Greece. L’evento avrà sede a Lamia e si svolgerà dall’8 all’11 settembre.