Patterson

WRC: Patterson appenderà il casco al chiodo dopo il RallyRACC

Il RallyRACC sarà con molta probabilità l’ultima gara in carriera nel WRC per il coequiper Chris Patterson. A nulla sono serviti gli sforzi messi in atto sia da Gus Greensmith, suo attuale pilota, sia dal team M-Sport WRT per convincerlo a disputare almeno l’ACI Rally Monza. Patterson aveva già annunciato il suo ritiro dalle scene iridate al termine della stagione 2018, ma ad inizio anno le chiamate di Greensmith e di M-Sport avevano riacceso in lui la voglia di tornare nel WRC, se pur solamente per questa stagione.

Ed è proprio con il co-equiper irlandese che Greensmith ha disputato le sue migliori gare e fornito le sue più valide prestazioni da quando corre nel Mondiale, basti pensare all’ottimo quarto posto assoluto ottenuto al Safari Kenya oppure al quinto posto ottenuto in Portogallo e Grecia. Un’addio pesante per Greensmith, come lui stesso ammette ai microfoni di WRC.com: “Questo per me è un momento piuttosto triste, sapevo che il binomio con Chris sarebbe durato solamente una stagione. Questa in Spagna è la nostra ultima gara assieme”.

Al momento non è stato annunciato il sostituito per l’ACI Rally Monza, ma il favorito numero uno sembra essere Stuart Loudon che ha già navigato il britannico in occasione del Rally Italia Sardegna disputato lo scorso mese di giugno. Patterson (classe 1968) in carriera può vantare ben 143 presenze nel Mondiale WRC con 12 podi conquistati e 104 speciali vinte. Il debutto è avvenuto nel 1993 al Network Q RAC Rally con Mike Rimmel, il primo podio è arrivato nella stagione 2010 al Rally Japan con Petter Solberg. Ed è proprio con il norvegese che nell’ottobre 2012 vinse la sua ultima prova speciale in un rally iridato, in Sardegna sul crono “Gallura”.