,

WRC, Ogier: ‘Possiamo cancellare le nostre possibilità di vittoria’

Sebastien Ogier in Sardegna nella foto di Francesca Cocco

Mentre il Campionato del Mondo Rally entra nella seconda fase della stagione, gli equipaggi del Citroën Total World Rally Team, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Esapekka Lappi e Janne Ferm, si preparano ad affrontare uno degli eventi tecnicamente più impegnativi dell’anno nella cornice idilliaca della Sardegna, con il cristallo blu acqua del Mediterraneo che forma un magnifico sfondo. Dopo aver conquistato sei podi in sette gare dall’inizio dell’anno e conquistato le vittorie di tappa ad ogni gara finora disputata sulla ghiaia della C3 WRC, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia sono davvero i re della coerenza.

Ovviamente, hanno intenzione di sfruttare la loro ineguagliata competitività e incredibile abilità di gara in questo rally, dove hanno già ottenuto tre vittorie (2013, 2014 e 2015). Nonostante l’esperienza di Citroën in Sardegna, dove la squadra ha vinto cinque volte, sarà difficile ripetere l’impresa quest’anno, dato che l’equipaggio sarà il primo in ordine di venerdì e che il grip sulle strade sterrate qui migliora in modo significativo solo dopo molti passaggi. Tuttavia, confortato dal prezioso ed efficace lavoro svolto nei test con il team.

Vincerà Ogier? Lui mette le mani avanti e dice: “Partire per primi in Sardegna significa che possiamo più o meno cancellare le nostre possibilità di vittoria fin dall’inizio, visto quanto puliscono le tappe qui. E sembra che non ci sarà alcun aiuto del meteo. Senza previsione di pioggia, come l’anno scorso, sarà davvero difficile. Quindi mi aspetto un weekend difficile ma, come sempre, darò il massimo, indipendentemente dalle circostanze, e vedremo quanti punti avremo alla fine del weekend. La C3 WRC è chiaramente progredita e ho avuto un buon feeling in Portogallo. La nostra prestazione al primo giorno determinerà ancora una volta in gran parte il nostro risultato complessivo”.

Miglior performer con sei vittorie di prove speciali, inclusa la power stage, prima di finire terzi nel 2018, Esapekka Lappi e Janne Ferm si sono esibiti brillantemente con una macchina di alto livello. Il RIS, per loro, è un evento da scoprire ancora bene. I finlandesi di Citroën avranno una buona posizione nell’ordine di partenza nella sessione di venerdì (noni). Saranno quindi in grado di orientarsi sin dall’inizio e tentare di migliorare rispetto al Rally del Portogallo nella gestione della C3 WRC sulla ghiaia e garantire qui un risultato importante.

Esapekka Lappi è rilassato. Nessuna pressione addosso, dice, smentendo voci che si sarebbero diffuse nei giorni scorsi. “Abbiamo imparato la lezione del Portogallo. Per quanto riguarda la Sardegna, è un rally in cui non si può spingere a tutta, soprattutto nelle ripetizioni delle PS, perché bisogna prendersi cura della macchina e cercare di non romperla. Dato che il primo giorno partiremo in nona posizione, dovremmo in ogni caso avere un vantaggio. Sta a noi fare di tutto per conservarlo. Se manteniamo la stessa velocità in Portogallo e non commettiamo errori per tre giorni, dovremmo ottenere un buon risultato. Sono determinato a produrre una prestazione vincente. Questa è davvero la mia priorità”.