,

WRC, niente Stati Uniti nel 2025

press on regardless rally 1971)

Il Promotoer WRC punta al ritorno degli Stati Uniti nel calendario iridato ma se ne parlerà a partire dal 2026. Una scelta dettata dalla volontà di avere tutte le coperture finanziarie necessarie

S’allungano i tempi per vedere nuovamente uan gara del WRC negli Stati Uniti. Lo ha annunciato l’Event Director del Promotre WRC, Simon Larkin, secificando che “gli Stati Uniti non saranno pronti per il 2025, al 100%. Vogliamo avere un evento che abbia un impatto perché è un mercato importante, non vogliamo andarci e basta. Vogliamo assicurarci che sia un rally con finanziamenti sufficienti, ma ci vuole anche il tempo necessario per testare l’evento. Abbiamo già un grande sostegno – prosegue Larkin – da parte dello Stato che ci ospiterà, devono andare a posto solamente una parte dei finanziamenti”.

In questi ultimi mesi si è parlato molto di un ritorno del WRC negli Stati Uniti, ma finora nulla è stato confermato. Lo scorso settembre si è tenuto un evento dimostrativo che ha visto la presenza di Michèle Mouton era lì per partecipare mentre un altro rally è in programma dal 14 al 16 giugno con le stesse caratteristiche di una gara del WRC. Si ipotizza che un altro rally si svolgerà il prossimo anno con l’obiettivo di far tornare negli Stati Uniti la serie iridata a partire dal 2026.

Per cinque volte gli Stati Uniti hanno ospitato un appuntamento del WRC, l’ultima gara iridata è stata l’Olympus 1988. La gara iridata è stata organizzata in due diverse città: il Press on Regardless (gara dalla lunga storia che si svolge ancora oggi) si è svolto vicino a Detroit nel 1973 e nel 1974 mentre l’Olympus, iridato dal 1986 al 1988, aveva sede a Tacoma nello Stato di Washington.