La guida: percorso e programma del Rally di MonteCarlo

WRC: MonteCarlo guarda al 2022 senza Gap

Nonostante l’ottantanovesima edizione sia appena terminata, l’Automobile Club Monaco sta già pensando al futuro del Rally di MonteCarlo, ed in particolar modo all’edizione del 2022. Da sempre, infatti, nell’AC Monaco la progettazione è considerata una risorsa, a differenza dell’improvvisazione.

Il Rally di MonteCarlo potrebbe abbandonare la nota cittadina francese di Gap con le sue relative PS per spostarsi verso le Alpi Marittime, dipartimento francese della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Questo, almeno, è quanto emerge dalle prime dirette informazioni.

L’edizione 2021, vinta magistralmente da Sébastien Ogier e Julien Ingrassia con la Toyota Gazoo Racing, è stata la più corta della storia (non per volere degli organizzatori) e ha dovuto affrontare innumerevoli ostacoli: la pandemia da Covid-19 e le relative restrizioni, le minacce di organizzazioni ambientaliste e la tempesta che ha colpito il parco assistenza nella giornata di venerdì.

Nonostante tutto, l’Automobile Club Monaco è riuscita ad organizzare e a far andare avanti l’evento. Jean Todt, Presidente della FIA, ha notato il grande sforzo e siè complimentato con gli organizzatori per l’operato svolto.