Sébastien Ogier

WRC, Italia: nel 2022 si torna ad Alghero, ad Olbia una PS in città?

Il RIS 2022 tornerà ad Alghero, che ospiterà il parco assistenza e la cerimonia di arrivo. I tifosi sperano che, in ogni caso, Olbia e la Gallura vengano coinvolte, magari ospitando la cerimonia inaugurale della gara e qualche prova speciale. Ma c’è di più, da quanto emerge tramite DirtFish, gli organizzatori della gara starebbero vagliando anche di coinvolgere l’estremo sud dell’Isola dei Quattro Mori.

Antonio Turitto, intervistato dai colleghi di DirtFish, ha spiegato che è fondamentale coinvolgere l’intera Isola per ottenere i finanziamenti regionali, ma per la prima volta in assoluto dal 2004 (anno in cui il WRC è approdato in Sardegna) si parla di una possibile base della gara nel capoluogo regionale.

“Abbiamo deciso di tornare a Olbia quest’anno perché la gara appartiene a tutta la Sardegna e non solo ad una parte. E’ molto importante coinvolgere tutti i territori regionali, il prossimo anno torneremmo ad Alghero, ma sarà importante coinvolgere ancora Olbia. La domanda è sempre quella di come garantire all’Isola la migliore opportunità. Un’idea potrebbe essere quella di coinvolgere il sud. Non l’anno prossimo, ma perché non coinvolgere Cagliari nel prossimo futuro? Ci sono prove interessanti in quei territori, quindi il tutto potrebbe funzionare”.

Cagliari ha ospitato la cerimonia di partenza del Rally Italia Sardegna per tre volte, nel 2010 anno in cui la gara valeva per l’IRC e nel 2014 e 2015 quando unitamente alla cerimonia di partenza fu organizzata una prova spettacolo nel cuore della città. “Ricordo che funzionò bene, Cagliari oltre a essere il capoluogo regionale può contare su una popolazione di 500.000 abitanti. Nelle due prove che disputammo nel 2014 e 2015 ricordo tanti spettatori. Ma questa è solo un’idea, né abbiamo tante in mente. Al momento giusto decideremo il da farsi”.

“Nel 2020 avevamo in programma una super-speciale nelle strade di Olbia, forse la organizzeremo nel centro della città nel 2022. Una cosa è certa, ovunque vada il rally non deve mancare il mare. La cerimonia d’arrivo sarà sempre vicino a questo elemento. Dobbiamo scegliere e montare il nostro podio a pochi passi dal mare, in maniera tale che il vincitore possa tuffarsi a fine rally. E’ una bella tradizione che dobbiamo mantenere”.

RS e oltre 2021: condividiamo passione

Copertina RS e oltre giugno 2021