WRC, Belgio: Neuville allunga nel secondo giro di prove

Thierry Neuville partirà anche per l’ultima giornata del Ypres Rally da leader. Il belga sulle strade di casa ha corso una gara praticamenta perfetta, ottimo ritmo e gran passaggi, supportato finalmente a pieno dalla sua Hyundai I20 Coupé WRC.

La gara è ancora lunga – commenta il belga – ma fino a questo momento abbiamo gestito perfettamente. La vettura sta funzionando in maniera perfetta e sono molto contento delle prestazioni che sono riuscito a tirare fuori fino a questo momento. Certo quando vai flat-out è bellissimo, ma a volte bisogna saper gestire le gare.

Il suo vantaggio, quando mancano solamente quattro prove, che si disputeranno nella mattinata di domani nell’aerea di Spa, è di 10”1 sul compagno di squadra Craig Breen, che dopo un’ottimo avvio di giornata ha potuto poco dinanzi al ritorno del belga, che dalla sua ha la grandissima conoscenza del percorso. La lotta per il successo al momento pare essere ristretta ai due alfieri Hyundai Motorsport, è sarà interessante capire se dalla casa coreana partiranno ordini di squadra con il congelamento delle posizioni.

Lotta in famiglia per la terza piazza con tutti e tre i piloti Toyota Gazoo Racing coinvolti. Al momento la terza posizione è appannaggio di Elfyn Evans che è incalzato a strettissimo giro da un’ottimo Kalle Rovanpera e da un Sébastien Ogier in crescita, dopo un day1 condizionato da una foratura. Parlando di forature non possiamo non citare Ott Tanak, che è stato escluso dalla lotta per il podio da una foratura ad inizio giornata e adesso si ritrova in sesta posizione.

Nel WRC2 comanda Oliver Solberg al volante della nuova I20 Rally2, il pilota scandinavo ha dovuto lottare per tutta la giornata con problemi al sovrasterzo, alle sue spalle il compagno di squadra Jari Huttunen e in terza posizione il russo Nikolay Gryazin, tornato in gara con la formula del super rally. Stupenda, emozionante e imprevedibile la battaglia per la vittoria nel WRC3 e tra le vetture RC2 tra il locale Sébastien Bedoret e il leader del campionato Yoann Rossel, i due dopo due giorni di gara e quasi 260 chilometri di prove speciali sono divisi da appena 9 decimi di secondo.

Gino Bux comanda nel FIA R-GT precedendo la stella francese Pierre Ragues, pilota di grande esperienza, vincitore delle European Le Mans Series 2013, mentre nello Junior WRC comanda Jon Armstrong.