Esapekka Lappi

WRC 2023: arrivano Esapekka Lappi e Craig Breen

In Hyundai Motorsport hanno deciso di ingaggiare Esapekka Lappi e Craig Breen al posto di Ott Tanak e Oliver Solberg. I due piloti sono chiamati a riscattare la squadra coreana dai flop della stagione 2022. E c’è chi in squadra si augura anche un team manager…

Se rivoluzione doveva essere, pare che lo sia stata. Julien Moncet ha deciso con chi sostituirà gli uscenti Ott Tanak e Oliver Solberg per difendere in futuro i colori del Marchio della Corea nel Mondale Rally e gli ha già sottoposto i contratti. La squadra ha deciso di ingaggiare un nuovo pilota e di richiamare all'”ovile” un ex che in Hyundai si era speso tantissimo e che poi in M-Sport è rimasto “intrappolato”, seppure sia risultato il miglior pilota della formazione a noleggio di Malcolm Wilson.

Parliamo di Esapekka Lappi e di Craig Breen, che dal 2023 dovranno fare volare le problematiche i20 Rally1 insieme a Neuville e a Sardo, con l’auspicio che qualcuno non gli giochi qualche brutto “scherzo” come quelli capitati quest’anno con gli extra di corrente (sembra di parlare delle macchinine radiocomandate).

Craig Breen nell'ERC 2020, ma l'obiettivo è il WRC
WRC: Hyundai, Craig Breen

Esapekka Lappi ha appena finito la sua stagione in Toyota Gazoo Racing, squadra in cui ha corso part-time dividendosi la GR Yaris Rally1 con Sébastien Ogier. Invece, Craig Breen ha corso come prima guida in M-Sport e, senza un pilota d’esperienza su cui fare riferimento, ha dato comunque il massimo, ma ciò nonostante la stagione è stata deludente rispetto a quelle che sono realmente le sue potenzialità.

Quello di Craig sarebbe un ritorno a casa. Infatti, alla fine della stagione 2021, l’allora team manager della Hyundai lo aveva lasciato andare in Ford M-Sport dove era pilota ufficiale della squadra dei noleggi, da qui l’ironia dell’avere 2,5 Costruttori nel WRC.

Quindi, nel WRC 2023, Hyundai schiererà Thierry Neuville, Dani Sordo, Esapekka Lappi e quasi certamente Craig Breen (in alternativa Andreas Mikkelsen o Teemu Suninen). Continua a mancare un giovanissimo: che potrebbe essere il segnale di un programma a breve termine con ritiro a fine del 2024.

In edicola ogni mese tra il 5 e il 7

Copertina RS novembre 2022