Pronte le Ford Fiesta R5 2019 di M-Sport

WRC 2022, Richard Millener: avanti tutta con l’ibrido

Richard Millener, direttore del team M-Sport Ford, spinge l’acceleratore sull’ibrido nel WRC, chiedendo alla FIA di non fermare i lavori di sviluppo previsti. Millener è convinto che questa “ricetta” porterà altri team nel Mondiale Rally e non vede l’ora di vedere quali auto da rally ibride correranno nel World Rally Championship.

Millener ritiene fondamentale il passaggio del WRC ai regolamenti ibridi per il 2022 e se gli si chiede perché risponde che tutto ciò andrà a beneficio degli spettatori. Il direttore di Ford M-Sport sostiene che il campionato non debba avere ritardi nel suo cambiamento tecnologico a causa della pandemia di coronavirus.

“Dobbiamo stare un po’ ma non possiamo congelare tutto, incluse le normative, e fermarsi e aspettare”, ha detto. “Sappiamo che quest’anno e il prossimo saranno difficili. Ma dobbiamo pensare che il 2022 è ancora lontano e speriamo tutti che il mondo si rimetta in cammino per riprendersi da ciò che sta accadendo. Se ci si ferma ora, potremmo avere molti problemi in futuro”. Dinnanzi all’ibrido, Millener è entusiasta.

Ma tutto questo entusiasmo non è condiviso nel mondo del rally, a cominciar dai fan, cioè dagli appassionati che poi sono coloro che devono andare a guardare le gare. “Ho letto molti commenti in cui si sostiene che l’introduzione dell’ibrido è negativa per i rally, ma penso a quello che stiamo facendo e noi non vogliamo uccidere lo sport con l’ibrido”, ha aggiunto. Penso che l’ibrido sia in realtà qualcosa che aggiungerà davvero spettacolo e performance e aggiungerà un altro elemento alla serie”.