WRC 2022: FIA al lavoro per il nuovo calendario

Lavori in corso in FIA, dove in queste giornate si discute il calendario del WRC 2022 che potrebbe essere ancora condizionato dalla pandemia Covid-19. Al momento le gare con un posto quasi certo in calendario sono undici, mentre per i restanti due posti è lotta apertissima tra diverse candidature ufficializzate e altre che hanno il sapore dei sogni…

La stagione si aprirà come di consueto col tradizionale appuntamento del Rally Monte-Carlo, che dovrebbe abbandonare Gap per tornare nel Principato, seguito dalla Svezia, che dopo diversi tira e molla avrà una nuova sede, che (speriamo) possa garantire la giusta quantità di neve sulle prove. Conferme a pieni voti anche per la Croazia, il Portogallo, la Sardegna, l’Estonia, il Kenya, la Spagna e il Giappone. Solo una (al momento) la new-entry che dovrebbe essere il Nord Irlanda.

A queste undici gare dovrebbero aggiungersene altre due, naturalmente situazione Covid-19 permettendo, le candidate sono il Messico e Argentina per quel che riguarda il Sud-America e Australia e Nuova Zelanda per l’Oceania. Si aggiungono l’Acropoli, che una volta tornato nel giro che conta farà di tutto per restarci, Ypres, che potrebbe giocare la “carta Penasse” che farà il diavolo a quattro per tenere la sua creatura nel Mondiale Rally. Paiono scarse se non nulle le possibilità di rivedere nel circus WRC l’Arctic Finland e il Cile, mentre della candidatura USA non c’è traccia. A breve si dovrebbe avere una prima bozza di calendario, che sarà poi ufficializzato con molta probabilità il prossimo autunno.

Il prossimo numero di RallySlalom e oltre sarà in edicola dal 7 luglio

Copertina RS e oltre luglio 2021