Esapekka Lappi intervistato da WRC+ commenta l'incendio della sua auto

WRC 2021: qualcuno salvi Esapekka Lappi

Per come si prospetta, il 2021 potrebbe non sorridere ad Esapekka Lappi. Appiedato da Citroen nel 2019 e atterrato in M-Sport per il 2020, il giovane e forte pilota finlandese rischia di essere messo all’angolo. Hyundai Motorsport sostiene di avere la formazione al gran completo e Tommi Makinen è l’unico che potrebbe fare miracoli.

Il pilota finlandese ha confermato a Monza di non avere un sedile per il 2021 e neppure una prospettiva. Ha aggiunto anche che, per come stanno attualmente le cose, non prevede di essere al via del Rally di MonteCarlo.

Peccato: con la crisi che sta attanagliando anche il settore dell’automotive e del motorsport, piloti di talento come lui, come Andreas Mikkelsen e come Hayden Paddon, ma anche come Jari-Matti Latvala, rischiano di finire nel dimenticatoio e di essere diventati troppo “vecchi” tra un paio di anni. E se per Jari-Matti potrebbe anche essere ora, per quanto possa ancora dare tanto ai rally, per Lappi, Mikkelsen e Paddon è ancora troppo presto. Ma soprattutto per Lappi.