Dani Sordo il migliore del Day 1 a Monza, ma che fatica!

WRC 2021: Lapponia Ypres e Monza e il Monte senza la notte

Le spiacevoli notizie sul fronte 2021 si susseguono velocemente anche per il WRC, ma ci sono pure degli spiragli di luce. Il programma annunciato è stato profondamente rivisto prima ancora che la serie iridata prenda il via. Il Rally di MonteCarlo, in programma a fine gennaio, si disputerà, ma la gara potrebbe addirittura essere spostata di data per consentire l’inizio delle vaccinazioni di massa.

Ovviamente, il percorso sarà “smart”, sulla falsariga di ciò che abbiamo visto nel 2020, senza speciali in notturna (per rispettare il coprifuoco). Ma soprattutto niente pubblico né in montagna né al parco assistenza. Rally che non sembrano più rally. Lontani dallo spirito di convivialità di questo mitico evento.

La neve manca in Svezia dove, oggi ne abbiamo ricevuto la conferma, gli organizzatori hanno deciso di gettare la spugna in segno di resa. Per evitare di ritrovarsi nella stessa situazione di inizio anno con una gara interrotta a metà del proprio percorso per mancanza di fiocchi di neve e ghiaccio, ma anche perché il protocollo sanitario istituito nel Paese è molto più restrittivo anche dell’Italia e non sarebbe possibile avere il sostegno finanziario del pubblico. Il Rally di Svezia sarà sostituito, probabilmente, da una gara in Lapponia, organizzata dagli stessi organizzatori dell’Artic Rally.

Nel nuovo calendario 2021 ci sarà il Rally GB, l’alternativa dell’Irlanda non ha ricevuto le dovute autorizzazioni dal Governo, ma soprattutto mancherà il Kenya. Già rinviato nel 2021, il ritorno del rally africano nel WRC non è possibile vista l’attuale grave situazione sanitaria in cui versa il Paese.

Non a caso, il Promoter e la FIA avevano già fiutato il problema e lo avevano programmato a fine giugno, nella tradizionale data di Ypres che quindi a questo punto, Covid-19 permettendo, andrebbe a sostituire la corsa africana. Secondo il quotidiano belga DHNET, presto, la FIA pubblicherà un calendario aggiornato con la Lapponia, Ypres e Monza come finale, per sostituire la Gran Bretagna.