Ott Tanak con la Toyota Yaris WRC

WRC 2019, Tour de Corse: Ott Tanak è ottimista su una possibile vittoria

Il team Toyota Gazoo Racing World Rally parte dal Tour de Corse al comando della classifica Piloti e Costruttori. Il leader del campionato Ott Tänak cercherà di continuare la sua corsa al podio in un evento in cui è arrivato secondo lo scorso anno. Anche Jari-Matti Latvala e Kris Meeke cercheranno di replicare o migliorare le ottime prestazioni nelle precedenti visite in Corsica.

Il Tour de Corse è anche conosciuto con il soprannome di Rally delle 10.000 Curve, grazie alle suoe PS strette, tortuose e spesso da vertigini. Le prove sono in media più lunghe rispetto a qualsiasi altro rally, tutto su un asfalto abrasivo che usura notevolmente gli pneumatici. In quelle strade di montagna, spesso fiancheggiate da pareti rocciose su un lato e ripidi precipizi sull’altro, c’è poco spazio per eventuali errori.

Il percorso è stato modificato significativamente per il 2019 e le nuove prove rappresentano il 75% del percorso cronometrato complessivo. C’è un nuovo punto di partenza a Porto-Vecchio, nel sud dell’isola, dove due giri di tre tappe si terranno venerdì senza servizio fino alla fine della giornata all’aeroporto di Bastia. Il sabato prevede tre tappe, ognuna delle quali corre due volte intorno al nord-est dell’isola, prima di dirigersi a ovest per le ultime due tappe prima del traguardo di Calvi.

Tommi Makinen suona la carica ai “suoi”: “Andremo in Corsica con ottimismo riguardo alle nostre possibilità, in particolare dopo la nostra forte prestazione lo scorso anno quando eravamo i più veloci in almeno metà delle prove. È un rally molto impegnativo, come ho scoperto molte volte quando guidavo, ma i nostri i piloti hanno dimostrato di poter essere veloci. Con così tante curve e PS lunghe, è necessario avere piena fiducia nell’auto, altrimenti si rischia di perdere molto tempo. Ecco perché è molto importante avere la configurazione giusta. So che il nostro team si sta preparando nel miglior modo possibile e speriamo di avere un altro bel fine settimana”

Ott Tanak è davvero carico: “Non vedo l’ora che arrivi il Corsica: essere il leader del campionato dovrebbe aiutarmi, dato che è la posizione migliore per affrontare l’asfalto con le strade pulite. In passato, la Corsica era probabilmente il rally in cui faticavo di più, ma l’anno scorso abbiamo avuto un buon passo per la prima volta con la Toyota Yaris WRC. Sappiamo di avere un pacchetto davvero forte ora sull’asfalto, quindi credo che potremo avere una buona prestazione. Certo che anche alcuni dei nostri rivali saranno molto veloci, ma l’obiettivo è continuare il nostro inizio positivo della stagione e continuare a segnare più punti possibile”.

“Il Tour de Corse è una gara che non vedo l’ora che arrivi: l’asfalto è abrasivo, quindi offre una buona aderenza e la strada è solitamente piuttosto pulita, anche l’isola è molto bella, mi piacciono i cambiamenti del percorso di quest’anno. Le PS sono state utilizzate quando ho vinto il rally nel 2015, quindi ho dei bei ricordi. Ho fatto un buon test all’inizio di questa settimana: abbiamo fatto 200 chilometri e provato molte soluzioni, non solo per questo rally. Abbiamo lavorato sul sottosterzo e sulla frenata, e mi sento più fiducioso con la macchina”, spiega Jari-Matti Latvala.

Anche Kris Meeke è fiducioso: “Negli ultimi anni ho vissuto dei bei momenti in Corsica: è sempre una grande sfida, soprattutto quest’anno, con circa il 75% del percorso completamente nuovo. Spero di fare bene le note durante le ricognizioni saranno una parte altrettanto importante della sfida: ho avuto un buon feeling con la Yaris WRC sull’asfalto a MonteCarlo, ma è stato un rally molto diverso dal Corsica, tranne forse per la power stage. Ho apprezzato il mio test pre-evento domenica scorsa, anche se c’è stato molto da imparare in un solo giorno e su una sola strada, ma penso che siamo abbastanza chiari sulla nostra direzione per il setup, e non vedo l’ora che arrivi la gara”.