Kalle Rovanpera

Via libera dei medici a Rovanpera per il RallyRACC

I medici della FIA hanno dato il via libera alla partecipazione di Kalle Rovanpera al RallyRACC in programma questo fine settimana a Salou. Il 21enne talento di casa Toyota, si era fatto male durante la seconda giornata del Finlandia, quando con la sua Yaris WRC aveva urtato violentemente un cumulo di terra posto a bordo strada.

Il finlandese in accordo col team è tornato in gara per l’ultima giornata, per portare a casa punti in ottica Costruttori al Team, nel caso di ritiro dei compagni di squadra Elfyn Evans o Sébastien Ogier. Fin dai primi chilometri delle prove domenicali si è visto che Rovanperä non stava bene, considerata la sua guida molto prudente e atta ad evitare atterraggi pesanti nei salti. Dopo alcune giornate di assoluto riposo, Rovanpera ha confermato la sua presenza al Catalunya, partecipando anche hai test pre-gara.

Il team manager Jari-Matti Latvala ha voluto spiegare la dinamica dell’uscita di strada di Kalle in Finlandia e il suo piccolo infortunio: “Sulla PS10 Kalle ha urtato un banco di sabbia a bordo prova, al momento dell’impatto con questo le sue braccia erano incrociate e questo ha fatto sì che il suo braccio è stato spinto all’indietro provocandoli del dolore alla schiena. La scelta di farlo correre nella tappa domenicale è stata presa nel caso in cui una delle altre due vetture in gara avesse avuto dei problemi. E’ stata una scelta fatta in ottica Mondiale Costruttori.

Per Kalle Rovanpera questa sarà la terza presenza in Catalogna, la prima con una vettura WRC. Nelle due precedenti uscite sono arrivate una vittoria nel WRC2 (2018) e un terzo posto nel WRC2 Pro nel 2019. “Ho corso per due volte in Spagna nel WRC2, le speciali su fondo catramato mi sono sempre piaciute molto, quindi per me è molto positivo avere l’intero rally su asfalto. Se il meteo sarà sereno, l’evento sarà molto bello perché si corre su un’asfalto molto veloce e liscio, dove bisognerà adottare delle traiettorie da pista. Sarà come guidare in un circuito o quasi, bisogna guidare molto puliti e precisi”.