Vermentino, per “Lucky”-Pons gara e titolo

Il pilota vicentino vince il Rally Vermentino Historicu e si porta casa il Campionato italiano Quattro Ruote Motrici nei rally storici su terra

Sulla terra sarda del Rally Vermentino Historicu non hanno avuto rivali Gigi “Lucky” Battistolli e Fabrizia Pons, vincendo 5 prove su 6 e salendo sul palco di Berchidda con 1’07 di vantaggio. Una prestazione monstre quella dell’equipaggio su Lancia Delta Integrale 16V, che ha centrato così la seconda vittoria assoluta sui quattro appuntamenti del Campionato Italiano Rally Terra Storico. Un risultato che, visto il forfait dei diretti concorrenti nel titolo Quattro Ruote Motrici, li vede mettere una forte ipoteca sulla conquista del tricolore.

Prova dopo prova il gentleman driver già campione tra le storiche ha preso subito la testa, riuscendo a tenere alto il ritmo fino alla penultima prova, quando un braccetto piegato per poco non gli faceva alzare bandiera bianca. Aiutato dai suoi sfidanti, “Lucky” è riuscito a gestire il problema ed a mettere una forte ipoteca sul titolo.

Lo stesso ha fatto un formidabile Andrea Tonelli, che in coppia con Roberto Selva al Vermetino Historicu ha vinto la classifica tra le 2RM con la sua Ford Escort RS. Una prestazione superba quella del pilota reggiano, in grado di aprire il vuoto dietro di sé assicurandosi la candidatura come principale indiziato al Campionato Due Ruote Motrici. Terzo, dopo diversi ritiri e sconvolgimenti di classifica, Sebastiano Serpelloni in coppia con Nicola Petrin su un’altra Ford Escort, che è riuscito a salire sul gradino più basso del podio con un distacco di 3’18; il suo ritorno nel tricolore è stato dunque positivo.

Hanno piazzato invece la loro Alfa Romeo 33 in quarta posizione Filippo Viola ed Anna Bressan, riuscendo ad ottenere un bottino di punti importanti per la classifica 2RM dopo i buoni risultati al San Marino ed al Medio Adriatico. Federico Ormezzano e Maurizio Torlasco hanno invece spinto sulla loro Porsche 911 SC, riuscendo a conquistare, anche grazie alla loro esperienza, la quinta posizione del Vermentino Historicu su una vettura che raramente si vede sulle strade bianche. Damiano Zandonà ha avuto un po’ di difficoltà sulla terra sarda, lui che navigato da Simone Stoppa su Renault R5 GT Turbo era il principale antagonista di Tonelli. Ha tagliato il traguardo al sesto posto dopo un sofferto primo passaggio sulla PS3. Sono riusciti infine nel portare alla cerimonia d’arrivo la più storica delle vetture in gara al Vermetino Historicu Simone Lenzetti e Serena Barsanti, settimi sulla loro acclamata Lancia Fulvia Coupè.

Il sammarinese Paolo Diana, dopo una gara all’attacco del podio, si è dovuto ritirare nella PS6 per problemi alla pompa della benzina sulla sua Ford Escort condivisa assieme a Corrado Costa. La malasorte invece ha colpito nuovamente Costantino Mura e Marco Demontis, costretti al ritiro nella PS4 per noie alla Lancia Delta dopo una gara partita subito in salita. Hanno dovuto alzare bandiera bianca anche Mannazzu-Bertoletti e Mazza-Cavalli.

Classifica assoluta: 1. “Lucky”-Pons (Lancia Delta Integrale 16V) in 54’49.8; 2. Tonelli-Selva (Ford Escort RS) a 1’07.3; 3. Serpelloni-Petrin (Ford Escort RS) a 4’25.4; 4. Viola-Bressan (Alfa Romeo 33) a 6’24.7; 5. Ormezzano-Torlasco (Porsche 911 SC) a 7’20.7; 6. Zandonà-Stoppa (Renault 5 GT Turbo) a 16’46.1; 7. Lenzetti-Barsanti (Lancia Fulvia Coupé) a 27’19.6;