Cronoscalate: Aci Sport congela le norme sulle monoposto

La Giunta Sportiva del 23 marzo 2020 ha rinviato al 2021 la norma recentemente emanata per le vetture E2SS, E2SC e CN, e ora sono in fase di riesame altri provvedimenti che non impattano sulla sicurezza e che riguardano implementazioni, modifiche o altra decisione che comportano l’acquisizione di materiali difficilmente reperibili nelle condizioni di emergenza in cui ci troviamo.

Il 22 marzo 2020, infatti, il Governo ha emesso un DPCM per l’applicazione delle misure di sicurezza per il contenimento della diffusione del virus COVID-19 con il quale ha decretato la chiusura di tutte le attività produttive non indispensabili. Questo ulteriore blocco rende ancora più difficile la situazione nel mondo del motorsport poiché comporta anche la chiusura di aziende operanti nel nostro settore, fornitori di materiali tecnico e necessario per la preparazione delle vetture.

In questa ottica la Giunta dell’Automobile Club d’Italia, lunedì 23 marzo, ha deciso di rivedere quei provvedimenti emessi che prevedono delle modifiche strutturali della vettura o l’aggiunta di componenti difficilmente reperibili sul mercato per le ragioni di cui sopra.

Nello specifico si è deciso di rimandare al 2021 la norma recentemente emanata per le vetture E2SS, E2SC e CN – che prevede l’applicazione di un pattino di legno, da applicarsi sotto alle vetture delle categorie sopra citate, e di un noldercon altezza minima di 20 mm da applicarsi sul bordo dell’ultimo elemento dell’ala posteriore.

Sono in fase di riesame altri provvedimenti, che non impattano sulla sicurezza e che riguardano implementazioni, modifiche o altra decisione che comportano l’acquisizione di materiali difficilmente reperibili nelle condizioni di emergenza in cui ci troviamo chiedendo la proroga dell’entrata in vigore al 2021.

Ritorno alla corse: ecco di nuovo la scuderia Valpolcevera

Torna a… correre la scuderia Valpolcevera. Dopo aver dedicato le ultime quattro stagioni esclusivamente ad organizzare lo slalom Mignanego-Giovi, l’ultimo Challenge del Lupo e a supportare la Pro Loco di Busalla in alcuni importanti raduni, il glorioso sodalizio, che vide la luce nel 1981 a Pontedecimo, ha ora deciso di riorganizzare la squadra corse. Il motivo lo fornisce direttamente Alessandro Polini, pilota, preparatore e, dal 2016, direttore sportivo della scuderia.

“La Valpolcevera ha sempre avuto la sua squadra corse – spiega – ma noi, da quando l’abbiamo rilevata dalla precedente gestione, non eravamo in grado di far fronte sia alla parte organizzativa che a quella agonistica. C’è un gruppo di piloti, incluso il sottoscritto, che in questi anni ha corso difendendo i colori di altri sodalizi: tanti amici, tra cui parecchi a cui preparo la vettura, che sentivano l’esigenza di correre per noi e allora, dopo che ci siamo un pò assestati a livello di organico, abbiamo deciso di riaprire la squadra corse”.

Correranno per la scuderia Valpolcevera nelle gare di slalom, oltre a Polini (nella foto), Davide Piotti, Stefano Repetto, Simone Bugatto, Damiano Furnari, Daniele e Pasquale Patete, Giuliano Semino, Luca e Aldo Rivera, Gianpasquale De Micheli e Giacomo Gozzi, che sarà anche impegnato nei Formula Challenge. Nelle cronoscalate, invece, i colori del sodalizio saranno difesi dai già vincitori di vari titoli nazionali Antonino Oddo e Christian Rapuzzi.

L’attuale organico della scuderia Valpolcevera è formato da Luca Rivera (presidente), Simone Bugatto (vice presidente), Manuela Tavella (segretaria), Alessandro Polini (direttore sportivo), Giuliano Semino, Andrea Cavanna, Andrea Guglielmino e Roberto Morini. Resta ferma, infine, la preziosa collaborazione degli esperti Silvano Parodi e Aldo Rivera, da cui l’attuale gruppo ha rilevato il sodalizio nel 2015.