,

Valli Piacentine, Barcella il primo leader

Il Circuito delle Valli Piacentine, ultima prova del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche CIREAS, vede in testa dopo la prima tappai lombardi Guido Barcella e Ornella Ghidotti. Domenica 5 novembre la seconda e decisiva frazione

La prima giornata del XX Circuito delle Valli piacentine regala agli 80 equipaggi in gara i primi importanti riferimenti con Guido Barcella e Ornella Ghidotti davanti a tutti. E’ partita sabato 4 novembre dal centro storico di Bobbio, splendida località del Piacentino, annoverata tra i Borghi più belli d’Italia, l’ultima prova del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche CIREAS, organizzata da Bobbio Autosport. Un percorso dal grande fascino nella val di Trebbia con gole, fiumi e natura e strutture intrise di leggenda, quale il “ponte del diavolo”, hanno completato gli ingredienti di questo apprezzatissimo Stage 1, concluso con un aperitivo a base di prodotti locali nella centralissima piazza San Francesco, la stessa che ospiterà lo start della seconda giornata alle ore 8.30 di domenica 5 novembre.

Chi si aspettava un percorso reso insidioso dalle abbondanti piogge degli scorsi giorni, ha dovuto ricredersi dato che un timido sole ha ben asciugato le strade sulle quali ha avuto la meglio il vincitore del Campionato Guido Barcella, con al fianco la sempre precisa Ornella Ghidotti sulla FIAT 508 C della Franciacorta Motori. Il duo ha chiuso con appena 71 penalità, seguiti da Andrea Belometti e Davide Bellini ancora su 508 Spider Sport della Brescia Corse con 81 e Massimo Dalleolle e Alessandro Traversi su A112 Abarth della Nettuno Bologna.

In RC3 saranno i forti driver locali Roberto Paradisi con Silvia Maria Zunino su Fiat 850 Sport Coupè l’equipaggio da battere, anche se gli alfieri della scuderia Kinzica Giorgio Lambruschi e Alessandro Mancini su Porsche 356 C hanno sbagliato pochissimo, insieme ai sardi sempre presenti Alessandro Virdis e Silvia Giordo che hanno portato al Valli Biellesi la loro splendida Porsche 356 Speedster con l’inconfondibile livrea dei 4 Mori. In RC4 Massimo Dalleolle e Alessandro Traversi su Autobianchi A112 Abarth 70 HP affilano gli strumenti per allungare il vantaggio odierno rispetto a Fabio Salvinelli e Luigi Cantarelli e ancora agli under Nicola Barcella e Simone Rossoni sempre su A112.

Sfortuna per i siciliani Francesco Gulotta e Paolino Messina costretti al ritiro, dopo aver chiuso la giornata in terza posizione, a causa di noie meccaniche al motore della Autobianchi Y10. Nella stessa categoria in evidenza Andrea Malucelli e Monica Bernuzzi sulla Fiat Duna 70 e Diego Verza con Sandro Buranello della Rovigo Corse su A112.