Valentino Ledda

Valentino Ledda è vice campione d’Europa: un futuro nei rally?

L’ennesimo successo però non gli ha garantito la conquista del trofeo, assegnato al rivale spagnolo Miguel Gayoso per appena 11 punti di vantaggio nella classifica generale. Il “nuovo Valentino dei motori” si è quindi dovuto accontentare del titolo di vicecampione, che gli ha garantito anche un premio di 2.500 €, oltre all’esperienza internazionale che ha portato alla ribalta le sue grandi potenzialità.

Valentino Ledda è il talento dei rally più veloce d’Europa. A dirlo sono le tre vittorie su cinque round ottenute dal giovane sardo della Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”, appena laureato vicecampione europeo nel FIA Cross Car Academy Trophy. La serie riservata agli Under16 all’interno del Campionato Europeo Autocross, organizzata dalla FIA per ricercare le future stelle nel mondo dei rally, gestita in collaborazione con la struttura LifeLive del pilota del WRC Thierry Neuville, si è conclusa con l’ultima gara disputata sabato 8 e domenica 9 ottobre a Mollerussa in Spagna. Anche nel Circuit Parc de la Serra il quindicenne proveniente da Burgos, Sassari, ha dimostrato le qualità in lui individuate dall’Università Italiana dell’Automobilismo mettendosi in copertina con un’altra vittoria.

L’ennesimo successo però non gli ha garantito la conquista del trofeo, assegnato al rivale spagnolo Miguel Gayoso per appena 11 punti di vantaggio nella classifica generale. Il “nuovo Valentino dei motori” si è quindi dovuto accontentare del titolo di vicecampione, che gli ha garantito anche un premio di 2.500 €, oltre all’esperienza internazionale che ha portato alla ribalta le sue grandi potenzialità.

Il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani: “i talenti ci sono ma occorre una forte politica Federale per andarli a scovare e per accompagnarli nel loro cammino verso le vette del motorismo sportivo internazionale. I risultati ottenuti da Valentino Ledda, ed anche quelli di Matteo Bernini, nell’Europeo FIA XC Academy Trophy sono la prova definitiva che le qualità dei nostri ragazzi sono altissime e che l’appoggio di ACI, attraverso il lavoro della Scuola Federale ACI Sport, può essere la chiave vincente. Dobbiamo quindi solamente continuare su questa strada concentrando gli sforzi e trovando le risorse per dare ai nostri la possibilità di mettersi in mostra su palcoscenici internazionali. I miei complimenti vanno a chi ha lavorato per questo progetto e per l’ottenimento di questo risultato ma anche e soprattutto al giovane Valentino Ledda dimostratosi pilota di assoluto livello e dalle grandi doti”.

“È una grande soddisfazione per i colori italiani – afferma Raffaele Giammaria, Direttore della Scuola Federale ACI Sport – peccato che qualche parentesi sfortunata di troppo non abbia permesso a Valentino di conquistare il titolo. Ma Ledda ha dimostrato, vincendo il maggior numero di gare, facendo più giri veloci di ogni altro, che su questi mezzi è il n°1 a livello europeo. C’è grande soddisfazione da parte di ACI sport e della Scuola Federale di aver trovato un pilota di questo calibro che ha saputo far vedere di che pasta è fatto. Anche Bernini è stato in grado di ricavarsi uno spazio e la fiducia riposta in lui è stata ampiamente ripagata con le prestazioni”.

Questione di episodi sfortunati infatti per Ledda, che nel terzo appuntamento in Repubblica Ceca era stato il più veloce ma limitato nei risultati, quindi nel punteggio ottenuto, a causa della rottura di un cerchio. Ha pagato la costanza a favore di Gayoso, che lì ha guadagnato gli 11 decisivi punti che hanno fatto la differenza, nonostante Ledda si sia attestato come il più veloce del gruppo.

Si è conclusa con l’ottavo posto invece la stagione di Matteo Bernini, l’altro pilota italiano supportato dalla Scuola Federale ACI Sport presente come sempre con il tutor Piero Longhi ad affiancare i due portacolori. Ottavo in gara e ottavo nella classifica finale di Campionato, il ragazzo di Tortona ha mostrato una crescita tappa dopo tappa, con spunti interessanti che lasciano intravedere un roseo futuro anche per lui.

RS è nelle migliori edicole

Copertina ottobre 2022
Valentino Ledda