Un podio di felicità al Sardegna WRC: Tanak e la ”fiducia”

Hyundai Motorsport ha ottenuto al Rally Italia Sardegna 2022 una vittoria schiacciante, ma non facile. E oltre al successo assoluto ha piazzato anche una seconda vettura sul podio, quella di Dani Sordo. In mezzo una rinata Ford Puma con un rinvigorito Craig Breen. Un rally sorprendente, dunque, il Sardegna WRC, quinto round del FIA World Rally Championship (WRC) 2022, con Ott Tänak e Martin Järveoja che si sono assicurati la prima vittoria del 2022 con la Hyundai i20 N Rally1.

Una prestazione che conferma la resilienza dell’intera squadra, mai messa in dubbio (al contrario della vettura), e un nuovo spirito che guida tutto il team, all’insegna del non mollare mai. Uno spirito mai visto prima, che ha fornito una tempestiva spinta motivazionale alla squadra di Alzenau, oltre che a rivitalizzare le giuste ambizioni in Campionato.

Tänak ha messo a segno una prestazione magistrale vincendo il suo primo evento WRC dall’Arctic Rally Finland di 16 mesi fa, con un margine di oltre un minuto sul diretto inseguitore (ma è stato anche aiutato dalla fortuna, vedi le cancellazioni di due PS). L’equipaggio estone ha accumulato nove vittorie di prova nel corso del fine settimana, inclusa la numero 300 in carriera nel WRC, segnata nella speciale di apertura di domenica mattina.

Sul podio Tänak ha espresso tutta la sua emozione con dei sorrisi che non si vedevano da tempo: “Sono molto felice per aver conquistato questa vittoria, soprattutto per tutti i meccanici e per tutte le persone del team che hanno fatto sforzi incredibili per prepararsi a questa nuova generazione di auto. È stato un periodo difficile, ma abbiamo dimostrato che il duro lavoro ripaga. Non è stato un rally facile, il team ha fatto un ottimo lavoro per far durare la macchina. Abbiamo fatto alcuni passi in avanti rispetto al Portogallo. Ci siamo migliorati, è cresciuto il feeling con l’auto e le sue prestazioni. Non c’è dubbio: quando c’è fiducia, si può fare un buon lavoro. Dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione”.

Il secondo posto di Craig Breen al Sardegna WRC

È stato un evento di successo anche per M-Sport Ford World Rally Team: Breen ha conquistato il suo secondo podio della stagione e Pierre-Louis Loubet ha superato le aspettative del team, con una prestazione eccezionale che ha messo a rischio il terzo posto di Sordo. Loubet, insieme al co-pilota Vincent Landais, alla fine ha ottenuto il miglior piazzamento in carriera nel Mondiale, quarto assoluto, grazie al suo approccio saggio e misurato.

Tutti gli equipaggi sono stati costretti a combattere il caldo venerdì, ma una fantastica partenza di Loubet, un tempo tra i primi tre nella PS di apertura della giornata, a soli 0″8 dal miglior tempo, ha segnato il ritmo per il fine settimana al Sardegna WRC. Breen è andato a caccia del podio fin dall’inizio, ottenendo ottimi tempi nel giro mattutino. Al pomeriggio, Loubet e Breen hanno combattuto, siglando tempi quasi identici. Al termine del venerdì, Loubet era terzo, davanti a Breen per soli 0″4 e a 15″1 dal comando del rally.

Sabato è stata un’altra giornata eccellente per Breen, che ha ottenuto il secondo posto assoluto nella PS di apertura della giornata e rivendicato la prima vittoria di prova del rally nella PS12 con Loubet, terzo più veloce. Con l’aumento delle temperature durante il giro pomeridiano, Breen e Loubet hanno continuato col loro ritmo impressionante. Breen ha concluso la giornata guidando la formazione M-Sport al secondo posto mentre il francese Loubet è finito quarto assoluto, ma ancora a caccia del terzo posto.

Con l’aumento delle temperature durante il giro di PS pomeridiane, Breen e Loubet hanno continuato a mostrare il loro ritmo impressionante e con le ultime due PS della giornata cancellate, Breen ha concluso guidando la formazione M-Sport al secondo posto, mentre il francese Loubet è finito quarto assoluto ma ancora a caccia del terzo posto. L’approccio solido e maturo di Greensmith lo ha visto salire dal 25 ° posto di venerdì al settimo posto di sabato nel tentativo di assicurarsi punti preziosi in campionato per la squadra.

Per Breen e Loubet, come per tutti, l’obiettivo nelle PS di domenica era semplice: portare a casa un risultato e conservare le gomme per la power stage. I loro sforzi hanno assicurato il terzo podio stagionale di M-Sport grazie a Breen, insieme a un miglior risultato in carriera per Loubet al quarto posto e una solida settima posizione per Greensmith.

Craig Breen, a fine gara, ha così commentato la propria prestazione: “Ovviamente è stato un ottimo weekend, sono davvero felice di come si è svolto tutto il rally. Era importante ottenere un buon risultato dopo un paio di rally difficili. Quindi ci sentiamo decisamente a nostro agio e non vediamo l’ora che arrivi il Kenya. Questo buon risultato sardo dovrebbe darci un po’ di fiducia”.

Dani Sordo e la seconda Hyundai a podio

La gara di Dani Sordo è stata cristallina. Una prestazione limpida ed efficace, persino più del Rally del Portogallo. Ma come ha chiaramente detto Tanak, ora c’è un clima di fiducia in Hyundai. Tutti hanno trovato la giusta serenità e si lavora nella giusta direzione. “Questo è un risultato molto motivante per l’intera squadra e sono lieto di segnare un altro podio per Hyundai – spiega Sordo -. Sono arrivato in Italia con l’obiettivo di competere per i punti del Costruttore e, quindi, per supportare la rimonta della nostra squadra in Campionato. La vittoria di Ott e il mio terzo posto ci hanno aiutato a ridurre il gap da Toyota, che era l’obiettivo di questo fine settimana. Sinceramente sarebbe stato bello combattere più da vicino con Craig, ma aveva una velocità incredibile e non volevo correre rischi. Abbiamo perso un po’ di tempo in alcune prove, soprattutto nella polvere del venerdì mattina, ma abbiamo raggiunto quello per cui eravamo venuti e siamo contenti di questo risultato”.