Un malore improvviso stronca Giovanni Festuccia

Un malore improvviso stronca Giovanni Festuccia

Stroncato da un malore improvviso, il 31 dicembre è improvvisamente mancato Giovanni Festuccia, 67 anni, figura federale di riferimento in Aci Sport, commissario sportivo nazionale, molto stimato per la sua grande passione. Nativo di Rieti, nella cui città aveva profuso impegno e dedizione, nell’ambito del motorsport, Giovanni aveva ricoperto importanti incarichi all’interno della Csai prima e di Aci Sport dopo.

Era anche vice presidente dell’Automobile Club di Rieti e presidente della Commissione Sportiva in seno allo stesso Automobile Club. Il presidente dell’Automobile Club di Rieti, l’avvocato Innocenzo de Sanctis, e il consiglio direttivo dell’ente, come tutti, sono rimasti sconvolti dalla notizia, per giunta in questo giorno, alla fine di un anno sciagurato.

Una persone perbene, un grande appassionato dei motori, ma soprattutto un grande ufficiale di gara dalle doti umane e tecniche infinite. Già pilota vincente in diverse specialità dell’automobilismo: rally, velocità in salita e velocità in circuito, in pista a fine anni ‘90 ha vinto il Campionato Italiano Autostoriche su Giulietta in equipaggio con il concittadino Crescenzio Di Blasio.

La redazione di RS e oltre partecipa alla prematura e triste scomparsa di Giovanni Festuccia ed esprime le più sentite condoglianze alla famiglia in questo momento di grande dolore.