PubliSport Racing ‘forza otto’ al rally di Salsomaggiore

Ufficiale: ripartono i test in pista, presto anche su strada

La Giunta Sportiva di Aci Sport procede con l’approvazione delle procedure operative e dei protocolli medico sportivi che dovrebbero consentire allo sport di ripartire e avviarsi verso una fase di normalità. Come anticipato ieri da RS, vengono consentiti di nuovo i test in pista, nei kartodromi e nei mini impianti omologati. Nei prossimi giorni verrà redatto anche uno specifico documento per le corse su strada. In ogni caso, le vetture da rally possono essere eventualmente provate già sui circuiti, da chi avesse particolari urgenze o necessità.

La Giunta Sportiva Aci, riunitasi in video conferenza il 5 maggio, ha dato seguito alla pubblicazione delle disposizioni contenute nel DPCM e nelle linee guida emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo Sport, in merito alla ripresa degli “allenamenti degli sport individuali” ed al suo ambito di applicazione, ha discusso ed approvato le procedute operative e i protocolli medico sportivi per la ripartenza dei test.

I documenti sono stati messi a punto grazie al lavoro della Direzione Centrale per lo Sport, dei tecnici e degli esperti della Federazione, della Commissione Medica, supportati da un’equipe esterna di specialisti virologi, e da tutte le componenti del mondo del motorsport tricolore. Nei prossimi giorni verrà varato uno specifico documento per le corse su strada. Di seguito pubblichiamo, il dispositivo integrale con le norme in vigore.

Allenamenti e test: procedure operative anti-contagio

Premessa

In data 4 maggio 2020 la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo Sport, ha emesso le Linee-Guida ai sensi dell’art. 1, lettera f) e g) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 Aprile 2020, modalità di svolgimento degli allenamenti per gli sport individuali.

Le Linee-Guida – rielaborazione del Rapporto denominato “Lo sport riparte in sicurezza” redatto dal CONI in collaborazione con il Politecnico di Torino – sono volte a fornire indicazioni generali e azioni di mitigazione utili ad accompagnare la ripresa dello sport di natura individuale e dovranno essere declinate per le singole discipline a cura della Federazione Sportiva ACI.

Il seguente documento illustra infatti tutte le fasi dei test e le misure da adottare in coerenza a quanto stabilito nelle Linee-Guida della Presidenza del Consiglio – Ufficio per lo Sport.

Chi può prendere parte agli allenamenti/test

Gli atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI, dal CIP e dalle Federazioni Sportive, in vista della loro partecipazione ai Giochi Olimpici o manifestazioni nazionali ed internazionali.

L’ACI nella Giunta Sportiva del 28 aprile u.s. ha deliberato che sono piloti di interesse nazionale coloro che sono in possesso di licenza sportiva 2020 e intendono partecipare a gare di campionato nazionale ed internazionale.

Dove si possono svolgere gli allenamenti-test

Negli impianti (autodromi, kartodromi e mini impianti) omologati ACI con gli allestimenti secondo le disposizioni di seguito previste.

Come organizzare gli allenamenti-test

Di seguito sono illustrate tutte le misure da adottare in ogni fase degli allenamenti individuali/test. Tutti gli operatori sportivi (meccanici, ingegneri, addetti ai lavori) dovranno sempre indossare la mascherina, mantenere il distanziamento sociale, indossare i guanti protettivi. Anche i piloti, al di fuori della sessione di test, dovranno rispettare le suddette misure di sicurezza.

Questo il numero dei mezzi tecnici che potranno essere presenti simultaneamente in base al grado di omologazione del Circuito/Kartodromi in base a turni ed orari predefiniti dall’Organizzatore:

Per i circuiti

Grado 1: 25 vetture

Grado 2: 20 Vetture

Grado 3: 15 Vetture

Grado 4/5/6: 10 vetture

Minimpianti: 5 vetture

Per i kartodromi

Kartodromi di grado A: 25 kart

Kartodromi di grado B: 20 kart

Kartodromi di grado C: 15 kart

Kartodromi di grado D: 10 kart