Paolo Andreucci

”Ucci” difende il titolo nel CIRT con MRF Tyres

È tutto pronto per la nuova stagione del pluricampione italiano Paolo Andreucci, che si prepara a prendere il via nel Campionato Italiano Rally Terra 2022 con le MRF Tyres. Il portacolori della Scuderia M33 e Skygate, dopo la vittoria del dodicesimo titolo in carriera dello scorso anno, annuncia il prosieguo della partnership con la multinazionale indiana produttrice di pneumatici.
Sarà ancora una volta Rudy Briani a dettare le note a bordo della Skoda Fabia Evo2 Rally2.

Ad aprire la serie nazionale, nel weekend del 19 e 20 marzo, sarà il Rally della Val D’Orcia, il primo dei sei appuntamenti che la coppia Andreucci-Briani affronterà con il numero uno sulle portiere, proprio in virtù della vittoria conquistata nella stagione 2021.

“Sono molto contento di continuare il percorso avviato lo scorso anno con la MRF Tyres – ha commentato Paolo Andreucci-. Quest’anno sarà ancora maggiore l’attenzione su di noi, visto che abbiamo un titolo da difendere. Una prosecuzione importante per il percorso di sviluppo delle coperture indiane e per provare a bissare il successo dello scorso anno. Nel Campionato Italiano Rally Terra si attende un parterre importante di avversari, sappiamo quanta attenzione ci sia in questo campionato e già dal Val D’Orcia faremo del nostro meglio per stare tra i primi. Noi siamo pronti, è iniziato il conto alla rovescia.”

Da venerdì Andreucci sarà impegnato con le ricognizioni della gara, su vettura di serie, in programma il 18 marzo dalle 9 alle 16. Sabato sarà la volta di tuta e casco per iniziare a testare la Skoda Fabia Rally2 sul tracciato dello shakedown di 2,84 chilometri, dalle 7.30 alle 11.00, per poi prendere il via alla gara, con la prima prova speciale, la San Casciano dei Bagni – Fighine rinnovata e sostanzialmente allungata rispetto alle edizioni precedenti con una lunghezza di ben 13,41 chilometri e da impegnare due volte.

Alle ore 17.00 sempre del sabato, arrivo della prima vettura per il riordino notturno e ripartenza della gara domenica 20 marzo alle ore 06.45. La domenica il ritorno della iconica prova di Radicofani ripetuta due volte nella versione di 12,61 chilometri a cui aggiungere una terza ripetizione ridotta a 9,52 chilometri oltre che la doppia ripetizione della confermata prova di Piancastagnaio di 11,05 chilometri. Arrivo quindi alle ore 16.30 di domenica a Radicofani con premiazione sul palco d’arrivo.