Tolti i veli al Rally Costa Smeralda Storico: ecco il percorso

Mancano poco meno di due mesi al 5° Rally Costa Smeralda Storico, che dopo quattro edizioni autunnali, decide di anticipare ad aprile tornando alla storica collocazione che la gara smeraldina aveva negli anni ’80-’90.

La gara organizzata dall’Automobile Club Sassari, si fregerà della preziosa sponsorizzazione del marchio Martini, che torna ad affiancare la gara gallurese dopo un’assenza lunga oltre trent’anni. Gli organizzatori nei giorni scorsi, hanno pubblicato il percorso di gara che ricalcherà quello utilizzato la scorsa stagione. Confermatissima la sede di Porto Cervo, che ospiterà le cerimonie di partenza e di arrivo, mentre i parchi assistenza saranno dislocati a Bassacutena e Tempio Pausania. Il rally torna anche a San Panteleo, piccolo borgo del comune di Olbia incastonato tra le colline di Gallura che ospiterà un controllo timbro, mentre Calangianus e Aglientu ospiteranno due riordini.

Due le prove speciali (da ripetersi due volte) previste per la giornata di venerdì 8 aprile e saranno la San Pasquale di 13,64 km e la Aglientu di 12,41 km, intervallate da un parco assistenza a Bassacutena. La giornata successiva, sabato 9 aprile la carovana si sposterà nell’area di Tempio-Calangianus per effettuare due speciali (da ripetersi due volte), Lo Sfossato (11,8 km) e Calangianus di 11,97 km. Quindi otto speciali per un totale di quasi 100 chilometri cronometrati che decreteranno il vincitore del 5° Rally Costa Smeralda Storico.