,

TIR: il Rally della Marca punta sul classico

pedersoli marca 2022

La gara veneta, che festeggia le sue quaranta edizioni, propone le prove che ne hanno fatto la storia. Si corre nella giornata di sabato 26 aprile, al seguito le vetture del rally storico

Non poteva festeggiare in maniera migliore la sua edizione numero 40 il Rally della Marca che dopo un anno di “purgatorio” è tornato nel Trofeo Italiano Rally (ex Campionato Italiano Rally Asfalto) di cui è il secondo appuntamento. In abbinata alla gara per auto moderna si correrà il 2° Rally della Marca Storico. Il Rally della Marca, organizzato da Giandomenico Basso in collaborazione con Scorzè Corse, sarà valido anche per la Coppa Rally di Zona 4 con coefficiente 1,75.

La gara andrà in scena venerdì 26 e sabato 27 aprile e avrà come centro nevralgico Valdobbiadene. In piazza Marconi, il cuore pulsante della città del Prosecco DOCG, si terranno la cerimonia di partenza e l’arrivo, rispettivamente alle 19.30 di venerdì 26 e alle 18.30 di sabato 27 aprile. Anche l’assistenza sarà in centro a Valdobbiadene e, come l’anno scorso, occuperà la zona attorno a via Caduti di Nassiriya. Invece il riordino sarà a Caniezza, frazione del Comune di Cavaso del Tomba. A Valdobbiadene anche le verifiche tecniche e sportive, in programma nella mattinata di venerdì 26 aprile a Palazzo Piva.

Sono sette le prove speciali in programma per un totale di 88,38 chilometri contro il cronometro. In particolare sono previsti due passaggi sulla PS del Monte Cesen (21,53 km) e sulla PS del Col Mostaccin (7,48 km), mentre la classica prova del Monte Tomba (10,12 km) verrà affrontata tre volte. Lo shakedown (2,05 km) si svolgerà sui primi chilometri della prova del Tomba nel pomeriggio di venerdì 26: dalle 13 alle 15 ci saranno i piloti prioritari e le vetture dei gruppi RC1N e RC2N mentre dalle 15 alle 17 la strada sarà a disposizione di tutti gli altri equipaggi compresi i partecipanti al rally storico.

Giandomenico Basso, organizzatore: “È un grande piacere per noi riaccogliere il Trofeo Italiano Rally: dopo un anno di rotazione, siamo rientrati nel giro dei campionati nazionali ACI Sport. Il format di gara è simile a quello dell’anno scorso, anche se abbiamo reintrodotto la prova del Monte Cesen nella sua configurazione da 21,53 chilometri: sarà una delle prove più lunghe del campionato. Abbiamo concentrato la gara nella giornata di sabato 27, lasciando venerdì 26 per le verifiche, lo shakedown e la partenza. Lo abbiamo fatto per dare risalto alla splendida location di Valdobbiadene, in modo tale che piloti e squadre possano anche godersi il territorio del Rally della Marca. Oltre al ritorno del Cesen lungo, abbiamo voluto mantenere il Monte Tomba, la prova più rappresentativa e ricca di storia della nostra gara, e il Mostaccin, che sarà uguale alla versione 2023”.