Antonio Rusce

Test collettivi sulla PS Cune a Lucca

Sarà parte della PS Cune, una delle più rappresentative del panorama rallistico regionale, a fare da cornice ai test collettivi promossi da Automobile Club Lucca nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 aprile, a Borgo a Mozzano. L’iniziativa, voluta fortemente dall’istituzione automobilistica provinciale, sarà valida occasione per approfondire – senza alcun limite di passaggi imposto negli orari previsti dal programma – il comportamento delle vetture sui due chilometri e duecento metri previsti. Una proposta che vede la collaborazione di Lucca Corse e rivolta a tutti i conduttori in possesso di licenza Aci Sport, chiamati a regolarizzare la partecipazione entro il 22 aprile attraverso il sito ufficiale di Aci Lucca Sport, canale all’interno del quale è disponibile il modulo di iscrizione con le informazioni sull’iniziativa.

I test collettivi saranno regolati tenendo fede alle disposizioni nazionali in termini di contenimento alla diffusione del virus Covid-19, quindi rivolti esclusivamente ai conduttori ed ai tecnici dei team accreditati. Un programma “a porte chiuse” che garantirà a tutte le realtà partecipanti la possibilità di poter disporre di ampi spazi dedicati alle aree paddock, previste in varie location circostanti la prova speciale. Il tratto interessato sarà messo a disposizione dei conduttori negli orari 9-13 e 14-18, in entrambi i giorni dedicati all’iniziativa.

“L’ennesima dimostrazione dell’impegno profuso da Automobile Club Lucca e dal sottoscritto al fine di assecondare le esigenze dei praticanti – il commento di Massimiliano Bosi, fiduciario Aci Lucca – ad oggi i test collettivi rappresentano l’unica soluzione di contrasto a quelli abusivi. Attraverso questi test, vi è per tutti i licenziati italiani la possibilità di percorrere un ottimo chilometraggio, non essendo stato imposto alcun vincolo sul numero di passaggi consentiti e ad un costo abbordabile. Stiamo lavorando per poter inserire a calendario varie altre opportunità, tra queste anche quello di poter garantire ai praticanti un test in proiezione Rally Coppa Città di Lucca”.