Ott Tanak prende le misure alla sua Hyundai i20 WRC Plus

Tanak si separa da Hyundai a fine stagione

Il pilota estone, campione del mondo nel 2019, darà l’addio a Hyundai Motorsport a fine stagione. Diversi i fattori che hanno portato a questo addio, che non vanno ricercati nella sola sfera privata dell’estone. Il clima all’interno della casa coreana era da tempo bollente con accuse reciproche e con Tanak sempre più isolato, nonostante fosse l’unico che ha provato a tenere a galla una barca che è stata sul punto dell’affondare in più occasioni.

Divorziano Ott Tanak e Hyundai Motorsport. Era inevitabile. Un’agonia, quella di Ott in squadra, che si trascinava da troppo tempo. La tanto attesa ufficialità è arrivata il 23 ottobre 2022, a fine stagione Ott Tanak dirà addio a Hyundai Motorsport. Una separazione giusta, visto che i rapporti tra l’estone e il team coreano erano da tempo compromessi e giorno dopo giorno diventavano sempre più tesi.

Diversi i fattori che hanno portato a questo divorzio, che non vanno ricercati nella sola sfera privata dell’estone. Il clima all’interno della casa coreana era da tempo bollente con accuse reciproche e con Tanak sempre più isolato, nonostante fosse l’unico che ad aver provato a tenere a galla una barca che è stata sul punto dell’affondare in più occasioni, specialmente dopo l’uscita di Adamo.

I primi segnali di tensione tra Tanak e il suo compagno di squadra Thierry Neuville sono arrivati in Belgio con reciproche stoccate e sono esplosi in Grecia, dove l’estone ha accusato il team di un mancato gioco di squadra. Da lì in poi è stato un susseguirsi di accuse reciproche e punzecchiature con il team coreano e Julien Moncet che si sono schierati apertamente con il belga, al quale è stato assegnato il compito di costruire la squadra per la stagione 2023.

Motivi che hanno portato l’estone ha scegliere di dire addio al team coreano con il quale ha ottenuto cinque successi, di cui tre ottenuti in questa stagione. Il vice-direttore del team si è detto deluso della scelta di Tanak, ma allo stesso tempo accetta la decisione dell’estone.

“La partenza di Ott – dichiara Moncet – è una delusione, ma è una decisione che dobbiamo accettare e allo stesso tempo rispettare. Ott è senza dubbio uno dei migliori piloti al mondo, con noi ha corso per tre anni. Il suo percorso è stato un po’ come stare sulle montagne russa, la prima stagione è stata influenzata dal Covid, mentre quest’anno ha avuto che fare con i regolamenti ibridi. Ott ha mostrato una vera leadership per spingere se stesso e il team ad ottenere miglioramenti e ritrovare la strada della vittoria. Ci mancherà, ma allo stesso tempo questa è un’opportunità per noi per riorganizzarci e ricostruire. Stavamo già lavorando alla costruzione del team per il 2023, quindi questa decisione (anche se non è quella che volevamo, ci apre diverse possibilità per la prossima stagione. Auguriamo a Ott e Martin, il meglio per il futuro”.

Più sintetico Ott Tanak, che ha commentato così l’addio a Hyundai: “Questa è una mia decisione personale, presa con molta attenzione e nel rispetto della squadra. Tuttavia, sono in un momento della mia carriera in cui ho bisogno di intraprendere una nuova sfida. Abbiamo avuto una buona collaborazione in questi tre anni, son soddisfatto di quanto abbiamo ottenuto. Abbiamo lavorato duramente nei periodi più duri, e abbiamo dimostrato di esserci mossi nella giusta direzione quest’anno. La seconda parte di stagione ha dimostrato che possiamo raggiungere un buon livello prestazionale quando le cose vanno bene, ma per me è arrivato il momento di far qualcosa di nuovo. Ringrazio il team per la compressione”.