,

Tanak cambia motore: 5 minuti di penalità al Rally Estonia

ott tanak estonia 2023

La sua auto è stata rimorchiata fino al parco assistenza di Tartu, dove i meccanici della M-Sport hanno indagato sul problema. Sebbene non sia stato possibile venire a conoscenza della tipologia di problema, perché in M-Sport non hanno voluto comunicarlo, è certo che fosse abbastanza significativo da richiedere un cambio di motore.

Ott Tänak inizierà la gara di casa valida per il Mondiale Rally con una penalità di 5′ poiché il suo motore ha dovuto essere sostituito prima della partenza del Rally Estonia. Tänak aveva stabilito il ritmo nel primo giro dello shakedown con la sua Ford Puma Rally1, ma non appena ha raggiunto il controllo dello stop ha segnalato un problema al motore.

La sua auto è stata rimorchiata fino al parco assistenza di Tartu, dove i meccanici della M-Sport hanno indagato sul problema. Sebbene non sia stato possibile venire a conoscenza della tipologia di problema, perché in M-Sport non hanno voluto comunicarlo, è certo che fosse abbastanza significativo da richiedere un cambio di motore. Secondo il regolamento sportivo del WRC, ciò significa che Tänak inizierà il rally con 5′ di penalità dopo il resto del gruppo e salvo miracoli non potrà ambire al successo della gara, lasciando speranze ulteriori a Kalle Rovanpera.

“Non lo sappiamo esattamente, ma quello che sappiamo è che si tratta di un problema al motore abbastanza significativo, quindi non abbiamo altra scelta che cambiarlo”, ha confermato Richard Millener. “Significherà che riceveremo una penalità prima di iniziare il rally, quindi l’inizio sarà davvero frustrante e forse il peggior inizio che potremmo mai potuto avere, ma va bene così, questa è la situazione in cui ci troviamo”.

“I regolamenti stabiliscono una penalità di cinque minuti, quindi questo ci metterà in grave svantaggio fin dall’inizio”, ha aggiunto Millener, “ma dobbiamo spostare l’attenzione su altro, non c’è nulla che possiamo cambiare su quello che è successo. Dobbiamo concentrarci su come salvare il più possibile il risultato finale. Ovviamente sarà molto difficile, ma non possiamo cambiare la situazione. Fa parte del gioco”.

La realtà ci dice che “M-Sport aveva qualche preoccupazione per il motore di Ott Tänak, che alla fine è stato cambiato, prima che affrontasse lo shakedown di giovedì”, ha rivelato Tänak, che al suo ritorno al PA ha dedotto che il motore doveva essere cambiato e che quindi sarebbe stato penalizzato. “Sembrava essere un motore nuovo e ovviamente al primo avviamento sembrava che non fossero sicuri di questo, stamattina mi è stato comunicato che potevano esserci dei problemi”, ha detto Ott. “Non eravamo sicuri se sarebbe arrivato o meno, quindi sì, sfortunatamente la realtà ci ha colpito più tardi”.

Alla domanda su quelle preoccupazioni che i membri del team avevano mercoledì, il capo del team M-Sport Richard Millener ha detto che “i ragazzi erano un po’ incerti su un paio di cose” ma avevano bisogno di una verifica per confermarlo. “Abbiamo usato tutto il tempo che avevamo per discutere e pensare a qualsiasi cosa potessimo fare e non c’era alcuna garanzia che ci fosse qualcosa di sbagliato in alcun caso”, ha spiegato Millener.