,

Tamara Molinaro ha un obiettivo: il WRC

Tamara Molinaro

Tamara Molinaro, ex campionessa europea femminile, ha conquistato sia il titolo Under 25 che quello femminile al Liburna Rally Terra, che ha concluso la stagione nazionale lo scorso fine settimana. Alla guida di una Citroën C3 Rally2 preparata dalle sapienti mani del papà Giorgio, la ragazza comasca spera di trovare uno sponsor per fare il passo più importante della sua carriera: il WRC.

La ventiquattrenne ha affrontato, fino ad ora, due volte il Rally di Svezia ed è finita ai margini della top-10 del WRC2 l’ultima volta nel 2019. Con più esperienza e più tempo al volante della Rally2, dopo i consigli del copilota Piercarlo Capolongo, si sente pronta a tornare al livello più alto dello motorsport.

“Il WRC è da sempre quello per cui sto spingendo – ha detto Tamara a WRC.com -. E’ bello gareggiare in casa, ma il WRC è dove tutto accade. So che devo trovare molti soldi per fare il passo, ma è quello su cui sto lavorando in questo momento. La mia famiglia gestisce l’auto e siamo una famiglia normale, quindi sappiamo che dobbiamo coinvolgere altri partner. L’obiettivo del WRC è quello giusto, secondo me”.

Il fidanzato della Molinaro è Craig Breen, pilota di punta di M-Sport Ford. La coppia ha gareggiato insieme in passato, anche a Rallylegend del mese scorso a San Marino, con una Ford Escort WRC, e lei stessa riconosce che non potrebbe avere un allenatore migliore.

“Questa è la più grande fortuna per me – ha detto -. Non abbiamo la possibilità di fare molti test, ma ogni volta che lo facciamo, è fantastico avere Craig con me in macchina che mi aiuta. Mi dà tanto supporto. Non smetto mai di fargli domande, voglio prendere quante più informazioni possibili da lui. Quando guido insieme a lui, sono come una spugna che assorbe tutto. Mentre leggo le note, cerco di guardare come guida l’auto e cosa fa. Quando siamo fuori dalla macchina, è così bello stargli vicino e ascoltare come parla con gli ingegneri e i tecnici. E vederlo vincere nel WRC mi fa venire voglia di arrivarci”.

E chissà che un giorno non possiamo vederli sfidarsi al volante di una WRC Plus. in bocca al lupo Tamara!