Takamoto Katsuta: ''Spero di poter essere più veloce il prossimo anno''

Takamoto Katsuta: ”Spero di poter essere più veloce il prossimo anno”

“Questo fine settimana è successo un po’ di tutto. No, non è stato per nulla facile, ma penso che abbiamo fatto un buon lavoro, al netto del mio piccolo errore di giovedì. È lì che ho perso la possibilità di fare un buon risultato per il rally e non è stato facile recuperare la fiducia venerdì mattina”. Così Takamoto Katsuta dopo il Rally di Monza che ha incoronato Sébastien Loeb.

Il giovanotto con gli occhi a mandorla, a ben vedere, ha solo commesso e pagato l’errore del giovedì sulla PS1, dove è rimasto impantanato. Ma poi ha condotto una gara all’attacco, senza mai risparmiarsi e senza mai perdere la concentrazione. “In ogni PS ho imparato qualcosa e ho potuto usare l’esperienza delle prove speciali precedenti in quelle successive. Così, ho sentito tornare la fiducia verso me stesso e ho capito che c’erano ancora margini di miglioramento”. E ha capito bene Takamoto Katsuta, o “Katsuto”, come tanti appassionati italiani lo hanno ribattezzato dopo questo exploit.

“Sabato è stata la giornata più difficile: il tempo stava cambiando e molto velocemente. Era incredibilmente scivoloso e c’erano tanti punti in cui non c’era per nulla grip. Sembrava di sciare, ma con un’auto da corsa. Ero felicissimo ogni volta che riuscivo a superarne uno. Domenica le condizioni erano ancora molto difficili, ma sono riuscito a fare segnare il miglior tempo sulla Power Stage. Dai, sto migliorando e sto crescendo, spero di poter essere più veloce il prossimo anno e ottenere qualche risultato in più”.