Articoli

ERC, Canarie: Zelindo Melegari alla resa dei conti

Movisport alla resa dei conti del Campionato Europeo Rally. Zelindo Melegari il portacolori della corsa continentale del sodalizio reggiano nella ERC-2, questo fine settimana sarà al via dell’ultimo atto della serie, il 44° rally delle Isole Canarie, a Las Palmas de Gran Canaria, divenuto l’ultima prova per via che è stato annullato il rally di Spa (Belgio) causa emergenza Covid-19, decisione presa in seguito all’aggravarsi della situazione sanitaria in Belgio.

Un cambio di programma nel plateau del campionato che potrebbe essere vincolante, per Melegari, nel tentativo di far suo il titolo, nella cui classifica adesso è secondo in classifica di otto punti dietro all’ungherese Erdi Jr.

Melegari, di nuovo affiancato da Manuel Fenoli, in una gara che ha già disputato due volte (un secondo posto l’anno scorso ed un rituro per rottura motore nel 2018) si presenterà di nuovo al volante della Alpine A110 RGT, esemplare preparato dalla francese Chazel Technologie Course, vettura che ha portato al debutto continentale al Rally Fafe Montelongo (Portogallo) ad inizio ottobre, scelta che in questo caso si ritiene efficace per affrontare gli asfalti isolani in mezzo all’atlantico per aggiudicarsi il titolo continentale.

“Tutto è ancora aperto – commenta Melegari alla vigilia dell’evento – otto punti di scarto dal leader non sono molti, ma sicuramente il fatto che non si corra in Belgio, quindi avendo una possibilità in meno per lottarcela, non è che ci lascia tranquilli. Abbiamo scelto di tornare sulla Alpine in quanto ritenuta efficace per affrontare l’asfalto delle Canarie, una gara che nel passato mi ha dato sensazioni forti e che quest’anno avrà di sicuro un’aria… “pesante” perché ci si giocherà il senso di un’intera stagione. Strategie? Una sola, quella di stare davanti al mio avversario, nulla altro”.

Alla gara sono iscritti in 70, con 46 equipaggi dell’ERC, a sottolineare la continua popolarità della serie continentale. Sono 17, le prove speciali da affrontare, per 201.790 chilometri cronometrati, sul totale del percorso che ne misura 559.310. Il via, con la cerimonia di partenza alle 20,30 di giovedì 26 novembre dall’Estadio de Gran Canaria, Las Palmas, mentre il via alle “ostilità2 sarà l’indomani, 27 novembre dalle 9,15 ed arrivo della prima tappa dalle ore 19,01. Start della seconda ed ultima tappa alle ore 09,00 di sabato 28 novembre l’arrivo finale sarà dalle 16,28.

Alpine A110 RGT debutta nell’ERC con Zelindo Melegari

Dopo aver stupito tutti al Rally Mont Blanc la Alpine A110 RGT – accreditata di ben 330 CV – farà il suo debutto nel Campionato Europeo Rally in occasione del nuovo appuntamento portoghese del Rally Fafe Montelongo su asfalto in programma nel primo weekend di ottobre.

La vettura curata dalla francese Chazel Technologie Course sarà portata in gara da Zelindo Melegari, attuale leader della classifica ERC2, categoria in cui rientrano anche le RGT. Da notare che il debutto nel campionato europeo della nuova vettura avviene esattamente a cinquant’anni di distanza dalla vittoria del titolo continentale 1970 della quasi omonima Alpine A110 1600 con Jean-Claude Andruet.

Il pilota emiliano, che abbandona così la sua Subaru, ed il team francese potrebbero disputare insieme anche i prossimi appuntamenti del ERC.

ERC 2: Zelindo Melegari è in testa alla serie continentale

Un ferragosto esaltante, per Movisport. Faticoso ma decisamente esaltante e costruttivo. Zelindo Melegari e Corrado Bonato impegnati al Rally Liepaja, in Lettonia, seconda prova del Campionato Europeo Rally (ERC) hanno consolidato la loro leadership nella classifica di ERC 2 ed anzi, hanno compiuto il primo e deciso allungo. Al via con la Subaru Impreza Sti Gruppo N di GB Motors Racing, reduci da un esaltante avvio stagionale a Roma, i portacolori Movisport hanno fornito una prestazione di alto livello, nonostante le difficoltà date da un rally estremamente particolare e selettivo, finendolo in quarta posizione di ERC 2 (il Gruppo N), al termine di due tappe rivelatesi difficili da interpretare e finendo l’impegno con il miglior riscontro cronometrico siglato nella prova speciale conclusiva.

Per Melegari, che aveva già disputato per tre volte il Rally Liepaja, assecondato alla perfezione da Bonato, l’impegno è stato costantemente in salita: la prima parte di gara è trascorsa a smaltire la “ruggine” del non correre su terra da un anno ed a sistemare soprattutto il set-up della Impreza su arterie sterrate caratterizzate da sabbia e da altissime velocità. La seconda tappa ha registrato una notevole progressione di sensazioni e pur “pagando” il debito di potenza della Impreza contro le Mitsubishi Lancer dei competitor, la missione è stata portata a termine nel modo migliore.

Adesso, prima dell’impegno, sempre su sterrato, delle isole Azzorre (il 17-19 settembre), Melegari e Bonato sono al comando della classifica continentale ERC 2 con 62 punti, quindi in più del lettone Feofanov (47 punti) e terzo è l’ungherese Erdi con 40 punti.

Zelindo Melegari guarda al futuro sognando l’ERC 2020

Movisport e Zelindo Melegari pensano positivo, guardando avanti. Pensano al “dopo” di questo momento di forte emergenza sanitaria, pensa a ripartire, a ricostruire, a riprendere il terreno perduto.

Il sodalizio reggiano guarda dunque in fondo al tunnel e vede un programma di ampio respiro internazionale, quello che è stato programmato per Zelindo Melegari, pilota di lungo corso ed anche membro del management è pronto per tornare a correre nel campionato di cui si è letteralmente innamorato dopo le partecipazioni nelle tre stagioni addietro, il Campionato Europeo Rally (ERC), tre annate in cui ha collezionato un secondo, un terzo ed un quinto posto nella ERC-2, il titolo riservato alle vetture di Gruppo N.

Il Campionato Europeo 2020 ha subìto una rimodulazione del calendario per problemi legati alla pandemia da COVID -19, al momento la prima gara in programma sarebbe il Rally Liepaja, in Lettonia, dal 29 al 31 maggio. Dopo essersi messo alle spalle il terribile incidente del Barum Czech Rally Zlín dello scorso agosto, Melegari si è messo immediatamente al lavoro per il ritorno, insieme al suo copilota Corrado Bonato, ed ha programmato di affrontare la massima serie continentale ERC2 con una Subaru Impreza Gruppo N della GB Motors Racing.

Sembra motivato, Melegari, che ha affermato ai microfoni del promoter ERC: “Sappiamo che il motorsport comporta rischi, chiunque corre lo sa a priori. Non potevamo fermarci, dovevamo continuare e siamo motivatissimi grazie alla passione per il nostro lavoro; oltre che uno sport, è un hobby. Se ti capita un incidente per strada, non cambi lavoro o smetti di guidare. Nel nostro sport dobbiamo semplicemente continuare a lavorare per la sicurezza, non sono preoccupato per gli effetti che può avere l’incidente. Nelle settimane prima della pandemia ho svolto un test e mi sono divertito”.

“Mi piacerebbe vincere la Classe ERC2, sarebbe una grande soddisfazione. Ma voglio trovare anche il feeling giusto con la vettura ed essere al vertice della categoria, speriamo solo che questa pandemia termini il più possibile e che tutti stiano bene. Corrado ha confermato di voler partecipare con me all’ERC, abbiamo una bella sintonia e anche lui non vece l’ora di iniziare”.

“Negli anni scorsi ho guidato auto diverse in ERC2, per il 2020 ho scelto la Subaru Impreza della GB Motors, una squadra assai preparata ad impegni importanti. La Impreza mi piace, mi trovo benissimo ed è facile da gestire. E’ la vettura di Gianluca Linari, anche lui portacolori di Movisport, con la quale vinse la Production Cup del WRC nel 2015”.

“Mi piace molto l’ERC, ci sono gare belle e impegnative. C’è una grande atmosfera tra tutti, oltre che un ottimo supporto da parte di Eurosport Events, che dà alla serie ampia visibilità mediatica; questo piace anche ai nostri sponsor, è una bella cosa per tutti i partecipanti”.

Andrea Nucita secondo ERC2, primo tra le Abarth dopo il Barum

Andrea Nucita secondo tra le Abarth 124 dopo il Barum Rally. Esattamente così, grazie a questo risultato Andrea Nucita si porta al secondo posto nella graduatoria del Campionato Europeo ERC2 e consolida la leadership nell’Abarth Rally Cup 2019. Sul podio il Polacco Dariusz Polonski, che rimane in lizza per la vittoria dell’Europeo e per l’Abarth Rally Cup.

L’Abarth 124 rally conquista il secondo successo consecutivo – terzo stagionale – nel Campionato Europeo ERC2 con l’equipaggio italiano di Andrea Nucita e Bernardo Di Caro, che si aggiudica la vittoria di categoria nel Barum Rally Zlin, sesta prova della serie continentale, disputata in Repubblica Ceca. Grazie a questa vittoria Nucita si è avvicinato alla testa della classifica del Campionato Europeo ERC2, nella quale ha ora un gap di soli 5 punti dal leader, l’argentino Juan Carlos Alonso.

Una gara molto impegnativa, tecnicamente molto difficile e insidiosa, con prove speciali velocissime che hanno permesso ancora una volta all’Abarth 124 rally di mostrare le sue performance e la sua competitività dominando la categoria davanti a vetture a trazione integrale e segnando, inoltre, ottimi riscontri cronometrici.

Nella prima parte di gara Nucita, alla guida dell’Abarth 124 rally del Team Bernini Rally, ha lottato per il primato con i polacchi Darius Polonski e Lukasz Sitek, con l’Abarth 124 rally del Team Rallytechnology, vincitori del precedente appuntamento europeo, il Rally di Roma Capitale.

L’equipaggio polacco, che si era attardato alla fine della prima tappa, è poi ripartito molto velocemente nella seconda conquistando il terzo posto finale, risultato che gli permette di mantenersi in lizza sia nel Campionato Europeo ERC2 sia nell’Abarth Rally Cup. Nonostante il ritiro per uscita di strada (VIDEO), l’italiano Zelindo Melegari, in coppia con Corrado Bonato, è ancora in corsa per il titolo Europeo, avendo un distacco dal primo di 12 punti.

Nell’Abarth Rally Cup Nucita ha rafforzato il suo primato e ora precede Polonski di 8 lunghezze, quando manca solo una gara al termine, il Rally di Ungheria, in programma dall’8 al 10 novembre.

Andrea Nucita (Team Bernini Rally): “E’ stata una gara veramente difficile: non è semplice gestire la leadership in prove speciali tanto veloci e insidiose, ma era indispensabile vincere per poter puntare al successo nei due campionati”.

Dariusz Polonski (Team Rallyetechnology): “Peccato per la prima tappa: stavamo viaggiando veramente veloci su queste strade che si adattano perfettamente alla caratteristiche dell’Abarth 124 rally. Il risultato ci tiene in gioco e puntiamo molto sulla gara finale”.

L’Abarth 124 rally torna in pista nel prossimo weekend con l’italiano Enrico Brazzoli, in coppia con Manuel Fenoli, nel prestigioso Rally di Germania, valido per il Mondiale WRC e per la Coppa FIA R GT. Brazzoli è nettamente in testa alla classifica del campionato delle Gran Turismo e potrebbe aggiudicarsi la Coppa già dopo la prossima gara.

Classifica del Campionato Europeo ERC2 dopo il Rally Barum Zlin: 1. Juan Carlos Alonso (ARG) Mitsubishi 114; 2. Andrea Nucita (ITA) Abarth 109; 3. Zelindo Melegari (ITA) Abarth e Mitsubishi 101; 4. Dariusz Polonski (POL) Abarth 94; 5. Mashari Altefiri (KWT) Mitsubishi 48.

Classifica dell’Abarth Rally Cup dopo il Rally Barum Zlin: 1. Nucita (ITA) 102; 2. Polonski-Sitek (POL) 94; 3. Monarri-Chamorro (SPA) 25; 4. Garcia Perez-Diaz Negrin (SPA) e Melegari-Bonato (ITA) 18; 6. Nitišs- Kulšs (LVA) 15.

Esclusivo: il video dell’incidente di Zelindo Melegari (VIDEO)

Zelindo Melegari era prontissimo e carico per affrontare il Barum Czech Rally. Doveva farlo sempre per i colori della Movisport, sempre con Corrado Bonato e sempre con l’Abarth 124 RGT, dopo le buone sensazioni avute durante il Rally Roma Capitale. E pareva andare tutto bene fino alla PS4 Halenkovice (di 13,66 chilometri), dove Zelindo Melegari ha compiuto un dritto. Un’uscita veloce, con un accenno di sterzata e la vettura che non risponde e va per la tangente.

Il driver classe 1966 ha accantonato la Mitsubishi Lancer Evo X R4, accusando uno “scarso feeling con la vettura”. Purtroppo, l’equipaggio Melegari-Bonato, nel corso della gara céca, ha avuto un brutto incidente, che ha causato fratture alle costole al pilota (5) e al copilota (3). I due hanno superato il trauma e hanno ritrovato il buon umore. All’equipaggio, i migliori auguri da parte della nostra redazione.

Zelindo Melegari: ‘Con l’Abarth per lottare alla pari’

Zelindo Melegari è prontissimo ad affrontare il Barum Zlin Rally. Lo farà sempre per i colori della Movisport, sempre con Corrado Bonato e sempre con l’Abarth 124 RGT, dopo le buone sensazioni avuto durante il Rally di Roma Capitale. Il driver classe 1966 ha infatti accantonato la Mitsubishi Lancer Evo X R4, accusando uno “scarso feeling con la vettura”. Durante la conferenza stampa, l’italiano ha così commentato il suo recente stato di forma.

“La 124 è 4 o 5 chili in meno e su asfalto è un vantaggio che la rende migliore. Sto ancora cercando il giusto setup: nelle ricognizione la macchina era forse troppo morbida, durante la qualfyng stage siamo riusciti a irrigidirla, senza avere grossi cambiamenti in termini di guidabilità”, dice.

Per il toscano è la seconda apparizione in Repubblica Ceca: “Sono qui per confermarmi in classifica generale – conclude – ma anche per mettermi in competizione con Polonski e Nucita, che saranno contro di me in RGT. La 124, oltre ai già citati vantaggi, è superiore al Lancer e mi permetterà di lottare alla pari per la vittoria di classe finale”.

ERC 2: Melegari lascia la Mitsubishi e debutta con la Abarth

Zelindo Melegari, attualmente secondo in classifica ERC 2, ha voglia di proseguire il trend positivo, il gentleman reggiano annuncia il cambio di macchina, passando dalla Mitsubishi Lancer Evolution alla Abarth 124 rally. Una scelta motivata dal fatto che con la berlina giapponese non è sbocciato il feeling auspicato mentre dall’altro lato cerca la competitività della vettura “dello scorpione”, per la quale la Casa madre ha stabilito anche un montepremi importante. Culla l’intento di attaccare, con la nuova macchina, Melegari ed allo stesso tempo, insieme a Corrado Bonato, di difendersi, contando proprio sulle performance che saranno rese possibili dalla 124.

“Ho provato la macchina la settimana scorsa, il cambiamento non è facile, tante cose nuove da imparare avendo corso prevalentemente coi Gruppi N la 124 è molto, ma molto diversa! Abbiamo lavorato sull’assetto cercando di adattarlo alle mie esigenze, poi vedremo in gara. Non sarà facile, gli avversari che la usano, la Abarth 124 conoscono già la macchina, è la quarta gara per loro, Andrea Nucita poi sappiamo è un pilota molto veloce, un professionista, conosce bene macchina e gara, il nostro obiettivo sarà fare strada per imparare la macchina e cercare di almeno lottare con il polacco Polonski e contro gli amici degli Emirati Arabi con la Mitsubishi. Perché il cambio vettura? Per due motivi, principalmente: non ho trovato il giusto feeling con la Lancer, vettura potente ma estremamente pesante, di conseguenza la 124 su asfalto con circa 4/500 chili in meno dovrebbe essere molto più competitiva. E poi c’è anche il montepremi Abarth, incentivo a proseguire il Campionato al meglio”.

Movisport porta Melegari e Bonato al Rally Poland

E’ l’ora di ribadire il proprio status “da podio”, per Movisport, nel Campionato Europe Rally (ERC) ed infatti, questo fine settimana Zelindo Melegari e Corrado Bonato saranno al via, per la prima volta, del 76° Rally di Polonia, quarto appuntamento del Campionato Europeo Rally (ERC), dove il target sarà quello di difendere il secondo posto nella classifica ERC 2, il Campionato del Gruppo N.

La coppia, con la Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N del team Neiksans Rallysport, con in mano “l’argento” provvisorio ad un solo punto dal leader Alonso e di quattro davanti all’altro italiano Andrea Nucita, avrà da sostenere una prova importante, vista certamente la qualità dei competitor da incontrare e vista anche la difficoltà della gara (il secondo rally più vecchio al mondo), sabbia e prove molto veloci, mai viste prima, nella zona di Mikolajki nel nord-est del Paese, la zona dei laghi.

“Passati indenni dalla sfiancante sfida in Lettonia – commenta Melegari – adesso ci aspetta un’altra gara mica da poco… ancora terra, sabbia, per la precisione, ancora prove veloci ed avversari come al solito tosti. Non sarà facile, siamo pronti ad affrontare di tutto e di più, ma temo che non sia abbastanza! Scherzi a parte, abbiamo di fronte un momento cruciale del campionato, cercheremo di sfruttare al meglio la Lancer in una gara che non abbiamo però mai corso”.

La Lettonia porta bene anche a Zelindo Melegari

Buona (anche) la seconda. Buona, la prestazione di Zelindo Melegari e Corrado Bonato al Rally Liepaja, in Lettonia, che ha confermato quindi Movisport sul tetto continentale. La Terza prova stagionale del Campionato Europeo Rally (ERC), ha visto i portacolori della compagine reggiana salire al secondo posto nella classifica ERC-2, il Campionato del Gruppo N.

La coppia, sulle rive del Mar Baltico, con la Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N del team Neiksans Rallysport, ha finito la gara, condizionata dalla pioggia, su fondo sterrato e prove speciali molto veloci e piene di ghiaia, in quarta posizione di ERC-2 nonostante la disavventura nel finale. Un finale “thrilling”, con una sospensione danneggiata dopo un “lungo” durante l’undicesima prova speciale che ha rischiato di farli ritirare. Per altre tre prove speciali, sino al termine della gara, hanno infatti dovuto gestire al meglio una situazione delicata per non perdere un’occasione importante di punti pesanti per il campionato.

Melegari e Bonato hanno tenuto duro, la robustezza comunque della Lancer ha fatto il suo dovere e così, dal terzo posto di classifica della vigilia della gara, la coppia è tornata via dal Baltico con in mano “l’argento” provvisorio da un solo punto dal leader Alonso e di quattro davanti all’altro italiano Andrea Nucita.

“Abbiamo preso altri 18 punti molto importanti – commenta Melegari – siamo saliti al secondo posto, nonostante il fuori programma della botta presa e nonostante anche il feeling con la macchina non sia ancora al meglio. Quindi non possiamo che essere soddisfatti. La gara era veloce, insidiosa, le velocità elevate e gli specialisti locali sono imprendibili, ma a noi interessavano i punti dell’europeo. Ci siamo difesi bene, credo, nonostante anche la pioggia che non ha certo aiutato e la cosa ha pagato. Adesso pensiamo alla prossima, in Polonia a fine giugno, ancora terra, sabbia, per la precisione, ancora prove veloci ed avversari come al solito tosti”.

ERC 2, Zelindo Melegari subito secondo alle Canarie

Movisport di nuovo sotto i riflettori continentali. Ciò grazie alla performance di Zelindo Melegari e Corrado Bonato, in gara lo scorso fine settimana al Rally Islas Canarias numero 43, con la Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N del team lettone Neiksans Rallysport.

Prima gara dell’anno e immediatamente podio, con la seconda posizione di ERC 2 (il Gruppo N), unico al traguardo nel bel mezzo delle più potenti vetture di classe GT. Con questa prestazione, Melegari e Bonato si sono subito “appropriati” del podio di campionato, salendo subito al terzo posto, con una gara in meno rispetto ai competitor.

Una prestazione di forza e determinazione, quella dell’equipaggio di Movisport, che ha avuto il suo bel daffare con alcune problematiche di ordine tecnico, nello specifico le difficoltà palesate al catalizzatore, che ha vincolato le prestazioni durante la prima fase di gara. Risolti i problemi, per il secondo giorno di sfide sono arrivati anche riscontri cronometrici importanti, in linea con i migliori della categoria, il che ha assicurato dunque il partire con la marcia giusta questa terza esperienza continentale per Melegari, vice campione di categoria nel 2017.