Articoli

ERC, Canarie: Zelindo Melegari alla resa dei conti

Movisport alla resa dei conti del Campionato Europeo Rally. Zelindo Melegari il portacolori della corsa continentale del sodalizio reggiano nella ERC-2, questo fine settimana sarà al via dell’ultimo atto della serie, il 44° rally delle Isole Canarie, a Las Palmas de Gran Canaria, divenuto l’ultima prova per via che è stato annullato il rally di Spa (Belgio) causa emergenza Covid-19, decisione presa in seguito all’aggravarsi della situazione sanitaria in Belgio.

Un cambio di programma nel plateau del campionato che potrebbe essere vincolante, per Melegari, nel tentativo di far suo il titolo, nella cui classifica adesso è secondo in classifica di otto punti dietro all’ungherese Erdi Jr.

Melegari, di nuovo affiancato da Manuel Fenoli, in una gara che ha già disputato due volte (un secondo posto l’anno scorso ed un rituro per rottura motore nel 2018) si presenterà di nuovo al volante della Alpine A110 RGT, esemplare preparato dalla francese Chazel Technologie Course, vettura che ha portato al debutto continentale al Rally Fafe Montelongo (Portogallo) ad inizio ottobre, scelta che in questo caso si ritiene efficace per affrontare gli asfalti isolani in mezzo all’atlantico per aggiudicarsi il titolo continentale.

“Tutto è ancora aperto – commenta Melegari alla vigilia dell’evento – otto punti di scarto dal leader non sono molti, ma sicuramente il fatto che non si corra in Belgio, quindi avendo una possibilità in meno per lottarcela, non è che ci lascia tranquilli. Abbiamo scelto di tornare sulla Alpine in quanto ritenuta efficace per affrontare l’asfalto delle Canarie, una gara che nel passato mi ha dato sensazioni forti e che quest’anno avrà di sicuro un’aria… “pesante” perché ci si giocherà il senso di un’intera stagione. Strategie? Una sola, quella di stare davanti al mio avversario, nulla altro”.

Alla gara sono iscritti in 70, con 46 equipaggi dell’ERC, a sottolineare la continua popolarità della serie continentale. Sono 17, le prove speciali da affrontare, per 201.790 chilometri cronometrati, sul totale del percorso che ne misura 559.310. Il via, con la cerimonia di partenza alle 20,30 di giovedì 26 novembre dall’Estadio de Gran Canaria, Las Palmas, mentre il via alle “ostilità2 sarà l’indomani, 27 novembre dalle 9,15 ed arrivo della prima tappa dalle ore 19,01. Start della seconda ed ultima tappa alle ore 09,00 di sabato 28 novembre l’arrivo finale sarà dalle 16,28.

Alpine A110 RGT debutta nell’ERC con Zelindo Melegari

Dopo aver stupito tutti al Rally Mont Blanc la Alpine A110 RGT – accreditata di ben 330 CV – farà il suo debutto nel Campionato Europeo Rally in occasione del nuovo appuntamento portoghese del Rally Fafe Montelongo su asfalto in programma nel primo weekend di ottobre.

La vettura curata dalla francese Chazel Technologie Course sarà portata in gara da Zelindo Melegari, attuale leader della classifica ERC2, categoria in cui rientrano anche le RGT. Da notare che il debutto nel campionato europeo della nuova vettura avviene esattamente a cinquant’anni di distanza dalla vittoria del titolo continentale 1970 della quasi omonima Alpine A110 1600 con Jean-Claude Andruet.

Il pilota emiliano, che abbandona così la sua Subaru, ed il team francese potrebbero disputare insieme anche i prossimi appuntamenti del ERC.

ERC 2: Zelindo Melegari è in testa alla serie continentale

Un ferragosto esaltante, per Movisport. Faticoso ma decisamente esaltante e costruttivo. Zelindo Melegari e Corrado Bonato impegnati al Rally Liepaja, in Lettonia, seconda prova del Campionato Europeo Rally (ERC) hanno consolidato la loro leadership nella classifica di ERC 2 ed anzi, hanno compiuto il primo e deciso allungo. Al via con la Subaru Impreza Sti Gruppo N di GB Motors Racing, reduci da un esaltante avvio stagionale a Roma, i portacolori Movisport hanno fornito una prestazione di alto livello, nonostante le difficoltà date da un rally estremamente particolare e selettivo, finendolo in quarta posizione di ERC 2 (il Gruppo N), al termine di due tappe rivelatesi difficili da interpretare e finendo l’impegno con il miglior riscontro cronometrico siglato nella prova speciale conclusiva.

Per Melegari, che aveva già disputato per tre volte il Rally Liepaja, assecondato alla perfezione da Bonato, l’impegno è stato costantemente in salita: la prima parte di gara è trascorsa a smaltire la “ruggine” del non correre su terra da un anno ed a sistemare soprattutto il set-up della Impreza su arterie sterrate caratterizzate da sabbia e da altissime velocità. La seconda tappa ha registrato una notevole progressione di sensazioni e pur “pagando” il debito di potenza della Impreza contro le Mitsubishi Lancer dei competitor, la missione è stata portata a termine nel modo migliore.

Adesso, prima dell’impegno, sempre su sterrato, delle isole Azzorre (il 17-19 settembre), Melegari e Bonato sono al comando della classifica continentale ERC 2 con 62 punti, quindi in più del lettone Feofanov (47 punti) e terzo è l’ungherese Erdi con 40 punti.