Articoli

WRC, test pre Rally di MonteCarlo: sfortunato Jari-Matti Latvala

Nelle Alpi Francesi, nei dintorni di Gap, si stanno svolgendo in questi giorni i primi test in vista del primo appuntamento 2019 del WRC: le case madri impegnate sono praticamente tutte, e tra queste ovviamente la Toyota Gazoo Racing. Il primo giorno di test è stato riservato ad Ott Tanak che ha successivamente ceduto il volante al compagno di squadra Jari-Matti Latvala: condizioni difficili, visto il brusco calo di temperature con fondo viscido, a tratti ghiacciato, in particolar modo nelle prime ore della mattina e verso sera.

Foglie, tagli e sporco la fanno da padrona, tutte situazioni che potrebbero presentarsi in caso di un “Monte” in versione asciutto; quindi i funamboli del WRC non possono tirarsi indietro e nei test, oltre che provare nuove soluzioni tecniche, possono spingere fino al limite proprio per cercarlo. Il finlandese pare tuttavia aver esagerato: sia ieri che oggi, infatti, è incappato in una doppia uscita di strada; quella odierna pare poca cosa rispetto alla precedente.

Nei test di giovedì 13, purtroppo, sia lui che il naviga Antilla Mikka, sono dovuti andare in ospedale per un controllo e rapidamente dimessi tanto già da correre oggi. Certo che non è un grande inizio di nuova stagione: a Latvala non manca certo la velocità, ma la costanza. I crash sono sempre stati il suo limite, speriamo sappia tirare un attimo i remi in barca e lottare nel 2019 per il mondiale piloti. Altrimenti, come quest’anno, dovrà fare da scudiero a Tanak che pare lanciatissimo nella sfida ad Ogier.

Domani, sabato 15 dicembre, sarà la volta di Kris Meeke, che si siederà per la seconda volta sul sedile della compatta giapponese: anche lui deve tener il piede destro a bada, avendo non solo perso un contratto con Citroen per la sua irruenza alla guida, ma all’esordio con Toyota era purtroppo finito fuori strada senza conseguenze. Insomma Tommi Makinen dovrà nel 2019 somministrare tanti the caldi tranquillizzanti altrimenti lasciar i tre piloti al loro destino potrebbe voler dire rischiare di non bissare il prestigioso campionato marche vinto, con merito, quest’anno.

WRC 2019, Teemu Suninen frusta la Fiesta WRC Plus (VIDEO)

In vista del Rally di MonteCarlo 2019, che si disputerà sulle tortuose strade del Principato di Monaco dal 24 al 27 gennaio, Teemu Suninen affila le armi. Si prepara ad una stagione da protagonista contro Hyundai, Toyota e Citroen. Il bravo pilota finlandese ha fatto il suo esordio nel WRC al Rally di Finlandia 2014 guidando una Citroën DS3 R3 e in quella stessa gara vinse la classe WRC 3. Per questo risultato venne notato dalla Toyota Motorsport di Colonia che gli fece firmare un contratto per correre nel TMG Junior Driver Development Program, team minore della casa giapponese.

L’accordo gli permise di affrontare il mondiale WRC nel 2015 con il Team Oreca (scuderia francese) avendo la possibilità di effettuare cinque gare con una wild card, inizialmente con una Citroën DS3 R3 e successivamente alla guida di una Ford Fiesta R5. Ha partecipato ad altre due gare, guidando una Skoda Fabia S2000 per la scuderia dell’ex-pilota Toni Gardemeister, il TGS Worldwide OU. Ottenne una  vittoria in classe WRC 3 al Rally d’Italia-Sardegna con la DS3 e una vittoria di classe WRC 2 nell’appuntamento finale in Galles con la Skoda.

WRC, Rally MonteCarlo: Ott Tanak testa la Yaris WRC Plus (VIDEO)

In vista del Rally di Monte-Carlo 2019, che si disputerà sulle tortuose strade del Principato di Monaco, Ott Tanak affila le armi. Si prepara ad una stagione da protagonista contro Hyundai, Ford e Citroen. Il forte pilota estone ha vinto nel 2008 e nel 2009 il Campionato Estone Rally, correndo nel team MM-Motorsport di Markko Märtin. Nel frattempo ha debuttato nel Campionato del Mondo Rally classificandosi 20º assoluto nel Rally del Portogallo del 2009.

Sempre nel 2009 ha preso parte e vinto il Pirelli European Star Driver Shootout, ottenendo la possibilità di correre nel 2010 in alcune tappe del mondiale con una Mitsubishi Lancer Evo X. Nel contesto della categoria PWRC ha conseguito due vittorie di classe in Finlandia e in Gran Bretagna e un secondo posto in Francia, chiudendo quarto nella relativa classifica finale.

Nel 2011 ha iniziato a guidare una Ford Fiesta S2000, preparata dal team di Markko Martin. Nel rally del Messico ha ottenuto il primo punto iridato, mentre per quanto riguarda la categoria S2000 (SWRC) ha terminato al terzo posto in Messico e in Finlandia e ha vinto i rally di Sardegna, Germania e Francia, giungendo secondo nella classifica del campionato alle spalle di Juho Hänninen. In occasione dell’ultimo rally stagionale, in Gran Bretagna, ha guidato una Ford Fiesta RS WRC per il team M-Sport.

Jari-Matti Latvala testa la Yaris WRC Plus pre MonteCarlo (VIDEO)

In vista del Rally MonteCarlo 2019, che si disputerà sulle tortuose strade del Principato di Monaco dal 24 al 27 gennaio, Jari-Matti Latvala affila le armi. Si prepara ad una stagione da protagonista contro Hyundai, Ford e Citroen. Latvala ha colto il suo primo podio al Rally d’Irlanda 2007 ed è il più giovane pilota di sempre ad aver vinto un rally del WRC, il rally di Svezia 2008. È noto al pubblico per la sua particolare aggressività nella guida che gli rende molti complimenti ed il paragone con il grande Colin McRae.

Jari-Matti Latvala iniziò a guidare a soli quattro anni un’automobile a motore per bambini nel cortile di casa ma il suo modo di guidare fu così spericolato che la vettura non durò a lungo. All’età di sei anni approcciò il mondo dei kart e la sua prima gara la disputò il 20 settembre 1992 a Vaasa; i risultati furono perlopiù positivi e continuò a guidare sino all’estate del 2000. Nel 1993 suo padre Jari, a sua volta ex pilota di rally, acquistò per lui una Ford Escort MK1, piuttosto debole di motore e molto usata, che permise però a Jari-Matti di imparare a guidare delle vere automobili ed iniziare a coltivare il suo sogno di diventare un pilota di rally.

World Rally Championship: evoluzione dal 1973 al 2017 (VIDEO)

Come eravamo e come siamo diventati? In questo spettacolare ed esilarante video, ecco una transposizione di passato e presente. La meravigliosa evoluzione tecnologica e regolamentare dei rally dal 1973 al 2017. Il Campionato del Mondo Rally, o World Rally Championship o anche WRC, è la massima competizione mondiale per auto da rally.

Inizialmente venne istituito il Campionato Internazionale Costruttori per vetture da rally che nacque nel 1970. Nel 1973 il nome fu cambiato in Campionato del Mondo Rally. Nel 1977 e 1978 venne assegnata una Coppa Internazionale Fia per Piloti, mentre dal 1979 venne istituito anche un vero e proprio Campionato Mondiale per piloti.

Il campionato comprende una serie di gare a tappe che si disputano in vari Paesi del mondo da fine gennaio a inizio novembre: ogni gara è composta da un certo numero di prove cronometrate, dette prove speciali, generalmente suddivise in tre giornate di gara (solitamente venerdì, sabato e domenica).