Articoli

Sebastien Loeb vince il Rally di Spagna

Il meglio di Sébastien Loeb in 15 anni di Citroen Racing

Un video bellissimo e appassionante che racchiude alcuni dei momenti più importanti della meravigliosa carriera di Sébastien Loeb e Daniel Elena.

Rumors, Valtteri Bottas flying finn: si scoprirà a gennaio all’Arctic Rally

Valtteri Bottas si lascia stregare dalla magia dei rally e si tuffa a capofitto nella nuova, per lui, specialità: parteciperà il 24 e 25 gennaio 2019 all’ Artic Lapland Rally, gara che apre il campionato finlandese. Si cimenterà in un Rally tutt’altro che facile: neve e ghiaccio la fanno da padrone per quello che assomiglia molto essere un appuntamento del WRC, ovvero il Rally di Svezia. non è, infatti, la prima volta che chi voglia fare dei test o esperienza in vista della tappa mondiale, corra questo appuntamento. Lo fece Gronholm così come Sordo senza dimenticare Mikkelsen e Lappi, quest’ultimo vincitore nel 2012 con una Ford Fiesta S2000.

Tuttavia il pilota di Formula1 della scuderia Mercedes salta le tappe e corre a pie’ pari immediatamente su una Ford Fiesta WRC: dall’annuncio che viene dato dallo stesso driver e dalla foto inserita nella locandina di presentazione pare essere una Plus identica a quella con cui Sebastien Ogier ha vinto gli ultimi due mondiali. Insomma, anche se Bottas è sicuramente abituato alle velocità supersoniche delle monoposto, non sarà una passeggiata guidare un mostro da 380 cavalli sul fondo scivoloso che caratterizza l’Artic. Forse, anzi sicuramente, per questo il navigatore scelto sarà Timo Rautiainen, storico copilota del due volte campione del mondo Marcus Gronholm: potrà spiegargli tutti i segreti di come usare una vettura da rally a chi ne è a totale digiuno.

Valtteri si dice entusiasta dell’opportunità concessagli dall’AKK-Motorsport’s e non si tira indietro: “Siccome sono un pilota, andrò sempre flat out con qualsiasi mezzo sul quale io sia seduto”. Non male come intenzionie del simpatico finlandese. Dal canto suo Timo si dice entusiasta di questa sfida che non poteva non accettare, pur avendo navigato solo tre piloti fino ad oggi, ma ad un talento come Bottas non si poteva dire di no: “Sono sicuro che già dai test Valtteri riuscirà a far bene, la mia vera sfida sarà insegnargli a dettare le note e guidare con le stesse per avere un ottimo risultato in gara”. Pare quindi che l’antipasto sia ben servito, ora attendiamo il pranzo intero con la rivelazione della livrea che porterà i colori bianco e blu del Team che si prefigge di ricordare i “Flying Finn” e questa gara è uno dei tanti step che vuole affrontare l’AKK Motorsport.

Missione Lapponia, quindi, per cominciare, e presenza di questa livrea in tutto il campionato finlandese ed anche nella tappa mondiale del Neste Rally Finland. Un programma davvero coi fiocchi. Ci auguriamo che Bottas prenda il vizio di tanti altri piloti di Formula1 che sono poi diventati assidui frequentatori dei campi di gara sia in veste di piloti che di appassionati: uno su tutti “Iceman” Kimi Raikkonen che si era addirittura spinto a lasciare il circus, per far coppia con Sebastien Loeb sulle Citroen ufficiali. Sicuramente a distanza Kimi osserverà i risultati del rivale finlandese con il quale ha avuto più di uno screzio in pista: magari torna anche al driver Alfa Sauber la voglia di rally. O almeno noi lo speriamo.

 

Valentino Rossi e la Ford Fiesta WRC Plus ‘ammazzano’ il Monza Rally Show

Valentino Rossi ‘non-va-lentino’ e ‘ammazza’ il Monza Rally Show 2018. O almeno la prima  giornata. Dopo due PS, il campione del mondo di motociclismo, al volante della Fiesta WRC Plus, è primo seguito da Suninen, anche lui su Fiesta WRC Plus, a 7”1. Terzo è uno straordinario Perico, con la Fiesta WRC a 14”1, che si lascia alle spalle Cairoli e la Hyundai WRC a 14”6, Salucci e la Fiesta WRC Plus a 17”5, Bonanomi e la Fiesta WRC a 19”4, Crugnola con la Fiesta R5 a 20”4, Re e la debuttante Volkswagen Polo R5 a 21”9, Rossetti e la Hyundai R5 a22”7 e Brivio e la Fiesta WRC Plus a 23”0.

Domenica 8 dicembre sono le storiche ad aprire le partenze del Monza Rally Show, ordinati tutti in ordine di classifica inverso: a partire per primo è Andrea Nucita, che non è riuscito a partire sabato 7 e l’ultimo è Alex Caffi. Le moderne partono raggruppati in classi, rispettando l’ordine di classifica del primo giorno, ma sempre invertito. Si comincia con la R2B, con il numero 118, Paolo Porta, e si prosegue con la R3T, R3C, R5 (parte per ultimo il leader Andrea Crugnola) e la WRC con le WRC Plus. L’ultimo a partire è il primo,Valentino Rossi.

Lotte assolute e di classe a Monza

Madiamo uno sguardo ai tempi della giornata di sabato. Tra le autostoriche è in testa Caffi su Porsche, seguito da Riolo su Subarua 2”4, Musti su Porsche a 4”8, Bianchini su Lancia 037 a 8″1 e Lucky su Delta a 19”1. Tra le WRC Plus il leader è Rossi, seguitoda Suninen, Salucci e Brivio. Nella classe WRC il più veloce è Perico, con alle spalle Cairoli a 0”5, Bonanomi a 5”3, Yates e la Fiesta WRC a 10”6, Longhi e la Hyundai i20 R5 a 11”5. Tra le R5 guida Crugnola, seguito da Re a 1”5, Rossetti a 2”3, Tosini su Skoda Fabia a 4”1 e Basso su un’altra Fabia a 6”3.

Tra le ‘piccoline’ della R2B, il migliore è De Tommaso, secondo è Ciuffi a 21”6, con dietro Grezzini a 35”5, Ghirri a 37”8 e Guerra a 1’05”7. Nella R3 il migliore è Vittalini su Citroen, che respinge gli attacchi di Pederzani su Clio R3C a 23”7, Santalucia e l’altra Clio R3C a 32”0, Mores e la Clio R3C a 1’19”7 e Maspoli e la Toyota a 1’26”8.

Monza Rally Show: classifiche dopo PS2

Di seguito pubblichiamo la classifica assoluta del Monza Rally Show aggiornata dai cronometristi di Como dopo la PS2.

1 1 1 46ROSSI Valentino
CASSINA Carlo
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC PLUS
WRCP
8’01.6
2 2 2 5SUNINEN Teemu
SALMINEN Marko
 FIN
 FIN

FORD FIESTA WRC PLUS
WRCP
8’08.7 7.1
7.1
3 1 1 2PERICO Alessandro
TURATI Mauro
 ITA
 ITA
P.A. RACING
FORD FIESTA WRC
WRC16
8’15.7 14.1
7.0
4 2 2222CAIROLI Antonio
MORI Eleonora
 ITA
 ITA

HYUNDAI I20 WRC
WRC16
8’16.2 14.6
0.5
5 3 3 64SALUCCI Alessio
DOTTA Mitia
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC PLUS
WRCP
8’19.1 17.5
2.9
6 3 3 3BONANOMI Marco
PIROLLO Gigi
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC
WRC16
8’21.0 19.4
1.9
7 1 1 49CRUGNOLA Andrea
NICASTRI Mattia
 ITA
 ITA
TOP RALLY
FORD FIESTA
R5
8’22.0 20.4
1.0
8 2 2 55RE Alessandro
FLOREAN Fulvio
 ITA
 ITA
ETRURIA
VW POLO
R5
8’23.5 21.9
1.5
9 3 3 34ROSSETTI Luca
MINCHELLA Andrea
 ITA
 ITA
MOTOR IN MOTION
HYUNDAI i20
R5
8’24.3 22.7
0.8
10 4 4 63BRIVIO Roberto
BRIVIO Luca
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC PLUS
WRCP
8’24.6 0’05
0’05
23.0
0.3
11 4 4 56TOSINI Luca
PEROGLIO Roberto
 ITA
 ITA
HISTORIKA
SKODA FABIA
R5
8’26.1 24.5
1.5
12 4 4 10YATES Rhys
GIRAUDET Denis
 GBR
 FRA

FORD FIESTA WRC
WRC16
8’26.3 24.7
0.2
13 5 5 1LONGHI Piero
SANTINI Gianmaria
 ITA
 ITA
TWISTER ITALIA
HYUNDAI I20 WRC
WRC16
8’27.2 25.6
0.9
14 5 5 51BASSO Giandomenico
FRANZI Mirko
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’28.3 26.7
1.1
15 6 6 91PINZANO Corrado
CERUTTI Mario
 ITA
 ITA
P.A. RACING
SKODA FABIA
R5
8’30.1 28.5
1.8
16 7 7 47REDUZZI Damiano
MAIFREDINI Giovanni
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’30.3 28.7
0.2
17 8 8 54SCATTOLON Giacomo
NOBILI Matteo
 ITA
 ITA
P.A. RACING
SKODA FABIA
R5
8’30.4 28.8
0.1
8 8 57BOSCA Alessandro
ARESCA Roberto
 ITA
 ITA
TURISMOTOR’S
FORD FIESTA
R5
8’30.4 28.8
8 8 43BERETTA Matteo
CARRARA Fabrizio
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’30.4 28.8
20 11 11 11ANDREUCCI Paolo
ANDREUSSI Anna
 ITA
 ITA

PEUGEOT 208
R5
8’31.8 30.2
1.4
21 12 12 80MABELLINI Andrea
LENZI Virginia
 ITA
 ITA
MIRABELLA MILLE MIGLIA
HYUNDAI i20
R5
8’32.6 31.0
0.8
22 13 13 62RE Felice
BARIANI Mara
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’34.2 32.6
1.6
23 6 6 6D’ASTE Stefano
D’ASTE Linda
 ITA
 ITA
D-MAX SUISSE
CITROEN DS3 WRC
WRC16
8’36.0 34.4
1.8
6 6 14PURICELLI Mirko
MAGNI Matteo
 SUI
 ITA
D-MAX SUISSE
CITROEN DS3 WRC
WRC16
8’36.0 34.4
25 14 14 42BIOLGHINI Pablo
ROCCHI Silvia
 ITA
 ITA
P.A. RACING
SKODA FABIA
R5
8’36.3 34.7
0.3
26 8 8 20CRESSONI Matteo
ZORTEA Marco
 ITA
 ITA

CITROEN DS3 WRC
WRC16
8’36.7 35.1
0.4
27 9 9 4SPINELLI Marco
VIMERCATI Andrea
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC
WRC16
8’37.4 35.8
0.7
28 15 15 60FREGUGLIA Giuseppe
BOLLITO Lisa
 ITA
 ITA
NEW TURBOMARK RALLY TEAM
SKODA FABIA
R5
8’38.7 37.1
1.3
29 16 16 52BABINI Fabio
ZANCHETTA Giulia
 ITA
 ITA
POWER CAR TEAM
PEUGEOT 208
R5
8’39.7 38.1
1.0
30 17 17 93TESTA Giuseppe
BIANCO Beniamino
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’39.8 38.2
0.1
31 18 18 31BALLINARI Ivan
TOGNI Andrea Sasha
 SUI
 SUI

SKODA FABIA
R5
8’40.1 38.5
0.3
32 10 10 9DELLA CASA Lorenzo
POZZI Domenico
 SUI
 ITA

FORD FIESTA WRC
WRC16
8’40.3 38.7
0.2
33 19 19 44GIANESINI Marco
BERGONZI Marco
 ITA
 ITA
TOP RALLY
SKODA FABIA
R5
8’40.9 39.3
0.6
34 20 20 37TEMPESTINI Simone
BOCCARDO Michele
 ROM
 ITA
WRT WINNERS RALLY TEAM
HYUNDAI i20
R5
8’41.0 39.4
0.1
35 21 21 65ARAGNO Francesco
SEGIR Andrea
 ITA
 ITA
RACING FOR GENOVA
SKODA FABIA
R5
8’42.0 40.4
1.0
36 11 11 8BARTYAN Michele
POZZOLI Riccardo
 ITA
 ITA

HYUNDAI I20 WRC
WRC16
8’42.1 40.5
0.1
37 22 22 82POGNA Michael
BALLARINI Francesco
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’43.7 42.1
1.6
38 23 23 41GILARDONI Kevin
BONATO Corrado
 ITA
 ITA
MOVISPORT
HYUNDAI i20
R5
8’46.7 0’20
0’20
45.1
3.0
39 24 24 86FUMAGALLI Simone
ORIO Mattia
 ITA
 ITA
TWISTER ITALIA
FORD FIESTA
R5
8’47.1 45.5
0.4
40 25 25 96DALMAZZINI Andrea
CIUCCI Giacomo
 ITA
 ITA
X RACE SPORT
FORD FIESTA
R5
8’47.2 45.6
0.1
41 26 26 81TAGLIANI Michele
MUSTI Claudia
 ITA
 ITA
EUROSPEED
SKODA FABIA
R5
8’47.3 45.7
0.1
42 27 27 39MESSORI Dario
LAVAZZA Christian
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’47.8 0’05
0’05
46.2
0.5
43 28 28 97LEO Federico
CRISTOFOLI Zoe
 ITA
 ITA

SKODA FABIA
R5
8’48.2 46.6
0.4
44 29 29 50GIORGIONI Stefano
IMPERIO Nicolo’
 ITA
 ITA
METECO CORSE
SKODA FABIA
R5
8’48.4 46.8
0.2
29 29105VALSECCHI Davide
ZANIN Paolo
 ITA
 ITA
GDA COMMUNICATION
FORD FIESTA
R5
8’48.4 46.8
46 31 31 67ARZA’ Claudio
MORICONI Massimo
 ITA
 ITA
P.A. RACING
PEUGEOT 208
R5
8’49.9 0’05
0’05
48.3
1.5
47 32 32 36OGLIARI Giacomo
GRANAI Lorenzo
 ITA
 ITA
WRT WINNERS RALLY TEAM
CITROEN C3
R5
8’51.4 49.8
1.5
48 12 12 22REED Chad Mark
ARENA Nicola
 AUS
 ITA

HYUNDAI I20 WRC
WRC16
8’52.1 0’05
0’05
50.5
0.7
49 33 33 45TENCHINI Giampaolo
FERRAGLIO Matteo
 ITA
 ITA

HYUNDAI i20
R5
8’52.7 0’05
0’05
51.1
0.6
50 34 34 84PAPALEO Renato
FERRARO Ezio
 ITA
 ITA
TWISTER ITALIA
FORD FIESTA
R5
8’53.3 0’05
0’05
51.7
0.6
51 13 13 12UZZENI Pier Franco
BONDESAN Fausto
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC
WRC16
8’53.4 51.8
0.1
52 35 35 35DANESI Juri
TROLESE Mario Alessandro
 ITA
 ITA
P.A. RACING SRL
SKODA FABIA
R5
8’56.6 55.0
3.2
14 14 7ZANAZIO Guido
RICCI Gianluca
 ITA
 ITA
MOVISPORT
FORD FIESTA WRC
WRC16
8’56.6 55.0
54 36 36 38MODANESI Andrea
PAGANONI Giulia
 ITA
 ITA
EUROSPEED
FORD FIESTA
R5
8’57.0 55.4
0.4
55 15 15 16FONTANA Fabrizio
SAVASTANO Simona
 ITA
 ITA

FORD FIESTA WRC
WRC16
8’57.4 55.8
0.4
56 37 37 95FASSIO Fredrik
ROSSELLO Andrea
 ITA
 ITA
METECO CORSE
FORD FIESTA
R5
8’57.8 56.2
0.4
37 37 66RIZZO Marcello
ZAGAMI Giuseppe
 ITA
 ITA
NEW TURBOMARK RALLY TEAM
SKODA FABIA
R5
8’57.8 56.2
37 37 85RE Barsanofio
LUCA Monica
 ITA
 ITA
P.A. RACING
SKODA FABIA
R5
8’57.8 56.2
59 40 40 32POTENTE Luca
PANNUNZIO Simone
 ITA
 ITA
METECO CORSE
FORD FIESTA
R5
8’58.9 57.3
1.1
60 41 41 40SABBADINI Alessandro
COLOMBO Nicola
 ITA
 ITA
GIESSE PROMOTION
FORD FIESTA
R5
8’59.2 57.6
0.3
61 42 42 87AMOS Eugenio
MOMETTI Roberto
 ITA
 ITA

HYUNDAI i20
R5
9’02.2 1’00.6
3.0
62 43 43 48TERRINI Sergio
RUGGERI Roberto
 ITA
 ITA
TWISTER ITALIA
FORD FIESTA
R5
9’04.1 1’02.5
1.9
63 44 44 90MEDA Guido
MEDA Pietro
 ITA
 ITA

FORD FIESTA
R5
9’05.9 1’04.3
1.8
64 45 45 69COLOMBO Massimo
SALA Matteo
 ITA
 ITA
NICO RACING
CITROEN DS3
R5
9’06.2 1’04.6
0.3
65 46 46 58RICCIO Davide
ROSSETTO Andrea
 ITA
 ITA
TURISMOTOR’S
FORD FIESTA
R5
9’10.0 0’20
0’20
1’08.4
3.8
66 47 47 98PROH Alessandro
VALLIVERO Paolo
 SUI
 SUI

FORD FIESTA
R5
9’10.2 1’08.6
0.2
67 48 48101DEGANI Michele
MARAI Daniele
 ITA
 ITA
TWISTER ITALIA
SKODA FABIA
R5
9’11.4 1’09.8
1.2
48 48 59CATTANEO Luca
MARCHIONI Gianluca
 ITA
 ITA
ABS SPORT
SKODA FABIA
R5
9’11.4 1’09.8
69 50 50 94BONACINI Alessand
NOVELLI Dario
 ITA
 ITA

PEUGEOT 208
R5
9’11.6 1’10.0
0.2
70 51 51 61VENICA Giorgio
CIANI Monica
 ITA
 ITA
MOTOR IN MOTION
HYUNDAI i20
R5
9’13.1 1’11.5
1.5
71 52 52 83CARIGI Mirko
CORSO Chiara
 ITA
 ITA
RALLY SPORT EVOLUTION
FORD FIESTA
R5
9’19.6 0’05
0’05
1’18.0
6.5
72 53 53 92BELLI Marco
LUCCHETTI Marco
 ITA
 ITA
GDA COMMUNICATION
FORD FIESTA
R5
9’21.4 1’19.8
1.8
73 54 54 53PELLINEN Aku
LAIHO Juha
 FIN
 FIN

SKODA FABIA
R5
9’21.8 1’20.2
0.4
74 55 55 89BELUME’ Vittorio
FILIPPINI Riccardo
 ITA
 ITA
EFFERRE MOTORSPORT
FORD FIESTA
R5
9’26.5 1’24.9
4.7
75 56 56 88MANOLE Mihai
DORCA Florin
 ROM
 ROM
EUROSPEED
FORD FIESTA
R5
9’28.2 1’26.6
1.7
76 1 1121VITTALINI Alex
MAGGIONI Angelo Adalbert
 ITA
 ITA

CITROEN DS3 MAXI
R3T
9’31.5 1’29.9
3.3
77 57 57 30PATERA Silvano
REGIS Franca
 ITA
 ITA
MOVISPORT
SKODA FABIA
R5
9’33.9 1’32.3
2.4
78 58 58103STEFAN Francesco
AGOSTINETTO Ivan
 ITA
 ITA
XMOTORS
FORD FIESTA
R5
9’38.6 1’37.0
4.7
79 59 59 99SOMASCHINI Rachele
MARCHETTI Sergio
 ITA
 ITA
RS TEAM
PEUGEOT 208
R5
9’39.9 0’05
0’05
1’38.3
1.3
80 60 60 68FIORE Nicola
DELLA MAGGIORA Pierluigi
 ITA
 ITA
EVENTI SPORT RACING
SKODA FABIA
R5
9’44.6 1’43.0
4.7
81 61 61104CIANFANELLI Nicholas
VITALI Davide
 ITA
 ITA
NICO RACING
FORD FIESTA
R5
9’49.1 1’47.5
4.5
82 1 1115DE TOMMASO Damiano
ASCALONE Giorgia
 ITA
 ITA
POWER CAR TEAM
PEUGEOT 208
R2B
9’49.4 1’47.8
0.3
83 2 2125PEDERZANI Riccardo
BATTAGLIA Lino
 ITA
 ITA
NEW TURBOMARK RALLY TEAM
RENAULT CLIO
R3C
9’55.2 1’53.6
5.8
84 62 62100MILIOLI Manuel
MALETTI Silvia
 ITA
 ITA
MARANELLO CORSE
PEUGEOT 208
R5
10’00.6 1’59.0
5.4
85 3 3123SANTALUCIA Maurizio
PAZZAGLINI Simone
 ITA
 ITA
PISTOIA CORSE
RENAULT CLIO
R3C
10’03.5 2’01.9
2.9
86 2 2116CIUFFI Tommaso
GONELLA Nicolo’
 ITA
 ITA

PEUGEOT 208
R2B
10’11.0 2’09.4
7.5
87 3 3114GREZZINI Mauro
BELTRAMI Giovanni
 ITA
 ITA
METECO CORSE
PEUGEOT 208
R2B
10’24.9 0’05
0’05
2’23.3
13.9
88 63 63102PELETTO Stefano
BARRERA Massimo
 ITA
 ITA
EUROSPEED
SKODA FABIA
R5
10’29.3 0’05
0’05
2’27.7
4.4
89 4 4124MORES Ercole
FRIGERIO Giovanni
 ITA
 ITA

RENAULT CLIO
R3C
10’51.2 2’49.6
21.9
90 4 4112GHIRRI Massimo
CANGINI Fabio
 ITA
 ITA
B.R.T. BEST RACING TEAM
PEUGEOT 208
R2B
10’53.2 2’51.6
2.0
91 5 5111GUERRA Marco
PALUDETTI Simone
 ITA
 ITA
MOTOR IN MOTION
PEUGEOT 208
R2B
10’55.1 2’53.5
1.9
92 5 5122MASPOLI Luca
MENCHINI Marco
 SUI
 ITA
EUROSPEED
TOYOTA GT86
R3C
10’58.3 0’05
0’05
2’56.7
3.2
93 6 6120ANTONUCCI Roberto
ANTONUCCI Herbert
 ITA
 ITA
WINNERS RALLY TEAM
CITROEN DS3 MAXI
R3T
11’39.7 3’38.1
41.4
94 64 64 23SALVADORI Luca Maurizio
VAGAGGINI Alberto
 ITA
 ITA
GASS RACING
FORD FIESTA
R5
11’43.7 3’42.1
4.0
95 7 7126MELINO Marco
RATNAYAKE Harshana
 ITA
 ITA
RALLY SPORT EVOLUTION
RENAULT CLIO
R3C
12’45.5 4’43.9
1’01.8
96 6 6119PEROSINO Patrizia
VERZOLETTO Veronica
 ITA
 ITA
TWISTER ITALIA
PEUGEOT 208
R2B
13’00.9 4’59.3
15.4
97 7 7118PORTA Davide
TIRONE Elio
 ITA
 ITA
WINNERS RALLY TEAM
PEUGEOT 208
R2B
13’48.1 0’05
0’05
5’46.5
47.2
Miele-Beltrame ancora una volta vincitori alla Ronde Monte Caio

Miele-Beltrame, croce e delizia del Monte Caio

La nebbia non ferma Mauro Miele e Luca Beltrame: il pilota varesino ed il navigatore alessandrino, su Citroen DS3 di classe WRC, hanno conquistato per la quarta volta la Ronde Monte Caio, dominando questa nona edizione caratterizzata, appunto, dalla presenza di una nebbia a tratti davvero fitta. Favorito della vigilia, l’equipaggio di Top Rally ha subito preso il comando delle operazioni, conquistando il successo nelle prime tre prove speciali e legittimando il successo con una condotta impeccabile. La prima frazione, chiusa con Razzini-Taufer ad appena mezzo secondo, ha fatto pensare che la gara sarebbe vissuta su un duello tra i due, ma un testa-coda di Razzini sulla seconda prova ha permesso ai due in gara sulla Citroen DS3 di scavare il solco decisivo.

Vinta anche la terza prova, Miele-Beltrame hanno poi gestito il vantaggio – dilatatosi a 43″ per una penalità inflitta alla Skoda Fabia per salto di chicane -, lasciando ai rivali l’effimera gioia dell’ultimo successo parziale. “E’ stata una gara molto difficile e stressante per questa nebbia che ha reso ogni prova più difficile della precedente – ha esultato sotto la bandiera a scacchi l’esperto pilota lombardo -. Non è stata facile, come sempre qui al Monte Caio, ma sono felice perché, per la prima volta in carriera, arrivo a quota quattro successi in una gara”. Positiva ma non priva di qualche recriminazione la gara del parmigiano Marcello Razzini, per l’occasione affiancato dal trentino Daniel Taufer. All’esordio sulla Skoda Fabia – HK Racing di classe R5, il portacolori di Collecchio Corse si è espresso subito su livelli velocistici di tutto rispetto, ergendosi ad unico, potenziale rivale di Miele-Beltrame.

L’errore sulla seconda prova ha privato Razzini-Taufer di tenere aperta la sfida per il bottino che conta, il taglio di chicane che gli ha fatto incassare una penalità di 30″ rappresenta l’altra sbavatura di una gara ad alta intensità. Promosso senza lode, Razzini archivia questa sua partecipazione alla Ronde Monte Caio con piena soddisfazione: “E’ un grande risultato, ottenuto in condizioni difficilissime. Sono molto contento di questa prima presa di contatto con la Skoda Fabia: un’auto veloce e divertente, sulla quale mi sono trovato subito a mio agio. La penalità? Credo sia un errore dei cronometristi…”. Marcello Razzini ha conquistato anche il Memorial Antonio Gelmini, dedicato al miglior pilota locale.

Solida la prestazione dei reggiani Gianluca Tosi e Stefano Zanni: i due hanno forse tentennato un po’ sulla prima prova speciale (la più condizionata dalla nebbia) ma, per il resto, hanno viaggiato su ritmi buonissimi, se si pensa che il pilota di Carpineti guidava la Ford Fiesta (R5) curata da Erreffe per la seconda volta. “Praticamente è stato come un esordio, perché non avevo mai guidato la vettura in condizioni di bagnato. E’ andato tutto bene, ringrazio il team che mi ha fornito una vettura eccellente ed il mio navigatore Stefano Zanni, tornato al mio fianco dopo lungo tempo e, al solito, molto efficace”.

Brindano anche il pilota di Tizzano Simone Rabaglia ed il navigatore varesino Roberto Mometti: l’equipaggio in azione su Ford Fiesta WRC della HK Racing, ha disputato una gara ordinata, cogliendo uno dei migliori risultati in carriera del gentleman driver di casa. Di grande rilievo il quinto posto assoluto del reggiano Luciano D’Arcio e della lucchese Elisa Filippini: l’equipaggio di Eurosport, su Renault Clio Williams – Tekmocar (A7), ha entusiasmato firmando tempi di grande livello. Il primato tra le vetture a due ruote motrici è il giusto premio alla loro prova d’autore.

Pollice su anche per i parmigiani Fausto Castangoli e Silvia Minetti (Skoda Fabia – Pool Racing, classe R5): impegnata per la prima volta su un’auto a trazione integrale, la coppia di Collecchio Corse ha badato al sodo, chiudendo in un’onorevolissima sesta posizione (che sarebbe stata quarta senza una penalità di 30″, anch’essa comminata per salto di chicane). Il reggiano Roberto Vellani ed il lucchese David Castiglioni (Peugeot 208 -MM Motorsport, classe R5), sempre in affanno anche per un assetto non sempre buono, hanno visto la bandiera a scacchi al settimo posto, seguiti dal veloce e concreto pilota di Lagrimone Andrea Galeazzi (con il pisano Massimo Maugeri su Citroen DS3 – Jolli Corse, classe R3T), secondo più veloce tra le due ruote motrici.

Il nono posto non rispecchia le aspettative dell’equipaggio di Varano composto da Milko Pini e Daniele Pellegrini (Mitsubishi Evo IX – Bianchi, classe R4), mai entrato nel vivo della lotta di vertice a causa della difficoltà ad adeguarsi alle mutevoli condizioni meteo ed incapace di replicare la superba prova dello scorso anno. Chiudono l’elenco dei migliori dieci il piacentino ‘Iceman’ e la navigatrice di Salsomaggiore Alessandra Avanzi (Ford Fiesta – Erreffe, R5). Appena fuori dalla top-10, la coppia di Berceto Vescovi-Guzzi (Renault Clio – Erreffe, S1600), attardata soprattutto da una penalità di 1’30” che le ha fatto perdere un piazzamento tra i big altrimenti meritato. Da segnalare infine la vittoria di Gruppo N dei giovani reggiani Gabriele Ravazzini e Simone Sforacchi: a bordo di una Renault Clio – Publirace (classe N3), i due hanno saputo tenersi alle spalle anche le vetture di classe superiore. A loro, anche la Coppa Franco Galeazzi, di nuovo assegnata al vincitore della classe N3. La vittoria della classifica riservata alle scuderie è andata a Collecchio Corse.

Già detto dei locali finiti nella top-10, il Monte Caio 2018 dei concorrenti provenienti da Parma e Piacenza ha regalato soddisfazioni soprattutto ai giovani di Albareto Alex Gardini ed Andrea De Vincenzi (Citroen Saxo), eccellenti vincitori di classe N2 e secondi di Gruppo N. Poco più indietro, ecco Gabriele Frazzani (Renault Clio), terzo di classe N3. Il pilota di Tornolo Maurizio Pessina ed il navigatore di Parma Clemente Musiari (Subaru Impreza) hanno vinto la classe N4, mentre nelle zone di centro classifica ha chiuso l’equipaggio del capoluogo composto da Marco Soliani e Marzia Bertani (con la navigatrice all’esordio); i due, a bordo di una Suzuki Swift, hanno vinto la classe. La travagliata prova di Massimo Minardi (Citroen C2) chiude nelle retrovie e con il secondo posto di A6. Vittoria solitaria di classe R1B Nazionale per ‘Cerutti Gino’ (Suzuki Swit)

Gara finita anzi tempo per Valentina Frigerio (uscita di strada nel corso della seconda prova speciale nella gara d’esordio su Peugeot 208 – R2B), Francesco Banzola (tradito dalla trasmissione della sua Renault Clio – N3 sempre sulla seconda frazione), Giovanni Pelosi e Martina Musiari (usciti di strada con la loro Renault Twingo R1A) e per la navigatrice Ilaria Magnani, appiedata a metà gara dall’alternatore della Vauxhall Novaguidata dal piacentino Augusto Croci. Sul palco d’arrivo di Lagrimone, c’è stato spazio anche per un importante momento di solidarietà. Sempre molto attenti alle realtà locali, gli organizzatori della Ronde Monte Caio anche quest’anno hanno voluto devolvere in beneficenza una assegno, stavolta a favore delle scuole del Comune di Tizzano: in particolare, a beneficiarne saranno il plesso di Tizzano (scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola media) ed il plesso di Lagrimone (scuola dell’infanzia e scuola primaria).

Rallying 2018

McKlein, tre nuovi libri: Ford Escort e Rallying 1977 e 2018

Tra i primi giorni di dicembre 2018 e i primi di gennaio del 2019 il panorama editoriale librario si arricchisce di tre nuove prestigiose pubblicazioni, al momento in rampa di lancio: Ford Escort Winners Car, Rallying 1977 e Rallying 2018. Tutte in inglese e tedesco ed edite dal team di fotogiornalisti più apprezzati del mondo: McKlein.

Rallying 2018 Moving Moment

Il World Rally Championship si è ulteriormente migliorato. Il 2018 sarà ricordato per le avvincenti battaglie per gli onori del WRC, combattute in particolare fra tre piloti di tre diversi team: Thierry Neuville della Hyundai, Sébastien Ogier della Ford e Ott Tänak della Toyota. Mentre i rally attraversano il mondo in lungo e in largo, gli spettatori appassionati si accalcano ai bordi delle PS per vedere dal vivo lo spettacolo, tantissimi altri tifano on-line con gli aggiornamenti in real time.

Rallying 2018 – Moving Moments è uno spettacolare resoconto visivo della stagione WRC 2018. Le migliori immagini di McKlein illustrano l’azione e l’emozione di ogni round, mentre i testi creativi di Anthony Peacock riassumono le lotte gara per gara. I momenti più belli, destinati a passare alla storia, e le caratteristiche di sfondo forniscono foto che stimolano il pensiero, al presente, al passato e persino al futuro. Intuizioni che evidenziano il carattere unico e affascinante dei rally. Basandosi sul uno già fortunato annuario, Moving Moments 2017, la versione 2018 promette di essere ancora migliore e di mettere come sempre in mostra un’altra stagione epica del WRC.

Rallying 1977 by Davenport e Klein

Rallying 1977

La copertina di Rallying 1977.

Un’altra grande novità 2019 edita da McKlein Pubblishing si chiama Rallying 1977. I protagonisti della stagione rally internazionale del 1977 sono stati la Fiat 131 Abarth, la Ford Escort RS1800, la Lancia Stratos, la Opel Kadett GT/E, la Peugeot 504 V6 Coupés e la Toyota Celica 2000 GT. Questa è una stagione a cui fino ad ora mancava un buon annuario: Rallying 1977 si propone di colmare questa lacuna. L’annuario conta 500 pagine, ricco di immagini, con testi di John Davenport e immagini di McKlein.

Sono inserite tutte e prove del WRC, così come i più importanti round dell’Europeo Rally e quelli che contavano per la Fia Cup for Drivers. Inoltre, ci sono gallerie dedicate alle auto più importanti nelle storie fotografiche. Un libro ideale per i collezionisti. Dopo tre anni di dominio della Lancia Stratos, la fine è arrivata rapidamente in una curva inaspettata.

Lancia era di proprietà di Fiat e la società ha deciso di porre maggiormente l’accento sulla promozione di un prodotto tradizionale, in questo caso la Fiat 131 Mirafiori. Con Lancia fuori strada, inizia la battaglia tra Fiat e Ford. Entrambi i Costruttori mettono in campo quelle che sono le tradizionali auto da rally, potenti berline a trazione posteriore con motore anteriore: 131 Abarth e Escort RS. Di norma la Fiat invia più piloti ai rally, ma la differenza di punti tra i due è irrisoria.

Ford Escort Winners Car: il capolavoro

Ford Escort A Winner's Car

La copertina di Ford Escort A Winner’s Car.

La frase che ti accoglie in quest’opera che promette di essere straordinaria è di Markku Alén. Quando gli si chiede di riassumere in due parole la Ford Escort, Alén ne usa cinque: ‘È l’auto del vincitore’. Infatti, è l’auto a trazione posteriore che ha trionfato in tutto il mondo, dal 1970 fino ai rally della Coppa del Mondo, all’East African Safari, sulla neve svedese e sulle velocissime prove speciali della Finlandia.

Nell’evento di casa, il Rac Rally, le versioni Mk1 e Mk2 si sono dimostrate invincibili per otto anni. Ma non ci sono solo i successi di piloti come Roger Clark, Timo Mäkinen, Hannu Mikkola, Ari Vatanen, Markku Alén o Björn Waldegård ad aver reso famosa la Escort. La macchina è affidabile, facile da controllare e quasi più facile da riparare, ed è quindi anche l’auto preferita di molte dozzine di piloti privati di successo.

La prova, se ce ne fosse bisogno, è che le Escort presero i primi dieci posti al Rally di Scozia del 1973. In breve, quasi nessun’altra vettura influenza i rally o goduto di tanto successo quanto la Ford Escort. Questo libro di 264 pagine riassume la storia completa delle Escort Mk1 e Mk2 nei rally, dalla prima concept del 1967 fino al titolo nel Campionato del Mondo Rally del 1981.