Articoli

Tra rally e slalom, la Sicilia accende i motori

Si correrà il 12 e 13 dicembre e sarà l’ultima tappa della serie siciliana ed il Trofeo Rally Sicilia. L’evento sarà organizzato dall’AC Agrigento e rientra nel calendario nazionale di tutte le specialità automobilistiche. Nella regione, saranno in totale cinque rally, una gara di regolarità, ben nove slalom, due di velocità montagna e otto competizioni karting.

Il 9 agosto torna a Triscina, in provincia di Trapani, per la prova inaugurale, il Campionato Italiano Karting, evento a cura di Karting Sicilia. Dall’11 al 13 settembre sarà la 104^ Targa Florio, a cura dell’AC Palermo, a portare sulle Madonie il 3° round stagionale del Campionato Italiano Rally. Il Campionato Italiano Grandi Eventi sarà di scena dal 16 al 18 ottobre con la Targa Florio Classica, competizione di regolarità dell’Automobile Cub D’Italia, con le sue vetture di inestimabile valore che attraverseranno le provincie di Palermo e Trapani.

Tre gare saranno valide per il Campionato Italiano Slalom: il messinese 25° Slalom Rocca Novara di Sicilia del 6 settembre, con organizzazione Top Competition, come il 25 Slalom Torregrotta – Roccavaldina del 4 ottobre, mentre il 18° Slalom dell’Agro Ericino (TP) del 21 settembre è a cura di Kinisia Karting Club. Dal 16 al 18 ottobre la 63^ Monti Iblei, con l’organizzazione del team Palikè porterà in provincia di Ragusa a Chiaramonte Gulfi il Campionato Italiano Velocità Montagna, che dal 23 al 25 ottobre si sposta alla 62^ Monte Erice, classico appuntamento tricolore dell’Automobile Club Trapani, con validità anche per il Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche.

La stagione degli Slalom che culminerà con i già citati tre appuntamenti tricolori vede inseriti nel calendario della Coppa di 5^ Zona rimodulato anche: il 4° Autoslalom Altofonte-Rebuttone in programma in provincia di Palermo il 23 agosto a cura della A.S.D Armanno Corse, il 17° Slalom Città Internazionale dei Marmi dei marmi organizzato a Custonaci in provincia di Trapani dalla AS Kinisia e il 4° Slalom di Salice per TOP Competition, nuovamente alle porte di Messina, a chiudere la stagione il 22 novembre.

Tre slalom hanno titolazione nazionale e sono tutti validi per la serie regionale promossa dalla Delgazione ACI Sport Sicilia: 11 ottobre il 14° Autoslalom Città dei Musei a Chiaramonte Gulfi (RG) con regia del Team Palikè, seconda metà di ottobre per il 4° Slalom Monte Bonifato ad Alcamo (TP) per la Kinisia Karting, come il 4° Slalom del Satiro previsto a Mazara del Vallo (TP) il 15 novembre.

Per quanto riguarda i Rally oltre la 104° Targa Florio, 2 appuntamenti faranno parte della Coppa di Zona per la quale è prevista a Novembre a Como la finale nazionale, di cui è stato confermato dal presidente della Commissione Rally Aci Sport Daniele Settimo l’ottimo montepremi. E’ già completamente in fase operativa, ad opera della Top Competition il 17 ° Rally del Tirreno che si disputerà in notturna tra l’8 e il 9 Agosto, secondo le nuove direttive stabilite, nei dintorni di Villafranca Tirrena alle porte di Messina.

A Ottobre, sempre per il CRZ, è in programma l’ 11 e 12, il Rally del Sosio organizzato dal comune di Chiusa Sclafani (PA). A novembre, il 28 e 29, ancora una tappa messinese con il Tindari Rally, gara evento organizzata dalla scuderia CST Sport, poi, come detto, il 12 e 13 dicembre il Rally dei Templi a cura dell’AC Agrigento, completerà la serie siciliana ed il Trofeo Rally Sicilia.

Riolo cala il poker al Tindari Rally

Nemmeno Giove Pluvio è riuscito a fermare la cavalcata vincete di Totò Riolo e Maurizio Marin fra le insidiose prove speciali dell’entroterra messinese. Dopo una partenza accorta, finalizzata a trovare il perfetto setup sulla Skoda Fabia R5 della Pool Racing, il forte driver siciliano ha sferrato la zampata vincente, firmando la P.S.4 “San Piero Patti 1” e la P.S.2 “San Piero Patti 2, accumulando un discreto vantaggio proprio quando si scatenava la tempesta fra le montagne messinesi. La ventina di secondi di vantaggio sui diretti avversari permetteva al cerdese di concludere in sicurezza sino al traguardo di Marina di Patti

“Quarta vittoria su queste meravigliose strade. Non è stato per niente facile fronteggiare i giovanissimi avversari che mi hanno dato filo da torcere per tutta la durata dalla gara e, senza il fondamentale supporto della Pool Racing, non sarei riuscito a battere.”-

Secondo gradino del podio per Marco Pollara e Rosario Siragusano al volante della Skoda Fabia R5 della Munaretto. Il giovane alfiere Aci Team Italia ha battagliato sin dalla prima speciale per la vittoria della gara targata Cst Sport ma, il forte nubifragio abbattutosi sul costiera tirrenica della Sicilia, lo ha costretto contenere il passo al fine di non danneggiare l’ottima prestazione. Il giovane talento di Prizzi ha sfruttato il Tindari per ritrovare il feeling alla guida in vista del Tuscan Rewind dove darà il tutto per tutto per conquistare il secondo Campionato Italiano Junior in carriera.

Terzo posto assoluto e vittoria del Trofeo Rally Sicilia per Alessio Profeta e Sergio Raccuia che, con la vittoria della P.S. 1 erano stati i primi a condurre la gara. Il palermitano sulla fida Skoda Fabia curata dalla DP Autosport era in piena lotta per la conquista della vittoria assoluta quando sul quarto tratto cronometrato è stato il primo concorrente ad affrontare il diluvio. Sulle ostiche condizioni della P.S.4 il duo della Island Motorsport ha forato anche la posteriore sinistra, vedendo dunque allontanare del tutto le possibilità di vittoria.

La gara organizzata dalla Cst Sport ha riscosso il consueto successo, mantenendo il trono di rally più partecipato nel panorama siciliano anche per la stagione 2019 con ben 116 partenti, di cui 13 alla gara riservata alle autostoriche.

Cresce l’attesa per la quinta edizione del Tindari Rally

Iscritti a tre cifre per il Tindari Rally, la gara organizzata da CST Sport, che completerà il Campionato Siciliano e che si appresta ad entrare nel vivo sabato 16 e domenica 17 novembre con partenza e traguardo sul lungomare Zuccarello di Patti Marina. Quota 115 adesioni pervenute alla CST Sport, con tanti nomi di spicco e diversi candidati ai vertici della classifica assoluta ed altrettanti in lotta per i punti decisivi della serie regionale promossa dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.

Sono ben 6 le vetture della classe regina nazionale, tutte Skoda Fabia R5. Riflettori puntati sul palermitano Salvatore (Totò) Riolo, il driver di Cerda portacolori del sodalizio organizzatore, che ha firmato le prime tre edizioni della competizione messinese nell’edizione d’esordio del 2015, poi 2016 e 2017, classificandosi 2° lo scorso anno, sempre sulla Skoda della Pool Racing. Per il tre volte vincitore della Targa Florio, sulle strade che gli sono particolarmente care torna sul sedile di destra Maurizio Marin, il professionale navigatore di Termini Imerese che con Riolo ha condiviso tante vittorie.

Direttamente dal Campionato Italiano Rally arrivano due giovanissimi palermitani: Marco Pollara e Alessio Profeta. Pollara, due volte tricolore Junior e 2 ruote motrici, 23enne di Prizzi, sarà affiancato dal bravo pattese Rosario Siragusano, mentre il sempre più convincente Profeta, reduce dal successo al Rally Valle del Sosio, avrà al fianco il co-driver di origine messinese Sergio Raccuia. Dopo il successo al Rally Cefalù Corse di inizio stagione passa alla vettura di classe regina la giovane rivelazione nissena Salvatore Lo Cascio che sarà come di consueto navigato dal concittadino Michele Castelli.

Ha più volte mostrato l’alto potenziale con varie vetture ed in casa userà la Fabia Alessandro Casella che avrà alle note David Arlotta, mentre l’esperto driver di Sant’Angelo di Brolo Carmelo Galipò, tornato al volante quest’anno dopo alcune stagioni di stop, navigato dal concittadino Tino Pintaudi. Tra le vetture Super 2000 svetta il nome del messinese della Sunbeam Motorsport Salvatore Armaleo che avrà come sempre al fianco la figlia Claudia sulla Peugeot 207, stessa vettura per i tenaci agrigentini Gabriele Morreale e Giuseppe Patti, come per il sempre agguerrito nisseno Roberto Lombardo.

In Super 1600, dove sono schierate 5 Renault Clio, ci saranno l’incisivo gioiosano Carmelo Molica, l’esperto pilota di San Piero Patti Giuseppe Schepisi e il bravo messinese Andrea Nastasi. Mitsubishi Lancer per il corleonese Renato Di Miceli navigato dalla trapanese Anna Ranno e l’agrigentino Giuseppe Cacciatore che avrà alle note la santateresina Jessica Miuccio.

Nella categoria R3, dove sono schierate le Renault Clio, rientro per il trapanese Bartolomeo Mistretta che sarà navigato da Sergio Scuderi, il driver di Rometta Giuseppe Messina e Antonino Armaleo a caccia di punti regionali. Per il 5° Rally Storico Tindari risaltano i nomi del gentleman cefaludese Mauro Lombardo su Porsche 911 di 3° Raggruppamento, su auto gemella altro cefaludese di lungo corso, Piero Vazzana, oltre al palermitano Pietro Tirone, sempre sulla 911 di Stoccarda ma di 4° Raggruppamento il palermitano “Gordon”. Per il 1° Raggruppamento sfida annunciata tra le BMW 2002 dei palermitani Angelo Diana e il giovane Pierluigi Fullone.