Articoli

Salta l’accordo Campedelli-Step Five per ERC e CIRT

Contrariamente a quanto ci si immaginava, non sarà il team Step Five Motorsport a seguire Simone Campedelli nell’avventura Europea e nel Campionato Italiano Rally Terra 2021. L’annuncio del mancato accordo è stato dato dallo stesso team su i suoi canali social.

“Nonostante gli sforzi profusi nelle ultime settimane purtroppo non è stato raggiunto l’accordo economico per mettere a disposizione di Simone Campedelli una delle nostre vetture. Pertanto, nostro malgrado, il pilota romagnolo non sarà dei nostri nella stagione 2021”.

Il team Step Five Motorsport è attualmente impegnato nel CIR con Marco Signor e quasi sicuramente presenzierà al prossimo CIRT con alcuni equipaggi che saranno annunciati nelle prossime giornate.

Resta da definire la vettura e il team con il quale Simone Campedelli affronterà questa impegnativa stagione 2021. La conferma sulla nuova squadra che seguirà Campedelli la si potrebbe avere al Rally Val d’Orcia, sicuramente un’ottima occasione per fare test. Il pilota romagnolo disputerà quattro prove su terra del Campionato Europeo Rally: Azzorre, Lettonia, Polonia e Fafé, portando in gara gli pneumatici MRF Tyres.

CIRitorno: Marco Signor ufficializza il suo programma

Marco Signor sarà uno dei volti del Campionato Italiano Rally 2021. A comunicarlo è lui personalmente insieme alla Step Five Motorsport, team romano già a supporto del pilota veneto nelle passate stagioni, quando insieme sfiorarono il titolo nel Campionato Italiano WRC 2019.

Tra i pretendenti della serie tricolore dedicata alle World Rally Car, nella quale si aggiudicò il titolo nella stagione 2016, dopo aver saggiato il CIR nel 2020, Marco Signor torna anche nel Tricolore Rally. In queste ore è arrivata l’ufficialità della sua decisione. Il Campionato Italiano, che partirà a marzo prossimo con il Rally del Ciocco e Valle del Serchio, lo vedrà in corsa su una Volkswagen Polo GTI R5.

Equipaggio inedito: Santoro-Guerra e la (per loro) nuova 208

Top Drivers affronterà il Rally Porta del Gargano, in programma per sabato 5 e domenica 6 Settembre con una grossa novità ovvero la partenza dal centro di Foggia. Primo a partire sarà Massimiliano Santoro, al via su una Volkswagen Polo R5 targata Step Five Motorsport, formando un equipaggio del tutto inedito assieme a Francesco Lauriola. Obiettivo dichiarato della vigilia è cancellare, in un solo colpo di spugna, la sfortunata apparizione al precedente Rally di Alba che ha visto il pilota di San Giovanni Rotondo costretto al ritiro anticipato, nell’evento valido per il Campionato Italiano WRC, vittima del caldo.

“Non avrei mai creduto che Francesco mi avrebbe proposto di correre assieme – racconta Santoro – e che lo abbia fatto a pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni è stato un grosso regalo per me. Siamo amici da tantissimi anni e siamo entrambi piloti ma, a volte, anche navigatori. Ricordo il mio primo approccio da navigatore, a fianco del grande Giuseppe Erbetta. Siamo una coppia inedita e cercheremo di mettere il massimo impegno per prendere le misure alla Polo R5. Si tratta della gara di casa ed è naturale che vogliamo ben figurare. Non saremo di certo da vittoria assoluta ma cercheremo di puntare ad un piazzamento di prestigio, per noi, per la scuderia Top Drivers e per tutti i partners che ci sostengono in questa difficile annata.”

Ad affiancare il sangiovannese troveremo Michele Guerra, neo acquisto del sodalizio modenese, che tornerà a calcare quelle speciali garganiche che lo han visto chiudere, lo scorso anno, con un ottimo secondo posto in classe K10, su una Citroen Saxo Kit Car. Ad affiancarlo, sul sedile di destra nel ruolo di navigatore, troveremo Giovanni Guerra. Un debutto, quello del sipontino, caratterizzato dal cambio della guardia, abbandonando la sempreverde Citroen Saxo per salire su una più recente Peugeot 208 R2 di MS Munaretto.

“Grazie di cuore a Top Drivers per averci accolto in questa famiglia – racconta Guerra – e speriamo che questa edizione del decennale possa portarci bene. Ci piacerebbe poter iniziare questa nuova collaborazione con un bel risultato, gratificando anche tutti i nostri partners. Sarà la nostra prima volta con la Peugeot 208 R2 e, sentendo i commenti di chi ci ha già corso, deve essere davvero un bel mezzo. Non sappiamo cosa aspettarci, non avendola mai usata prima. La gara di casa ha sempre una pressione maggiore perchè ci si tiene ancora di più a far bene.”