Articoli

Valmessa Graffiti dedicato alla memoria di Stefano Galliano

Domenica 6 ottobre 2019 è in programma la nona edizione del Valmessa Graffiti, ritrovo e sfilata di auto storiche e moderne da collezione a carattere ludico/ricreativo ed enogastronomico. Manifestazione ormai divenuta un punto fermo nel calendario degli appassionati del settore, che unisce al piacere di conoscersi e di stare insieme, la possibilità di cimentarsi alla guida su strade panoramiche e ricche di storia automobilistica, integrata da alcune semplici prove di abilità di guida.

Anche quest’anno l’evento, supportato tra gli altri dal prestigioso patrocinio della Regione Piemonte e della Città Metropolitana di Torino, sarà dedicato alla memoria di Stefano Galliano, grande amico del Graffiti, prematuramente scomparso un anno fa.

Proprio la città di Santena, residenza di Stefano, ospiterà un prestigioso prologo alla manifestazione: sabato 5 ottobre sarà allestito un raduno nella esclusiva Residenza Cavour, cui farà seguito una prova di abilità di guida intervallata dall’aperipranzo all’interno della Residenza. Un gustoso anteprima della giornata successiva, limitato a 50 equipaggi selezionati, anche non partecipanti al giro del Valmessa Graffiti.

Per l’edizione 2019, come detto in programma domenica 6 ottobre, gli organizzatori della Policesport hanno imbastito un’ulteriore giornata ricca di fascino e di spunti di interesse, a cominciare dalla sede di partenza e arrivo, ubicata nel prestigioso parco municipale di Pianezza, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale ed in prima persona del Sindaco della città.

Lasciata Pianezza (partenza prima vettura ore 9,31) la carovana di auto storiche e da collezione si dirigerà a Villar Dora, dove è prevista una prima prova di Rispetto del Tempo Imposto, su un tratto di strada chiuso al traffico; in seguito il gruppo di auto affronterà la salita del Colle del Lys (primo controllo di transito), “l’università del rally piemontese” come da decenni riconosciuta in ambito regionale, teatro di memorabili sfide rallistiche iniziate nei primi anni ’70 e culminate con il passaggio del Rallye di Sanremo, valido per il Campionato Mondiale del 1988, e tuttora sede di PS del Rally Città di Torino.

Meritato premio dopo l’impegno del Lys, una sosta riordino nella bellissima Lanzo Torinese, dopo essere transitati nel centro storico della cittadina che dà il nome alle Valli omonime; qui la Pro Loco delizierà i partecipanti con alcune specialità locali, offerte nei locali del Teatro civico.

Gli equipaggi si dirigeranno successivamente a Vallo, dove li attende un secondo controllo di passaggio, per poi arrivare a La Cassa, dove ospitati nel piazzale di Quaddy, la rinomata azienda importatrice e rivenditrice di veicoli speciali per fuoristrada, potranno cimentarsi nella prima prova R.I.T.T. (Ripeti Il Tuo Tempo).

La seconda prova R.I.T.T. verrà affrontata in un piazzale di Pianezza, nei pressi della sede di partenza. Dopo tante fatiche le vetture, e gli equipaggi, potranno rifocillarsi nella vicina Fattoria del Gelato, con il pranzo preparato dal ristorante NonSoloVino di Almese e con i rinomati gelati della Fattoria. Qui, come per lo scorso anno, viene messo a disposizione dai proprietari un ampio tracciato su superficie erbosa, dove facoltativamente i partecipanti potranno testare le abilità di guida su fondo viscido.

Dopo il pasto e la “vivace” pausa digestiva, le vetture torneranno a ripetere le due prove R.I.T.T. nello stesso ordine, per poi ritrovarsi tutti insieme nel Parco Municipale di Pianezza per i saluti e le premiazioni finali. Ancora una giornata intensa, che vuole essere bene augurante per l’evento del decennale che ci aspetta nel 2020.