Articoli

Clamoroso: negati i permessi allo Slalom di Predappio

Pochi giorni fa gli organizzatori dello Slalom di Predappio nutrivano due speranze. La prima: organizzare la loro gara. La seconda: avere il pubblico sul percorso. Il 17 giugno è arrivata la terza opzione: gara annullata, niente permessi. Tutti a casa. Un fulmine a ciel sereno? Per nulla era immaginabile, in un momento in cui ancora vigono divieti.

In una nota arrivata in redazione si leggeva “Domenica 21 giugno tornano a rombare i motori per una manifestazione automobilistica, con una anteprima non solo romagnola, non solo italiana, ma addirittura europea. Infatti, si disputerà lo Slalom Predappio-Rocca delle Caminate, che avrà l’onore e l’onere di inaugurare la stagione delle gare su quattro ruote a livello continentale. Non si tratta per poco di una anteprima mondiale, perché negli Stati Uniti si è già ripartiti con la serie Nascar, mentre in giro per l’Europa i motori tacciono ancora”.

In realtà si sarebbe trattato di un’anteprima nazionale, neppure continentale, visto che la stagione è già ripartita in Svezia. In ogni caso, l’anteprima dello Slalom di Predappio 2020 non ci sarà. Alla gara sono stati negati i permessi necessari alla disputa da parte del preposto ufficio della Provincia di Forlì-Cesena.

“Sono veramente dispiaciuto per l’annullamento dello Slalom di Predappio che era in programma per domenica prossima 21 Giugno, abbiamo lavorato fino alla fine nella speranza di riuscire a realizzare la manifestazione con il supporto del Comune di Predappio e della Provincia di Forlì – Cesena ma purtroppo il decreto anti Covid – 19 non ha consentito alla Prefettura di rilasciarci le autorizzazioni necessarie allo svolgimento della manifestazione”, si sfoga Fabio Bagnoli, organizzatore della gara.

“Peccato perché sarebbe stato un forte segnale di ripresa per il mondo del motor sport fermo ormai da molti mesi, inoltre i quasi 130 iscritti avrebbero portato un discreto contributo anche alla ripresa economica delle strutture del territorio che ci ospitavano. Analizzando bene la situazione attuale e vedendo anche l’annullamento di altre gare ben più importanti delle nostre ci rendiamo conto che fino a quando resteranno in vigore le norme sul distanziamento non sarà possibile organizzare nessun tipo di manifestazione su strada ma noi non molliamo e stiamo valutando alternative per riaccendere i motori al più presto. Nonostante l’annullamento ci tengo a ringraziare il Comune di Predappio e la Provincia di Forli – Cesena per la collaborazione e i miei collaboratori di zona che avevano fatto un lavoro incredibil”.

Slalolm Predappio, prima gara d’Italia con pubblico?

“Domenica 21 giugno 2020 tornano a rombare i motori per una manifestazione automobilistica, con una anteprima non solo romagnola, non solo italiana, ma addirittura europea. Infatti si disputerà lo Slalom di Predappio 2020, che avrà l’onore e l’onere di inaugurare la stagione delle gare su quattro ruote a livello continentale”. Lo rivela un comunicato dell’addetto stampa della manifestazione. In realtà, si tratterebbe della prima gara in Italia, visto che in Svezia si è già corso, ma a porte chiuse.

“Non si tratta per poco di una anteprima mondiale, perchè negli Stati Uniti si è già ripartiti con la serie Nascar – prosegue la nota stampa – mentre in giro per l’Europa i motori tacciono ancora. La competizione è organizzata dalla scuderia toscana BRM, in abbinamento con il Racing Team Le Fonti, sotto l’egida dell’ente di promozione Sport Italia, affiliato al CONI, con supporto dell’UNICEF ed è valida come primo appuntamento del Trofeo NOS”.

Questo il programma per chi vuole andarsi a divertire:

  • 8.30-9.45 verifiche sportive e tecniche presso il Foro Boario di Predappio,sede del paddock
  • 10.15 briefing piloti
  • 10.30 ricognizione percorso
  • 11.30 Prima manche
  • 13 pausa pranzo
  • 14.15 Seconda manche
  • 15.30 Terza manche
  • 17.30 Premiazioni

“Allo Slalom di Predappio è autorizzata la presenza, con ingresso libero, di spettatori nel rispetto delle ormai usuali prescrizioni di sicurezza, mascherina e distanziamento sociale, mentre al paddock potranno accedere solo il pilota, accompagnato al massimo da due meccanici – si legge ancora -. Ogni manche sarà lunga 2,6 chilometri e le classifiche saranno determinate estrapolando il miglior tempo realizzato in una delle tre manche”.

“Si attendono un gran numero di partecipanti,non meno di cento, praticamente il doppio dell’anno passato. Si possono usare tutti i tipi di auto da corsa: pista, rally, salita, autocross, storiche”, anticipa l’ufficio stampa della gara.

Tanti i piloti locali annunciati allo Slalom di Predappio: Alessandrini su Osella Racing Team Le Fonti, vari alfieri del Team Piloti Forlivesi, fra cui Bartolucci e lo stesso patron Simoncelli su Porsche, il cesenate Casalboni con la Mitsubishi, il ravennate Licheni su Brc del Racing Team Drago, i faentini del Team Top Driver Ravaglioli su Mustang e Cantoni su Proto, quest’ultimo secondo l’anno scorso a Predappio e primo nell’edizione del 2018.

E ancora, al via dello Slalom di Predappio, ci saranno il lughese Billi su Smart, si vedrà il ritorno di Errani con la Mustang, Tabanelli di Castelbolognese su Fiat Uno Turbo. Hanno garantito la propria presenza gli emiliani Gianilli, vincitore della passata edizione, e Lanzi, che si è aggiudicato il Trofeo NOS 2019,oltre ad una interessante pattuglia di piloti sammarinesi.