Articoli

Le curiosità dei Rally di Salsomaggiore Terme

Sarà l’affascinante location delle Terme Berzieri fiore all’occhiello della città Termale e terra in passato di Miss Italia, ad accogliere tra due ali di folla gli equipaggi iscritti alle tre gare nella serata di sabato 3 agosto dalle 20.31. Si replicherà per l’arrivo di domenica 4 agosto dalle 18.22. Oltre ai vari trofei, nel moderno spicca il Renault con il Trofeo “Open” dedicato alle Clio R3 ed il “Corri con Clio” alla N3 oltre al Trofeo Michelin Rally Zone Cup. La gara è valida anche per il Trofeo BMW nella classe Racing Start.

Il neonato Trofeo Coppa 127 inserito nel Rally Storico. A tal proposito ricordiamo che si correrà su strade che nel 2014 videro la vittoria di “Pedro”- Baldaccini con la Lancia Rally 037 davanti alle 2 Porsche 911 RS di Montini-Belfiore e Corbellini- Corbellini in una memorabile edizione del Circuito di Cremona valido per l’Italiano con al via ben 150 macchine totali. Ad aprire le danze sarà la PS Tabiano alle 7.40, allungata a 7,40 km e la Pellegrino a 6,80 km, tra cui s’inserisce la Varano di 7,20 km.

Il tutto da ripetere per un totale di 64,20 km di prove speciali e solo 239 km circa complessivi. Salsomaggiore Terme perno centrale di gara con il Villaggio Rally, lo shakedown ed i riordini in pieno centro cittadino. Le Ps. sono facilmente raggiungibili, a meno di 30 minuti dalla A1 uscita Fiorenzuola o Fidenza, dalla A15 uscita Parma Ovest o Fornovo e dalla A21 diramazione sempre Fiorenzuola provenienti da Brescia.

Pellegrino Parmense e Varano Dè Melegari le altre città coinvolte nell’evento che si preannuncia fin da adesso attesissimo con Aci Parma, Provincia di Parma e Aci Cremona gli enti patrocinanti. Sono già disponibile sul sito www.mediarallypromotion.com i primi documenti scaricabili con le prime informazioni. A seguire nel mese di Giugno la TTD, la cartina generale, il dettaglio delle PS, i camera car e la scheda iscrizione delle 3 gare. L’apertura delle iscrizioni è prevista per il 3 Luglio.

Duqnue, tradizione, agonismo e passione, sono alla base del successo del Rally di Salsomaggiore che alla sua prima edizione 2018 ha visto iscriversi ben 126 equipaggi provenienti da tutta l’Italia e dall’estero. La manifestazione tramanda su strade dell’Appennino Parmense intorno a Salsomaggiore una tradizione sportiva cominciata fin dal 1959 con la Cronoscalata Salsomaggiore-Sant’Antonio e proseguita fino al 2016 con il Rally Circuito di Cremona valido per il Campionato Italiano Auto Storiche.

Prove speciali percorse dai pionieri con le ruote a raggi ricche di fascino e di storia che hanno visto sfidarsi piloti affermati fino ai giorni nostri con il primo equipaggio a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro di gara. Sono i lombardi Vittalini-Tavecchio a bordo della loro Citroen DS3 R3T i vincitori dell’edizione 2018. Il Rally di Salsomaggiore racchiude tutto un passato che proietta ai giorni nostri, e che nell’edizione in programma il 3-4 Agosto 2019 trasforma in un tris di eventi sportivi e culturali dell’automobilismo dal moderno allo storico.

“Per il futuro sicuramente l’obiettivo è quello di proseguire nella crescita di questa manifestazione ed infatti le gare diventano 3 e tutte con una loro anima ben distinta e separata. Inseguiamo la qualità non la quantità vogliamo fare eventi che si ricordano nel tempo come abbiamo già fatto in passato e che siano un piacere per gli equipaggi venire a correre. Coinvolgeremo nei progetti futuri anche la Media Sport Marketing società che si occupa di pubblicità sul territorio Nazionale per aprirci gli orizzonti in tutta l’Italia. Posso inoltre svelare che abbiamo un progetto pur se in fase molto embrionale di riportare in vita nel 2020 una prestigiosa gara che per anni non è mai mancata nel calendario rally italiano”, dicono gli organizzatori.