Articoli

Campionato Italiano Rallycross

Maggiora Reverse: quarto atto del Campionato RX

Non si sono ancora spenti gli echi del Round 3 del Campionato Italiano Rallycross che già è tempo di prepararsi a quella che sarà la grande novità della stagione 2018: Maggiora Reverse, ovvero la prova che vedrà i piloti correre sul tracciato di Maggiora Offroad Arena in senso inverso, antioriario invece che orario, rispetto a quello solitamente affrontato; una sorta di “ritorno al futuro” visto che, circa 30 anni, fa il senso antiorario era quello normalmente utilizzato.

La partenza rimarrà la medesima, ma i piloti dovranno affrontare subito un tornante piuttosto stretto per immettersi sul tracciato e proseguire poi su un tratto in sterrato, prima di ritrovare l’asfalto sul curvone che normalmente chiude il percorso. Maggiora Reverse sarà l’appuntamento decisivo per decidere i Campioni Italiani: avrà infatti coefficiente di punteggio 1,5 e sarà inoltre l’ultima prova: è stata infatti definitivamente annullata la prevista prova in Franciacorta del 24/25 novembre; vista la situazione fluida in tutte le categorie, lo spettacolo sarà assicurato

Supercar

Oscar Ortfeldt (Ford Fiesta) è ancora al comando della classifica con 80 punti, ma Marco Noris (Mitsubishi Lancer EVO), con la bella prova del Round 3 si è avvicinato e ora è a soli 6 punti dal pilota svedese con licenza italiana; a meno di clamorose sorprese saranno loro due a disputarsi il titolo; gli altri sono nettamente più distanziati, a partire da Nicola Agrelli, terzo con 36 punti, e da Franco Mollo, quarto con 34,5.

Super 1600

Stefano Cerri (Citroen Saxo) con la vittoria di domenica scorsa ha fatto un passo importante verso il titolo: ora ha 82,5 punti, ma i giochi sono ancora ben lungi dall’essere fatti: Fabrizio Giovanella (Cireoen Saxo) con i suoi 71,5 punti può tranquillamente aspirare ancora al titolo, così come il Campione in carica Marco Valazza (Ford Fiesta), che insegue con 19,5 punti di svantaggio.

Anche altri piloti che seguono, come Marco Valsesia (Citroen Saxo) e lo stesso Andrea Carretti (Alfa Romeo Mito), però potrebbero non essere tagliati definitivamente fuori dalla lotta per il titolo, tenendo conto che il punteggio sarà maggiorato: come detto, infatti la gara avrà coefficiente 1,5.

Kartcross

Dopo la vittoria di Simone Firenze nel Round 3 la situazione si è fatta ancora più ingarbugliata, e quindi spettacolare, nel Kartcross: il campione italiano in carica, Maicol Giacomotti (KC Suzuki) è ancora al comando della graduatoria, con 113 punti, ma gli avversari sono sempre a un passo, a cominciare da Gabriele Zoppetti (Speedcar Xtreme) che è a soli 5 punti da Giacomotti. Il rinfrancato Firenze (Kamikaz 3 Yamaha) è a quota 93, ma nella lotta per il titolo possono rientrare anche Nicolò Grieco (GMN KC) a quota 91, Marcello Gallo (KEP Suzuki) a 88 punti e forse anche Gabriel Di Pietro, in grande forma e attualmente a quota 73,5 punti. Insomma, ci sono tutte le premesse per un vero e proprio weekend di fuoco per l’ultimo Round del Campionato Italiano Rallycross!

Dan Skocdopole

Esordisce nel tricolore rallycross Dan Skocdopole

Il terzo atto del tricolore rallycross, valevole anche come prova finale del campionato Fia Cez ha segnato l’esordio assoluto nel rallycross per Dan Skocdopole, quindicenne pilota Ceco. Dan proviene dal karting ed è profondo conoscitore delle piste italiane essendosi laureato campione della Krs Open Series by Wsk. Nei suoi sette anni di gare è stato anche campione ceco e compagno di squadra di Lando Norris, pilota ufficiale Mclaren F1 per il 2019. Dan è stato appoggiato dal Noprosu Accr Czech Team di Josef Susta che gli ha messo a disposizione la sua Skoda Fabia Mk3 S1600. Questa è stata solo la prima presa di contatto per un 2019 dove il suo programma prevede alcune gare del campionato ceco e Fia cez per poi puntare al campionato Eurorx verso fine stagione.

Marco Battelli

Marco Battelli debutta: sceglie il tricolore in Itarx

La gara del week end del 21 ottobre ha visto il debutto assoluto, sulla pista misto terra-asfalto della Maggiora Offroad Arena, del pilota di Casalgrande, in provincia di Reggio Emilia, Marco Battelli. “La mia carriera è fatta di tanti tanti trakday in pista, ho fatto una decina di slalom, poi finalmente ho disputato tre rally. Quest’anno ho scelto di provare il rallycross perché mi sembra molto divertente e grazie ad amici che lavorano in Tedak Racing, Fabrizio e Cristian, ho conosciuto Silvano e Luca ed è nata questa idea”, dice Battelli.

“C’è tanta passione e voglia di fare nel mondo del rallycross e ho trovato solo persone gentili e disposte ad aiutarmi, l’insieme di tutti questi fattori mi hanno portato a Maggiora. Punto a divertirmi e farmi vivere un’esperienza da non dimenticare. Ringrazio tutti i miei sponsor e la mia scuderia Maranello Corse. Purtroppo quest’anno riuscirò a fare solo questa uscita, spero di imparare e divertirmi tanto senza guardare i risultati, sperando che per la prossima stagione le possibilità di correre siano più di una”, ha affermato ancora il pilota. Marco ha guidato la Citroën C2 della Germagno Corse, auto che con al volante Luca Barbotti si aggiudicò l’ultima movimentata gara della passata stagione.

Campionato Italiano Rallycross Maggiora

Campionato Italiano Rallycross a Maggiora

Il Campionato Italiano Rallycross continua a regalare grandi emozioni: anche il 21 ottobre, nella giornata finale del Round 3, valida come prova finale del Campionato Fia Cez, sorpassi, duelli e sportellate non sono mancati.

Supercar120

Era alla sua prima esperienza a Maggiora ma ha saputo subito imporre la sua legge: l’ungherese Csaba “Spici” Spitzmuller (Skoda Fabia Mk2) ha vinto con il tempo totale di 4’39”092, sui 6 giri previsti per la finale, dando l’impressione di essere molto a suo agio sul tracciato novarese.

Nel duello per il Campionato Italiano questa volta ha prevalso Marco Noris (Mitsubishi Lancer EVO), che si è piazzato secondo in 4’43”460 davanti a Oscar Ortfeldt (Ford Fiesta), terzo in 4’44”915”.

Super 1600

Assente il vincitore della Q1 Andrea Carretti (la sua Alfa Romeo Mito è stata preservata per un importante test, in programma domani, con un top driver in proiezione Euro RX), si è scatenata una vera e propria battaglia, con duelli al limite e, in qualche occasione, anche oltre.

Alla fine l’ha spuntata l’esperto Stefano Cerri (Citroen Saxo) primo in 5’00”735, davanti a un formidabile Dan Skocdopole (Skoda Fabia Mk3), che al debutto assoluto nel Rallycross, e a soli 15 anni, ha sfoderato una prestazione in crescendo; 5’03”931 il suo tempo. Terza posizione e ottima prestazione per Silvano Ruga (Renault Clio Mk4), in 5’09”862: in realtà terzo si era piazzato il giovane Thomas Krejcik, poi squalificato per sorpasso in regime di bandiera gialla.

Kartcross

Inseguiva la sua prima vittoria e l’ha ottenuta con due strepitose partenze in semifinale e finale: Simone Firenze (Kamikaz 3 Yahama) ha vinto con il tempo di 4’46”162, davanti a un grande Gabriel Di Pietro (Kamikaz 3 Kawasaki, 4’46”493”) e al giovane figlio d’arte Michele Bormolini (Kamikaz 2 Kawasaki, 4’49”559); il campione italiano Maicol Giacomotti è uscito nelle fasi iniziali della finale in seguito di un contatto con Firenze.

Il programma

Fra sole due settimane, il 3 e il 4 novembre si ritornerà in pista sempre a Maggiora Offroad Arena, con una grande novità: Maggiora Reverse: lo spettacolare tracciato del Pragiarolo sarà infatti percorso in senso contrario a quello abituale e sarà, di fatto, un tracciato completamente diverso; la gara inoltre avrà coefficiente 1,5.