Articoli

VM Motor Team all’assalto del Colli del Monferrato

Finale di stagione scoppiettante per il VM Motor Team, che si prepara a schierare ben diciannove vetture alle 22° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, manifestazione in programma a Casale Monferrato il 2-3 novembre organizzata proprio dalla scuderia guidata da Moreno Voltan.

Le attenzioni saranno tutte per le due top car, ovvero le Skoda Fabia R5 di Gianluca Verna con Fabio Ceschino e di Pierluigi Maurino con Samuele Perino. Verna è certamente tra i favoriti, dopo il bel secondo posto ottenuto nella scorsa edizione. Due anche le Renault Clio in classe Super 1.6, per Fabio Becuti con Igino Diamanti e Maurizio Di Prisco con Alberto Veronese.

Un’altra coppia di Renault Clio, ma in classe R3C, saranno portate in gara da Giovanni di Carlo con Massimo Iguera e da Carlo Camere con Stefano Demartini, fresco del quarto posto di classe ottenuto al Rally del Piemonte. Osvaldo Biglia e Paolo Cane guideranno un terzetto di Renautl Clio in classe A7, seguiti dai compagni di team Federico Berrino – Mirco Maschietto e Roberto Franzoso – Monica Crusco.

Claudio Nebiolo e Martina Morosino, sempre su Renault Clio, hanno scelto la classe N3, mentre Marco Becuti e Stefano Bosco, su Peugeot 106, se la vedranno con la vettura gemella di Grancesco Ganora e Carlotta Gallo, mentre Rinaldo Ganora e Diego Bonando, sempre in A6, disporranno di una Citroen Saxo.

Daniele Ferrotto e Dario Barbin, su Peugeot 205, partiranno in classe A5, insieme alla Peugeot 106 di Gianluca Vaccaro e Simone Magi ed alla Fiat Panda di Matteo Biasi ed Alberto Lupano. Gabriele Donato, con Christian Berto, è pronto a schierarsi con una Peugeot 106 in classe N2, così come lo sono Andrea Robone e Roberto Fugazza, in A0 con una Fiat 600 e Massimiliano Giovine e Claudio Pistone, in N1 con una Mg Rover.

Rally Colli del Monferrato: anteprime e curiosità

Sono aperte dal 3 ottobre le iscrizioni per la 22° edizione della Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, competizione organizzata dal VM Motor Team che, appena archiviato il Rally Race Terre del Timorasso Derthona, è già proiettato verso il prossimo imminente impegno del 2-3 novembre. Un finale di stagione davvero intenso per la scuderia guidata da Moreno Voltan, che ancora una volta porterà la provincia di Alessandria a giocare un ruolo da protagonista sul panorama rallistico nazionale.

La nuova sede della Ronde sarà infatti Casale Monferrato, centro ben noto ai rallisti piemontesi, che da diversi anni non sfilavano con le loro vetture nel centro della città. Casale ospiterà infatti partenza ed arrivo della manifestazione, che trasloca dopo tante edizioni basate a Moncalvo.

Il resto della gara, però, resterà invariato rispetto al 2018, confermando una formula che lo scorso anno riscontrò pareri postivi tra i concorrenti e gli addetti ai lavori. Le iscrizioni per la 22° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato saranno aperte fino al 25 ottobre, mentre il resto del programma sarà concentrato nel weekend di gara.

Le verifiche sportive inizieranno sabato 2 novembre alle 11 presso l’Hotel Business, struttura che ospiterà anche il quartier generale della manifestazione, mentre le verifiche tecniche si terranno dalle 11.30 nella zona industriale in località La Madonnina, location scelta anche per il parco assistenza ed il riordino della domenica; dalle 13 alle 16:30 sarà poi la volta dello shakedown, il test con le vetture da gara, che si terrà nelle vicinanze di Serralunga di Crea.

Una grande ed importante novità sarà la partenza del sabato sera, prevista alle 18:31 nel cuore del centro storico di Casale Monferrato (Via Saffi); i concorrenti sfilando percorreranno poi le vie principali del centro per salutare il pubblico, prima di parcheggiare le vetture nel riordino notturno, dal quale usciranno dalle 8:01 di domenica 3 novembre. La giornata di gara prevede quattro passaggi (ore 9:04, 11:44, 14:09 e 16:24) sulla prova speciale “Colli e Castelli”, che per questa edizione presenta notevoli migliorie al fondo stradale.

“Concentriamo sempre i nostri sforzi per offrire ai concorrenti la miglior manifestazione possibile, credo che il ritorno a Casale sia molto importante e che possa contribuire in maniera positiva all’immagine della gara. La provincia di Alessandria è il nostro territorio di casa e siamo molto orgogliosi di farlo tornare protagonista nel mondo dei rally” – ha dichiarato Moreno Voltan nel pieno dei preparativi per la gara.

Alessandro Gino sbaraglia la Ronde Colli del Monferrato

Pronostico rispettato alla ventunesima edizione della Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, che va ad aggiungersi alla ricca bacheca dei trofei di Alessandro Gino. Il pilota cuneese, navigato da Marco Ravera sulla Ford Fiesta WRC, non ha però avuto vita facile e quella andata in scenda tra le colline del Monferrato è stata una sfida avvincente. Sul secondo gradino del podio troviamo Gianluca Verna e Fabio Ceschino, su Skoda Fabia R5 del VM Motor Team, che hanno comandato la classifica fino a metà gara, dimostrandosi molto veloci all’esordio sulla vettura céca.

A completare il podio c’è un’altra Skoda Fabia, quella targata Turismotor’s di Patrick Gagliasso e Dario Beltramo, che sono stati costantemente la terza forza in campo. Quarta posizione per la Mitsubishi Lancer N4 di Emanuele Franco e Diego Sacco, New Driver’s Team, seguiti da Mirko Pettenuzzo e Daniele Araspi, su Ford Fiesta R5 della Meteco Corse e da Fredrik Fassio con Andrea Rossello su un’altra Ford Fiesta targata VM Motor Team. Prestazione da incorniciare per Loris Ronzano e Gloria Andreis, primi tra le due ruote motrici e settimi assoluti con una Peugeot 208 R2B della Turismotor’s, autori di una bella lotta con Alessandro Cresto e Simone Sparvieri, alla fine ottavi con una Renault Clio Williams A7 della Due Gi Sport. Nona posizione per Diego Donato e Luca Culasso (Ford Fiesta R5, VM Motor Team), mentre chiudono la top ten Roberto Iemmola e Matteo Angiulli, su Fiat Punto Super 1.6 del VM Motor Team.

Sul podio il vincitore Alessandro Gino ha dichiarato: “Oggi è stata dura e devo ringraziare il team, che mi ha consigliato un cambio di gomme radicale. Quella è stata la mossa vincente, ma devo ammettere che Verna oggi è stato un avversario veramente ostico e voglio complimentarmi con lui per la sua velocità”. Nel dettaglio, le prove speciali decisive sono la PS3 e la PS4. Sulla PS3, la risposta di Gino non si fa attendere. Il cuneese sfrutta il parco assistenza per scegliere un tipo di gomma differente (monta le Michelin al posto delle solite Pirelli) e per fare qualche importante modifica all’assetto della Fiesta. Il risultato è una vittoria netta, con il tempo di 5’42”2, dimostrazione che l’asfalto si è anche notevolmente asciugato.

Verna è costretto ad inseguire a 6”5, mentre Galgiasso è terzo a 10”8. Quarto tempo per Franco a 19”1, seguito da Pettenuzzo a 19”9. Nella generale Gino passa così in vantaggio con 3”5 su Verna e 16”4 su Gagliasso. Sulla PS4, infine, Gino chiude in bellezza, migliorando il tempo del passaggio precedente. 5’41”4 il tempo del pilota Ford, 1”6 meglio di Verna e 7”8 meglio di Gagliasso. Quarto tempo per Franco, seguito da Pettenuzzo e da Fassio.