Articoli

Otto gare per Rhys Yates, compagno di Adrien Fourmaux

M-Sport a tutto Mondiale Rally. Un’altra Ford Fiesta R5 MK2 sarà al via del Campionato del Mondo Rally per Rhys Yates che farà squadra con Adrien Fourmaux per una stagione completa nel WRC 2. Rhys Yates ha annunciato il suo programma all’Autosport International e disputerà otto rally al volante dell’ultima nata in casa M-Sport.

Rhys Yates sarà al via del Rally di MonteCarlo affiancato dal copilota gallese James Morgan, che con lui disputerà tutta la stagione. Yates ha iniziato con le moto, durante la sua adolescenza e con le bici, prima di passare al rally nel 2013. Una volta provata l’auto da rally ha progredito rapidamente, vincendo il titolo inglese al volante di una Ford Fiesta R2 nella sua prima stagione completa, nel 2015.

Da allora, il ventisettenne è in prima linea nei rally britannici. Yates è diventato il primo britannico a vincere il Rally van Wervik in Belgio nel 2018. Si è avvicinato alla scena mondiale nel WRC 2 con sei gare disputate, nel 2019, e ha fatto una bella impressione, finendo quarto il suo primo Rally di Montecarlo e il quinto il suo primo sua Tour de Corse.

Simone Miele il migliore del Special Rally Circuit Vedovati Corse

Simone Miele e Mario Cerutti, su Citroen DS3, sono i vincitori del terzo Special Rally Circuit by Vedovati Corse, andato in scena al Monza Circuit. Miele e Cerutti sono passati in testa dalla seconda prova speciale, dopo lo stop di Alessandro Perico e Mauro Turati (Skoda Faba R5), che avevano conquistato il primo tratto cronometrato. Exploit doppio per il copilota Mario Cerutti, che lo scorso anno ottenne il successo assoluto a fianco del bergamasco Cesare Brusa. “E’ stata una bella gara – afferma Simone Miele – in cui siamo stati nelle posizioni di vertice per tutto il giorno. Tutto è andato per il meglio. Il mio grazie va prima di tutto a Cerutti e poi alla squadra, con dedica particolare al nostro capomeccanico Christian, che ha compiuto 40 anni”.

Lasciano Monza contenti anche gli inglesi Rhys Yates ed Elliott Edmnson, che su Fiesta Wrc hanno terminato in seconda posizione, a 35”1 da Miele-Cerutti, con la soddisfazione di essersi imposti nell’ultimo tratto cronometrato. Terzo posto per il vincitore dell’edizione 2014 della gara di Vedovati Corse in autodromo, lo svizzero Mirko Puricelli che, con Mauro Magni, su Citroen Ds3, ha terminato a 57”9 dai primi. Combattutissima la battaglia per il successo in R5, che ha visto la affermazione di Andrea Mabellini e Virginia Lenzi (Hyundai I20, quarti assoluti e trionfatori in Under 25), con il risicatissimo margine di mezzo secondo sulla Skoda Fabia di Luca Tosini e Roberto Peroglio.

A meno di 4 secondi, la Ford Fiesta di Matteo Beretta e Fabrizio Carrara. Completano la top ten dello Special Rally Circuit Francesco Rizzello e Pasquale Fiorito (Ford Fiesta Wrc, settimi), poi, nell’ordine, Giacomo Ogliari e Gabriele Falzone (che per la prima volta hanno portato in Italia la Citroen C3-R5), Damiano Reduzzi e Giovanni Maifredini e il campione svizzero 2018 Ivan Ballinari, in coppia Andrea Sasha Togni (Skoda Fabia). Tra i piloti che non hanno visto il traguardo, Alessandro Perico, Luca Pedersoli (era secondo prima di ps4) e Cesare Brusa, vincitore nel 2017. Quest’ultimo, dopo una toccata con un altro concorrente e una conseguente notevole perdita di tempo, ha preferito fermarsi.