Articoli

Nicolas Ciamin lancia la ‘sfida’ a Paolo Andreucci e Umberto Scandola

Il giovane pilota transalpino, Nicolas Ciamin, originario di Nizza, si è rimesso sotto la luce dei riflettori lo scorso weekend vincendo la gara d’esordio del Campionato Francese Asfalto, il Rallye Le Torquet, battendo un’agguerrita concorrenza di oltre venti vetture di pari categoria. Abbiamo avuto l’occasione di scambiare quattro chiacchiere il giovane pilota francese che nel 2018 si è diviso tra WRC2, alla guida della Hyundai i20 R5 e la classe RGT, con la Abarth 124 del Team Milano Racing, ottenendo buoni risultati dopo quelli del 2017 nel Campionato Junior nel WRC.

Parlaci della tua ultima vittoria: ci speravi?

“Non solo ci speravo, ma sapevo di aver un’ottima vettura a disposizione, la Volkswagen Polo R5 del Team Belga THX Racing, e mi sono preparato molto bene andando a correre una settimana prima al Rally de Hannut che ha fondi simili e dove abbiamo trovato un meteo identico a quello del Touquet. Abbiamo vinto con Yannick Roche due rally in due fine settimana consecutivi, una grande soddisfazione per me e per il team”.

Il tuo programma agonistico prima della tappa del Campionato Francese Rally non era ancora definitivo, obiettivi dopo questa vittoria?

“Non ho ancora in previsione di fare il campionato completo, ora sono concentrato per il Tour de Corse che si correrà a fine mese”.

A cosa punti in questo Tour de Corse 2019?

“Punto a vincere o comunque a classificarmi nelle prime posizioni nel WRC2”.

Correrai nel Campionato Italiano Rally Terra con la Fiat 500X R4 di Milano Racing. E se ti trovassi a confrontarti con Umberto Scandola e Paolo Andreucci?

“Se ci sono è meglio, così posso confrontarmi anche con due campioni come loro. Mi auguro di incontrarli”.

A Nicolas Ciamin e Yannick Roche la vittoria del Rallye Le Touquet

Le cose non sarebbero potute andare meglio per la Polo GTI R5 sull’asfalto al primo turno del Campionato Francese
Rally
: Nicolas Ciamin e Yannick Roche hanno vinto il Rallye Le Touquet davanti a Quentin Gilbert e Christopher Guieu. Dopo i 201,42 chilometri cronometrati, Ciamin, sulla Polo a quattro ruote motrici della THX Racing, ha goduto di un vantaggio di 13″7 su Gilbert. “Questo è un momento davvero speciale per me”, ha detto Ciamin al traguardo. “È la mia “prima grande vittoria” e sicuramente il miglior rally in cui abbia mai guidato”.

Quentin in seconda posizione, che ha vinto sei delle quattordici prove speciali, era comunque soddisfatto alla fine della manifestazione. “Abbiamo dato tutto ancora una volta nei chilometri di chiusura, ma alla fine non è stato sufficiente per il primo posto. Allo stesso tempo, eravamo consapevoli di non poter correre troppi rischi sulle strade sdrucciolevoli, per non mettere a repentaglio il secondo posto. Un grande ringraziamento alla squadra”, ha detto il francese, che ha guidato una Polo GTI R5 dal team HK Racing.

William Wagner e Kévin Millet, tuttavia, non hanno avuto la stessa fortuna. Dopo aver stabilito il miglior tempo sulla PS7, il belga ha messo l’auto in un fosso nella PS successiva e si è dovuto ritirare. Prossimamente, il Campionato Francese Rally va su asfalto con il Rallye Lyon-Charbonnières Rhône 2019. Il secondo round della stagione, infatti, si svolgerà il 19 e il 20 aprile.