Articoli

Coppa Rally di Zona 4, 5 e 6 in volata per il rush finale

Ora si entra nella fase clou della Coppa Rally Aci Sport di Zona 2019. Al rientro dalla pausa estiva infatti sono molti i rally che torneranno ad animare la nuova competizione nazionale che coinvolge capillarmente tutta la penisola italiana. Ognuna delle 9 Zone che compongono il CRZ si appresta infatti a vivere la fase cruciale, quella conclusiva che servirà ad incoronare i vincitori di Zona.

Ma soprattutto offrirà i verdetti definitivi per quanto riguarda la qualificazione alla Finale Nazionale attesa a ottobre a Como nel 38° Trofeo Aci Como. Ecco quindi il percorso affrontato e i migliori piloti nelle rispettive classifiche assolute del territorio compreso tra nord-est e centro Italia di Zona 4, Zona 5 e Zona 6. Delle Zone 1, 2 e 3 ne abbiamo parlato qui.

Friuli Venezia Giulia e Veneto Zona 4

Gare disputate: Rally Bellunese (24 marzo coeff.1) – Dolomiti Rally (9 luglio coeff. 1) – Rally Valli del Carnia (14 luglio coeff. 1,5) – Rally di Scorzé (4 agosto coeff. 1)

Gare da disputare: Rally Friuli Venezia Giulia e Alpi Orientali (1 settembre coeff. 2)

La Zona 4 per la Coppa Rally di Zona 2019 è arrivata a buon punto. In testa alla classifica assoluta a seguito delle prime quattro gare corse nel territorio compreso tra il Friuli e le provincie venete di Belluno e Venezia c’è il veneto Marco Signor. Anche il pilota di Caerano San Marco, come molti dei piloti capolista nelle rispettive Zone, fa parte del gruppo proveniente dal CIWRC. La coppia è la stessa che affronta il tricolore, vale a dire con Patrick Bernardi, la macchina è necessariamente diversa per avere validità in Coppa, infatti si tratta di una Skoda Fabia R5 sempre firmata da Sama Racing. Signor ha aperto al meglio la stagione in questa competizione facendo subito bottino pieno nella sesta edizione del Rally Valli della Carnia, la prima vittoria per lui in questa gara.

Quindi ha proseguito con un percorso netto che lo ha proiettato in testa dopo aver vinto i primi tre appuntamenti della Zona 4. Il primo dei rivali è attualmente Daniele Tabarelli che insieme a Mauro Marchiori è riuscito ad arrivare in zona punti ad ogni appuntamento disputato. Quarto al Bellunese su Citroen C3 R5, ancora quarto al Dolomiti su Mitsubishi Lancer Evo IX R4, quinto al Valli della Carnia Nuovamente su C3 R5, ora Tabarelli vanta il secondo posto alle spalle di Signor a quota 17,5 punti. Completa la Top 3 provvisoria Claudio De Cecco.

Alti e bassi per lui che affiancato da Jean Campeis aveva aperto le danze con il quinto posto a Belluno. Quindi De Cecco si è rilanciato con un buon secondo posto sull’asfalto delle Dolomiti sempre al volante di Hyundai i20 NG R5. Poi lo sfortunato ritiro all’ultimo Rally di Scorzè quando era in terza posizione gli ha negato un buon bottino in ottica di classifica.

Per quanto riguarda la Zona del nord-est sarà ora decisivo il Rally del Friuli e Alpi Orientali, gara valida per il Campionato Italiano Rally a coefficiente 2 che si svolgerà nel week end del 31 agosto.

Emilia Romagna Marche e Repubblica di San Marino Zona 5

Gare disputate: Rally Colline di Romagna (14 aprile coeff. 1) – Rally Adriatico (5 maggio coeff. 2) – Rally Alto appennino bolognese (30 giugno coeff. 1) – San Marino Rally (14 luglio coeff. 2) – Rally di Salsomaggiore (4 agosto coeff. 1)

Gare da disputare: Rally Città di Modena (15 settembre coeff. 1)

Buona parte del calendario è alle spalle per quanto riguarda la Zona 5. Attualmente per la classifica generale della Coppa Rally di Zona ACI Sport che riguarda il territorio del centro Italia compreso tra Emilia Romagna, Marche e Repubblica di San Marino, la differenza la stanno facendo i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra. Su quattro rally già disputati dei sei complessivi, due erano in concomitanza con gare valide per il tricolore Terra.

Di conseguenza in vetta alla speciale classifica di Zona c’è il leader del CIRT Stephane Consani. Il francese affiancato da Thibault De La Haye sulla Skoda Fabia R5 di Erreffe Team Bardhal e supportata da Project Team si è aggiudicato entrambe i round a coefficiente 2 sulle strade bianche del Rally Adriatico e del San Marino Rally. Due vittorie che gli valgono il primato con 40,75 punti e un netto margine di vantaggio rispetto ai rivali.

Alle sue spalle c’è ancora, come per il CIR Terra, il padovano Nicolò Marchioro insieme a Marco Marchetti a quota 26,75 punti, anche loro su Skoda Fabia R5 di RB Motorsport. Per Marchioro fanno la differenza il secondo posto a Cingoli, seguito dal quarto nella Repubblica biancoazzurra. A pari punti in seconda posizione nella Zona 5 troviamo il sanmarinese Daniele Ceccoli, con Piercarlo Capolongo su altra R5 boema di PA Racing, che ha ottenuto ad oggi il miglior risultato con il secondo posto nella gara di casa.

Quindi in quarta posizione un nome illustre come quello del pluricampione italiano Paolo Andreucci. Il garfagnino quest’anno è impegnato nel CIR Terra sempre su Peugeot 208 T16 R5, ma con Rudy Briani al suo fianco. Il bilancio positivo di Andreucci ad oggi lo proiettano a ridosso del podio nella classifica di Zona in virtù del doppio terzo posto conquistato nelle due gare dell’italiano. Oltre ai protagonisti del Terra, c’è un altro pilota dell’Italiano a mettersi in evidenza in classifica assoluta. L’emiliano del CIR Antonio Rusce insieme a Marco Vozzo ha vinto il 31° Rally Alto Appennino Bolognese, quindi ha offerto il bis al Rally Salsomaggiore piazzandosi appena dietro ai migliori nell’assoluta.

Ad una gara dal termine, vale a dire il Rally Città di Modena a metà settembre a coefficiente 1, la classifica assoluta della Zona 5 si deciderà soprattutto in base alle partecipazioni raccolte dai diversi protagonisti. Per concorrere al successo infatti sarà necessaria la regolare partecipazione ad almeno tre gare valide per la Zona. Dettaglio che, al momento, escluderebbe automaticamente i piloti del CIRT che possono segnare a bilancio soltanto due apparizioni.

Toscana Umbria Zona 6

Gare disputate: Rally del Ciocco e Valle del Serchio (24 marzo coeff. 2) – Rallye Elba (28 aprile coeff. 2) – Rally degli Abeti (2 giugno coeff. 1) – Rally Coppa Città di Lucca (28 luglio coeff. 1)

Gare disputate: Rally di Reggello (1 settembre coeff. 1,5) – Rally Città di Pistoia (6 ottobre coeff. 1,5)

Si prospetta intensa anche la fase finale della stagione guardando alla Zona 6. Sulle strade di Toscana e Umbria al momento ad avere la meglio sembra essere Luca Pierotti. Con una Skoda Fabia R5 di Jolly Racing Team il pilota lucchese ha aperto la stagione con il terzo posto al Ciocco, ha poi centrato la vittoria assoluta al 37° Rally degli Abeti e dell’Abetone, quindi si è arreso solo al concittadino Rudy Michelini chiudendo secondo nella gara di casa al 54° Rally Coppa Città di Lucca.

Ottimo esordio invece per Fabio Pinelli che al Rally del Ciocco ha aperto il suo CRZ 2019 con una vittoria. Al volante di Hyundai i20 R5 il pilota pistoiese ha invece chiuso ai piedi del podio nel Rally degli Abeti. Due risultati che gli valgono comunque il secondo posto nella speciale classifica di Coppa a quota 25,75 punti. Al terzo posto si evidenzia Andrea Carella, vincitore al Rally Elba tra le R5 ma con una sola gara disputata.

Il piacentino del CIWRC è appena un passo avanti alla coppia composta da Stefano Gaddini e Jacopo Innocenti, quarti in graduatoria a quota 18,5, rispettivamente quinti in gara al Ciocco e sesti all’Abetone su Clio Super1600. Saranno quindi fondamentali i due selettivi appuntamenti rimanenti, vale a dire il Rally di Reggello e il Rally Città di Pistoia, entrambi a coefficiente maggiorato 1,5.