Articoli

Rally Race Terre del Timorasso nel segno di Massimo Brega

Sono Massimo Brega e Paolo Zanini ad aggiudicarsi l’edizione d2019 del Rally Race Terre del Timorasso Derthona, gara nazionale organizzata dal VM Motor Team con la Pro Rally 2001. Il duo della Scuderia Piloti Oltrepo, a bordo di una Hyundai i20 R5, ha dominato la gara fin dalle prime battute, mostrando una superiorità mai messa in discussione. Brega, pavese ma ottimo conoscitore delle prove speciali alessandrine, non ha lasciato scampo agli avversari, che hanno dovuto accontentarsi delle posizioni di rincalzo.

Al secondo posto i genovesi Andrea Mezzogori e Roberta Baldini, su Skoda Fabia R5, che con una gara in crescendo hanno lasciato il terzo posto a Davide Riccio e Silvia Rocchi, su Hyundai i20 R5 della New Turbomark. Riccio, dopo un inizio scoppiettante, si è visto sopravanzare da Mezzogori, che oggi non ha avuto avversari sulla PS “Grondona”, la più lunga e selettiva. La vittoria tra le due ruote motrici è andata a “Iceman”-Malvermi, su Renault Clio R3C della Media Rally e Promotion. A Paolo Zanini, primo navigatore classificato è andato il Memorial Massimo Concaro, mentre il Trofeo Corri con Caki se lo sono aggiudicato i primi in classe N2 Romano-Pozzi.

La gara riservata alle auto storiche ha avuto un solo dominatore, dalla prima all’ultima prova speciale: Matteo Musti su Porsche. Il pavese della Scuderia Piloti Oltrepo, in coppia con Claudio Biglieri, non ha avuto rivali nella due giorni tortonese, lasciando l’altra Porsche della Scuderia Piloti Oltrepo di Alessandro Ghezzi ed Agostino Benenti a quasi due minuti. Sul terzo gradino del podio la Opel Kadett della Pro Rally 2011 di Maurizio e Marco Torlasco.

Il Rally Race Terre del Timorasso Derthona è stato un rally duro e selettivo, che ha messo alla prova gli equipaggi ed i mezzi meccanici. La giornata di gara è stata caratterizzata da un cielo grigio, che a tratti ha lasciato cadere qualche goccia.
Il VM Motor Team non si ferma e pensa già al prossimo imminente impegno, la 22° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, che andrà in scena a Casale Monferrato il 2 e 3 novembre. Ma vediamo come è andata prova per prova.

PS1 “Super Power Stage” – Km 4,7: La prova speciale serale di apertura mantiene le promesse e regala tanto spettacolo al pubblico presente sulle tribune del Castelletto Circuit. I primi a transitare sull’asfalto del circuito pavese sono i concorrenti delle auto storiche, con Matteo Musti su Porsche che non delude le aspettative e ferma il cronometro sul tempo di 3’36”6, rifilando ben 14”1 all’altra Porsche di Ghezzi e 22”7 alla Fiat 128 di Nassani.

Tra le auto moderne sono le R5 a dominare la scena ed il miglior tempo che va alla Hyundai di Riccio. 3’25”5 il tempo del portacolori New Turbomark, 3”6 meglio della Skoda di Araldo e 5”4 meglio dell’altra Hyundai di Brega. Quarto posto per Tagliani su Skoda a 6”, seguito dalle altre Skoda di Mezzogori a 11”6 e De Micheli a 13”4. Fassio completa la classe R5 a 14” con un’altra Skoda, davanti alla Peugeot Super 2000 di Rossi, ottavo a 15”7. Nona posizione e prima di Super 1.6 per Giordano Barberis a 16”2, mentre Curone lo segue e chiude la top ten a 18”5.

PS2 “Monleale” – Km 6,2: Prosegue il dominio Hyundai, con Brega che vince la prova in 3’37”3 sulla Skoda di Araldo, staccato di 4”2. Riccio è terzo a 5”6 e realizza lo stesso tempo di De Micheli. Mezzogori insegue a 8”
La gara perde subito un protagonista, Tagliani, che esce di strada senza conseguenze e si ritira. Vengono comunque prestati i soccorsi all’equipaggio per precauzione e si esclude qualsiasi problema, quindi i restanti concorrenti percorrono la prova in trasferimento. Verrà loro assegnato un tempo imposto.

PS3 “Grondona” – Km 12,6: Acuto di Mezzogori, che con il tempo di 9’53”2 fa 2”4 meglio di Brega e 17”8 meglio di Riccio. De Micheli è quarto a 17”9, con Araldo quinto a 20”2 e Iceman sesto a 39”9, primo di due ruote motrici. Fassio segna il settimo tempo a 40”2, davanti al primo di Gruppo N Tabacco, staccato di 48”9 e che precede il suo diretto avversario Fallabrino, nono a 50”3. La decima posizione è di Rossi, che chiude a 54”6 dalla vetta.

PS4 “Dernice” – Km 5,8: Brega torna a vincere, con il tempo di 3’56”9, 1”1 davanti a Riccio e 1”9 davanti a Mezzogori.

PS5 “Monleale” – Km 6,2: Riccio firma il secondo successo parziale col tempo di 3’36”6, 7 decimi meglio di Brega e 1”8 meglio di De Micheli. Quarto tempo per Mezzogori a 4”4, seguito da Araldo a 7”4.

PS6 “Grondona” – Km 12,6: Mezzogori conferma di gradire molto la prova, vincendo anche questo passaggio col tempo di 9’36”7, con 5”6 di vantaggio su Araldo e 9”3 su Brega. De Micheli è quarto a 9”5, Riccio accusa ben 19”4 di ritardo e nella generale viene scavalcato da Mezzogori, ora secondo.

PS7 “Dernice” – Km 5,8: Brega si prende anche l’ultimo passaggio sulla Dernice in 3’47”4, con Riccio staccato di 3”7 ed Araldo a 3”9. Mezzogori è a 4”9 ed abbandona l’ipotesi di poter impensierire Brega nella generale, restando saldamente al secondo posto davanti a Riccio. Ritiro per Rossi, che esce di strada senza conseguenze.

PS8 “Monleale” – Km 6,2: Riccio si prende l’ultima prova, davanti ad Araldo e De Micheli. Brega tira i remi in barca, è quarto e precede Mezzogori, che però ha messo in cassaforte la seconda posizione

Rally Race Terre del Timorasso con 62 vetture al via

Rally Race Terre del Timorasso Derthona, manifestazione nazionale che in scena attorno a Tortona il 12 e 13 ottobre 2019, offre tantissime novità legate alla gara organizzata dal VM Motor Team con il supporto della Pro Rally di San Sebastiano Curone, a partire dalla nuova sede di partenza ed arrivo, collocata a Tortona.

La provincia di Alessandria tornerà dunque a giocare un ruolo importante sul panorama rallistico italiano, confermando la crescita di una manifestazione che per quest’anno sarà di tipologia nazionale, la porta per entrare nel Trofeo Rally di Zona. Al Rally Race sarà inoltre affiancata l’omonima gara riservata alle auto storiche, per la gioia dei tantissimi appassionati di un territorio da sempre protagonista dello sport motoristico. Ad aggiungere ulteriori spunti di interesse ci sarà la prova speciale di apertura allestita all’interno del Motodromo di Castelletto di Branduzzo, che permetterà al numeroso pubblico di assistere comodamente ed in tutta sicurezza ad una bella serata di Rally.

E’ direttamente Moreno Voltan, patron del VM Motor Team, a presentare le principali novità del Rally Race: “Siamo davvero orgogliosi di poter presentare una gara come questa interamente in provincia di Alessandria. Le difficoltà non sono state poche, ma il nostro obiettivo era quello di riportare le competizioni in un territorio che ha fatto la storia del Rally in Italia. Grazie alla Prorally guidata da Giorgio Zelaschi abbiamo messo a punto una manifestazione ricca e completa, che sicuramente porterà alla mente tanti bei ricordi ai rallisti ed agli appassionati. Per noi è fondamentale organizzare sul nostro territorio, infatti anche la Ronde Colli del Monferrato tornerà in provincia e partirà da Casale Monferrato”.

Il Rally Race Terre del Timorasso Derthona sarà articolato su due giorni; sabato 12 Ottobre si inizierà con le verifiche, dalle 11 presso la piscina comunale di Tortona, seguite dallo Shakedown a Monleale dalle 12 alle 16. Alle 19:01 la prima vettura partirà da Piazza delle Erbe, con destinazione il Motodromo, teatro della prima prova speciale alle 19:50. I concorrenti faranno poi ritorno a Tortona per il riordino notturno.

Domenica 13, dalle 8:01 le vetture riprenderanno il via per una giornata che prevede sette prove speciali dal nome mitico: due giri con le classiche “Monleale”, “Grondona” e “Dernice” da percorrere in sequenza, con un ultimo ulteriore passaggio sulla “Monleale” prima dell’arrivo, previsto per le 17:41 sempre in Piazza delle Erbe. Un percorso impegnativo e selettivo, che prevede 62,3 chilometri cronometrati che metteranno a dura prova i concorrenti. Lo scorso anno, a San Sebastiano Curone, fu il piacentino Andrea Mazzocchi su Peugeot 208 R2B a trionfare.

Al via del Rally Race ci sono 62 auto da rally

Saranno sessanta in totale le vetture partecipanti al Rally Race Terre del Timorasso Derthona, manifestazione in programma il 12 e 13 ottobre a Tortona e che interesserà diverse zone limitrofe, da sempre legate ad una forte tradizione motoristica.
Quarantanove le vetture moderne ed undici le regine del passato, pronte a regalare tante emozioni al pubblico alessandrino che, grazie allo sforzo del VM Motor Team in collaborazione con la Pro Rally, potranno nuovamente assistere ad una competizione rallistica.

“Organizzare una gara nazionale in provincia di Alessandria ci riempie di orgoglio, anche se il lavoro dietro a questo tipo di manifestazioni è molto duro. Ringrazio tutti i miei collaboratori ed i ragazzi della Pro Rally di San Sebastiano Curone, che ci hanno dato un supporto fondamentale. Regalare agli appassionati locali un bel weekend di motori non ha prezzo, la collaborazione con il territorio è massima ed auguriamo buon rally a tutti, certi che saranno due giorni di festa e show”.

Le parole di Moreno Voltan, a capo della macchina organizzativa, sono chiare: per l’alessandrina VM Motor Team il Rally Race ha un sapore particolare, specialmente se si pensa al percorso, che si articolerà sulle mitiche prove speciali “Monleale, Dernice e Grondona”, alle quali si aggiungerà la prova spettacolo del sabato sera al Motodromo di Castelletto di Branduzzo in programma alle ore 19:50 (ingresso € 10 – gratuito fino a 14 anni e per i residenti a Castelletto di Branduzzo).

Tanti i nomi di spicco tra i partenti, con ben otto vetture della classe R5 pronte a darsi battaglia. Riccio, Giacobone e Brega con le Hyundai sfideranno una schiera di Skoda Fabia guidate da Tagliani, Mezzogori, Araldo, De Micheli e Fassio, alle quali si aggiungerà la Peugeot 207 Super 2000 di Maurizio Rossi. Occhi puntati anche sulla Super 1.6, che vede al via una vecchia conoscenza del rallismo locale come Paolo Curone e Giordano Barberis, mentre cinque Renault Clio R3C lotteranno per la classifica del due ruote motrici.

Quattro le vetture in R2B, seguite da una A7, ben dieci N3, una K10, una A6, due RSTB, tre RSPL, tre A5 ed otto N2. Grande attesa anche per le vetture storiche, capitanate dalle Porsche dei grandi favoriti Ghezzi e Musti; tra i partenti diverse auto che sono ancora nel cuore degli appassionati come Opel Ascona, Opel Kadett, Fiat 127, Fiat Uno, Peugeot 205, Autobianchi A112 e Fiat 128.

La prima vettura partirà alle 19:01 di sabato 12 ottobre da Piazza delle Erbe, nel centro di Tortona, ma la prima giornata inizierà già dalla mattina, con le verifiche dalle ore 11 presso la piscina comunale. La giornata di domenica inizierà invece alle alle 8:01 con l’uscita del primo concorrente dal riordino notturno; le vetture affronteranno poi sette prove speciali, per fare ritorno a Tortona dalle 18:31.

Sarà un periodo davvero intenso per il VM Motor Team, dato che passeranno solo tre settimane tra il Rally Race e la 22° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato del 2-3 novembre, che per il 2019 traslocherà a Casale Monferrato con tantissime novità