Articoli

Salta l’edizione 2019 del Moscato Rally: un anno di pausa per la gara piemontese

L’edizione del Moscato Rally 2019 non si farà. Dopo diciassette anni di grandi weekend motoristici a Santo Stefano Belbo, fino all’edizione 2018, quando sulle strade della Valle Belbo si sono dati battaglia come tutti gli anni più di 100 equipaggi italiani ed elvetici, grazie alla validità di campionato assoluto svizzero, la 991 Racing ha deciso di prendersi una pausa organizzativa, complici il declassamento che la gara ha subito (da campionato regionale di Prima Zona a rally nazionale) che la penalizza senza giuste motivazioni.

Nonostante le grandi sollecitazioni di piloti e appassionati che quest’anno si vedranno privati di una grande manifestazione che negli anni non ha mai smesso di crescere nei numeri e nella promozione del territorio. Fin dall’inizio la 991 Racing ha scommesso sulle colline langarole e sui loro meravigliosi prodotti tra cui il più importante la coltivazione delle uve del moscato. Inoltre, il Consorzio dell’Asti ha sempre collaborato con l’organizzazione omaggiando a tutti i partecipanti delle bottiglie di ottimo moscato, con l’appuntamento fisso a fine manifestazione nel proprio stand per la degustazione del Moscato d’Asti e Asti Spumante D.O.C.G. al folto pubblico presente.

La 991 Racing aveva già comunicato la decisione di una pausa a tutti i comuni interessati alla manifestazione a fine 2018, pertanto tutte le voci che sono circolate in questi mesi sul motivo della non effettuazione della manifestazione sono da considerarsi completamente false, l’unico motivo è infatti quello sopra descritto. Lo staff dell’evento rallistico ha quindi deciso di prendersi una pausa, non un addio ma semplicemente una riflessione momentanea. Pertanto ci scusiamo con i tanti piloti locali e non, sponsor e il numeroso pubblico presente che da tempo segue il rally con entusiasmo, promettendo di ritornare con nuove forze e grandi novità, inoltre si ringrazia la Sport Rally Team per aver reso possibile l’effettuazione delle ultime due edizioni del rally.

Lutto nel mondo dei rally: addio a Giovanni Malandra

Quella passionaccia ventennale per i rally non faceva perdere nemmeno una gara nel Verbano-Cusio-Ossola. Esperto navigatore originario di Craveggia, è morto a 50 anni Giovanni Malandra. Non si è più ripreso dall’ischemia che lo aveva colpito nei giorni scorsi. A nulla è servito il ricovero all’Ospedale Maggiore di Novara e tutte le cure ricevute, unite all’amore da parte dei suoi cari. Tra le sue passioni non c’erano solo i motori: da giovane aveva anche praticato gli sport invernali.

“Era un grandissimo sportivo in tutti i sensi – dice Silvio Pelgantini, pilota e amico con cui Malandra ha condiviso l’abitacolo -. Io stesso mi sono dato alle corse con lui: era un trascinatore. Abbiamo gareggiato insieme per diciannove anni. Anche nel 2018 abbiamo partecipato sia al Rallyday Due Laghi e al Valli Ossolane. E poi abbiamo girato insieme il Nord Italia. Era una persona solare a cui piaceva divertirsi e far festa, lasciava il segno ovunque andassimo. Mancherà molto”.

Malandra era dipendente della società Idrablu di Domodossola. Il funerale è previsto nel santuario della Madonna del Sangue di Re. La famiglia sta aspettando il via libera dall’Ospedale di Novara, che arriverà solo dopo aver condotto alcuni accertamenti di rito. Malandra viveva con la sua famiglia in frazione di Folsogno di Re: aveva due figli, uno di 5 anni e uno di 11.


Rallyday 2 Laghi, Memorial Rabogliatti e Caffoni, Trofeo A5…

È arrivato il giorno X. Mercoledì 13 marzo è ufficialmente il giorno indicato per poter inviare le adesioni al 6° Rallyday 2 Laghi-Città di Domodossola, rallyday organizzato dalla scuderia New Turbomark. Tutti coloro che vi vorranno partecipare avranno tempo fino a venerdì 5 aprile, termine ultimo da regolamento. Come già annunciato alla viglia i cambiamenti rispetto al passato sono molti ma è altrettanto vero che la qualità messa in campo dal comitato organizzatore è in costante crescita.

Se le nuove prove speciali hanno rifatto il look della corsa attraendo la curiosità di molti, le iniziative collaterali ed i riconoscimenti già istituiti non fanno altro che aumentare il livello di appeal del rally piemontese. A partire dal primo assoluto, che si aggiudicherà il Memorial Nevio Rabogliatti – sfortunato appassionato che seguiva tutti i rally della zona con tifo e calore – fino al primo Under 25 che si aggiudicherà il Memorial Diego Caffoni.

Nel mezzo figura un interessante trofeo autogestito da un gruppo autonomo di rallysti dedicato alle vetture di classe A5, ideato dal pilota Alessio Sucato: con una donazione di soli 50€, il cui totale ricavato verrà devoluto in beneficenza, gli iscritti a questo trofeo potranno accedere gratuitamente allo shake down ed i primi tre avranno come premi le iscrizioni gratuite al Rally Rubinetto, alla Ronde Gomitolo di Lana e alla Ronde Camunia.

Se il faro guida rimane inalterato rispetto alle ultime edizioni, non si può dire altrettanto delle prove speciali: il comitato organizzatore ha infatti eliminato due prove su tre confermando la sola Montecrestese. Fuori dunque Lusentino e Calasca e dentro due speciali pronte a far parlare molto di sé: torna dopo quindici anni la PS Antrona mentre inedita sarà la San Domenico, tratto in salita celebre per essere la principale connessione con l’Alpe Veglia e, nella stagione invernale, con una delle principali stazioni sciistiche del Piemonte Orientale.

La gara, che si conferma nel formato rallyday, valorizza la sua compattezza ma soprattutto un territorio montano sempre pronto a destare l’interesse di quel turismo sportivo che sta diventando sempre più un traino capace di affiancare il già forte settore secondario.

Matrimonio tra Rally del Tartufo e Historique Rally Valli Vesimesi

Vista da fuori potrebbe sembrare una pazzia ma così non è! Luca Meneghetti e il suo staff hanno valutato con attenzione i pro e i contro dell’abbinamento di due gare: quella riservata alle storiche, il III Historique Rally Valli Vesimesi, con base a Vesime e quella riservata alle moderne, il 31° Rally del Tartufo, con base a Nizza Monferrato.

L’edizione 2019, vuole compiere un ulteriore passo di crescita rispetto alle precedenti edizioni e l’abbinamento delle due gare è rivolto a questo. “Abbiamo voluto dare il giusto risalto ai protagonisti delle storiche e siamo convinti che la storia del Rally Valli Vesimesi fosse la giusta cornice per la prima prova del TRZ Autostoriche ma non volevamo dimenticare le moderne e a quel punto abbiamo cominciato a pensare ad un incrocio tra le due”.

Tre le prove speciali – da ripetere due volte – per quasi settanta chilometri di tratti cronometrati che vedranno alternarsi i protagonisti delle due gare: San Marzano Oliveto ( 6,15 Km), San Vito ( 14,10 Km) e San Giorgio Scarampi ( 13,35 Km) mentre il parco assistenza, dopo il successo dello scorso anno, ritornerà presso lo stabilimento dellaBalbi Zuccheri di Agliano Terme.

Con questo abbinamento non ci saranno vetture di serie A e di serie B ma tutti lotteranno per la conquista della vittoria della propria gara e solo al momento della partenza e dell’arrivo ci saranno strade e luoghi diversi con il giusto riconoscimento per i protagonisti. Un’occasione ghiotta per gli appassionati per ammirare le vetture di ieri e di oggi impegnate sulle stesse strade. Anche quest’anno al sabato sera ci sarà l’opportunità per i protagonisti e gli appassionati di ritrovarsi per una cena “rallystica” presso la Trattoria della Torre a Perletto. Una festa nella festa.

Programma Rally Historique Valli Vesimesi

Chiusura iscrizioni – Lunedì 25 marzo 2019

Consegna Road Book – Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:00 alle 13:00
Bar Mulino – via Del Prino 28 – Vesime

Ricognizioni Autorizzate
Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00
Venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00

Verifiche Sportive
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 10.00 alle 16.00
Al Museo della Pietra Piazza Gallese Damaso 28 – Vesime

Verifiche Tecniche
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 10.30 alle 16.30
Davanti alle scuole medie , Via Einaudi – Vesime

Shakedown
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.00 alle 17.00

Presentazione Concorrenti
Sabato 30 marzo 2019 ore 18:00 – Piazza Vittorio Emanuele II – Vesime

Briefing verbale obbligatorio con il Direttore di Gara e Cena C/O Trattoria della Torre -Via Roma 15 – Perletto 
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 20:00

Arrivo-Premiazione
Domenica 31 marzo 2019 – alle 15:18 – Piazza Vittorio Emanuele II – Vesime

Programma del 31° Rally del Tartufo

Chiusura Iscrizioni – Venerdì 22 marzo 2019

Consegna Road Book
Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:00 alle 13:00
Presso Bar “Centro” – Via Carlo Alberto 29 – Nizza Monferrato

Ricognizioni Autorizzate
Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00
Venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00

Verifiche Sportive
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.30 alle 16.30
C/O Bar Agorà – Calamandrana

Verifiche Tecniche
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.45 alle 17.00
Piazza Pietro Chiarlo – Calamandrana

Shakedown
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.00 alle 17.00

Partenza e Presentazione Concorrenti
Domenica 31 marzo 2019 ore 9:31
Piazza Garibaldi – Nizza M.to

Arrivo e Premiazione 
Domenica 31 marzo 2019 ore 16:17
Piazza Garibaldi – Nizza M.to

Moreno Mazzocchi: dagli Shoot Out federali al rally di Canelli

La scuderia Leonessa Corse è presente al 2° Rallyday Vigneti Monferrini che si correrà sabato 9 e domenica 10 marzo sulle strade piemontesi. A rappresentare i colori del sodalizio bresciano ci sarà Moreno Mazzocchi, pilota piacentino classe 1965 che sarà coadiuvato dal pavese Daniele Mangiarotti, già tricolore Junior con Testa e GT con Andolfi.

Mazzocchi, padre di Andrea, vincitore degli Shoot Out federali, gareggerà con una Fiat Seicento di classe A0 con il numero 106; la gara è molto sentita perché al suo interno è stato organizzato il trofeo “600 per un Sorriso”, contesto nel quale si sfideranno ben 18 concorrenti al via con delle Fiat Seicento. Il ricavato andrà devoluto in beneficienza. Si correrà a Canelli domenica 10 marzo: le prove in programma saranno la “Canelli” e la “Cantina Pianbello” che, ripetute tre volte ciascuna, raggiungeranno un chilometraggio totale di 36,30.