Articoli

Al Rally di Casarano torna la PS Palombara

Un po’ più corto, un po’ più concentrato ma pur sempre impegnativo e affascinante. Giunto alla ventisettesima edizione il Rally Città di Casarano in programma il 25 e 26 aprile e valido quale gara d’apertura della Coppa Rally AciSport di Settima Zona si presenta con un percorso in parte rinnovato, meno dispersivo nel suo insieme rispetto a quanto proposto nell’edizione passata, ma con l’impegno agonistico rimasto nella sostanza pressoché immutato.

Un percorso rifinito, “tirato a lucido” che ha generato ulteriori interventi a favore della sicurezza ma disegnato comunque per esaltare lo spettacolo e renderlo più appassionante. Il format della gara, già ben collaudato, sarà il consueto con le verifiche previste nella mattinata di sabato 25 aprile presso la Concessionaria Guglielmo De Nuzzo di Casarano, con a seguire lo shake down che si svolgerà nuovamente sulle alture della Marina di Torre Pali e a partire dalle ore 17.30 la partenza da Piazza San Domenico, dove poi la gara si concluderà meno di ventiquattro ore dopo.

Anche la parte competitiva del percorso avrà nel complesso uno sviluppo del tutto simile a quello già visto dodici mesi fa; si dipanerà lungo quattro diverse prove speciali: due al sabato, altrettante nella giornata successiva con quest’ultime che verranno ripetute tre volte. Due le varianti più significative introdotte dalla Casarano Rally Team, scuderia organizzatrice dell’evento che anche quest’anno nel lungo iter di messa a punto della manifestazione si avvarrà della preziosa collaborazione della Scuderia Piloti Salentini e dell’Automobile Club Lecce.

La prima è il ritorno dopo un anno di assenza della prova speciale di Palombara, tratto cronometrato storico che aprirà la contesa sportiva del secondo giorno, e che nella parte centrale ha subito un radicale ridisegno che ha comportato l’eliminazione del famoso e spettacolare tornantino. La seconda invece è lo spostamento al sabato sera della prova di Torre Vado, che rimarrà immutata nel suo disegno, e che sarà quindi la nuova prova d’apertura in sostituzione della speciale di Punta Ristola.

Riproposte, seppur con un percorso ridotto, le sfide cronometrate della Pista Salentina e di Miggiano, rispettivamente a chiusura del primo e del secondo giorno di gara. Confermatissimo anche il “campo base” dell’evento con il Circuito Internazionale Karting Pista Salentina di Torre San Giovanni-Marina di Ugento a farla da padrone con le sue aree ampie ed
ospitali e dove sarà dislocato il Parco Assistenza insieme a tutti i Riordinamenti e gli uffici destinati alla Segreteria, Direzione Gara, Centro Cronometraggio e Sala Stampa.

In totale il percorso del Casarano venti-venti misura 318,66 km, una cinquantina in meno rispetto allo scorso anno con una distanza competitiva, anch’essa ridimensionata di quasi tre chilometri, che ne conta invece 59,55.

Il razzo di Rizzello al Rally Città di Casarano

Con il miglior tempo fatto segnare su tutte e due le prove speciali disputate sabato 13 marzo 2019 (Punta Ristola e Pista Salentina), Francesco Rizzello e Fernando Sorano sono i primi leader del 26° Rally Città di Casarano. L’accoppiata salentina a bordo di una Skoda Fabia R5 che si è dimostrata molto affidabile e performante è partita col piede fisso sull’acceleratore e ha preso subito le redini della gara facendo chiaramente intendere a tutti che il loro unico obiettivo è quello di dare continuità alla striscia di successi che li ha visti già vincitori della manifestazione in altre precedenti sei occasioni.

Malgrado il chilometraggio contenuto dei due tratti cronometrati disputati, il duo portacolori della scuderia Salento Motori ha rifilato pesanti distacchi agli avversari ed in pratica ha messo già una seria ipoteca sul successo finale. Il primo degli inseguitori Marco Timo in coppia con Salvatore Invidia,l anche loro su Skoda Fabia R5, accusano infatti un divario di 21”5 palesatosi in buona parte sulla prima prova speciale dove il driver di Taviano ha accusato qualche problema d’assetto.

Alle loro spalle nella generale con a dividerli solo 1”3 chiudono Giuseppe Bergantino e Massimo Sansone su Ford Fiesta R5 mentre al quarto posto provvisorio a soli nove decimi dalla coppia foggiana si piazzano Fernando Primiceri e Cristian Quarta su Skoda Fabia R5 che pagano dazio per una seconda prova non eccelsa che di fatto vanifica l’ottima seconda posizione colta sulla ps d’apertura. A tallonarli da vicino, su una vettura identica c’è la coppia formata da Daniele Timo e Gabriele Passaseo bravi a chiudere al secondo posto e a contenere sotto i tre secondi il distacco da Rizzello sulla prova spettacolo ma penalizzati dallo spegnimento della vettura su Punta Ristola.

Nella generale l’ex kartista precede di soli 5 decimi le vettura gemella dei vincitori della scorsa edizione Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi mentre conferma il poco feeling con le prove spettacolo Francesco Laganà che in coppia con Ilaria Rapisarda con un’altra Skoda Fabia sono settimi perdendo tre posizioni. L’unica non R5 ad entrare nella top ten è la Peugeot 207 S2000 di Guglielmo De Nuzzo e Maurizio Iacobelli che chiudono le fatiche di giornata in nona posizione preceduti dalla Citroen C3 di Mauro Adamuccio e Salvatore Tridici (a dividerli da Laganà solo 3 decimi) e davanti alla Skoda Fabia di Fabrizio Mascia con al suo fianco la compagna Ilaria Puzzovio

Tra coloro che hanno iniziato più che bene la competizione c’è di certo la copia formata da Mauro Longo e Benedetto Parisi che con la Peugeot 106 K10 occupano, grazie anche ad un ottima prestazione che gli è valsa l’undicesimo tempo sulla prova spettacolo, la dodicesima posizione assoluta e il primato provvisorio tra le vetture a due ruote motrici e Michele Campagna e Marco Palombi, quattordicesimi con la Renault Clio N3, bravi entrambi a mettersi dietro nomi e vetture più blasonate.

La seconda giornata del Rally Casarano

La gara riparte domenica 14 marzo 2019.E alla fine Francesco Rizzello e Fernando Sorano hanno dominato la ventiseiesima edizione del Rally Città di Casarano, manifestazione organizzata dalla Scuderia Casarano Rally Team in collaborazione con la Scuderia Piloti Salentini e l’Automobile Club Lecce e valida quale prova d’apertura della Coppa Rally AciSport di Settima Zona.

Assecondati da una perfetta Skoda Fabia R5 della RB Motorsport, i due salentini hanno assunto il controllo della situazione fin dall’inizio e con una condotta di gara veloce ed estremamente precisa che gli ha portati a vincere 6 delle 8 prove speciali, sono riusciti a domare una muta di avversari agguerriti, ma tenuti sempre a debita distanza e a arrivare sul palco d’arrivo in piazza San Domenico da vincitori. Per Rizzello si tratta del dodicesimo successo in carriera, il settimo insieme a Sorano a Casarano dopo quelli colti dal 2011 al 2015 e nel 2017. Ma se tutto è apparso lineare e quasi scontato sin dalle prime battute per il primo posto altrettanto non si può dire per le restanti posizioni della top ten che ha visto un susseguirsi continuo di colpi di scena. con alcuni protagonisti costretti ad alzare bandiera bianca.

Alla fine ad occupare la seconda posizione è stato il duo composto da Marco Timo e Salvatore Invidia anche loro su Skoda Fabia R5, che dopo un positivo avvio che gli ha visti per metà gara vestire i panni dei primi inseguitori del capoclassifica, sul secondo giro di prove vanno in crisi di gomme perdendo una posizione che poi riconquistano definitivamente sulla penultima prova.

A completare un podio tutto salentino e tutto di marca Skoda, Fernando Primiceri e Cristian Quarta che hanno tribolato nelle prime battute di gara anche per via di un leggero e innocuo malessere fisico del pilota, ma che poi sono riusciti a risalire fino al terzo posto. Un risultato anche questo concretizzatosi sul terzo passaggio di Torre Vado dove la coppia casaranese-monteronese ha fatto segnare il miglior tempo. Hanno lottato a lungo per le posizioni che contano anche Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi che vittime della sfortuna, hanno concluso al quarto posto assoluto dopo aver occupato anche la seconda piazza. Sulla loro gara che li ha visti anche vincitori del secondo passaggio su Torre Vado, pesa però un errata scelta di gomme nelle fasi inziali e una foratura sulla penultima ps che di fatto ne hanno determinato il risultato.

Bella la gara di cui si sono resi autori Guglielmo De Nuzzo e Maurizio Iacobelli che chiudendo quinti e primi tra le Gruppo A, hanno tratto il meglio dalla Peugeot 207 S2000, manifestando con essa un feeling crescente, Prova ne sono i due terzi posti assoluti fatti segnare negli ultimi due transiti su Torre Vado e questo nonostante per il giovane pilota casaranese che per il secondo anno consecutivo si è imposto nella speciale classifica riservata agli Under 25, si sia trattato della seconda presa di contatto con la vettura francese.

Nonostante una foratura nel finale Francesco Laganà e Ilaria Rapisarda su Skoda Fabia R5 chiudono al sesto posto. Bravi interpreti della corsa si sono rivelati anche Mauro Longo e Benedetto Parisi, settimi, che con la piccola ma pepata Peugeot 106 K10 si sono resi autori di una prova da incorniciare che li ha visti siglare il quinto miglior tempo assoluto sulla ps7 e finire sempre tra i primi undici assoluti fatta eccezione per la prova d’apertura. Ottava posizione per Antonio Forte e GianMarco Ventruto che partiti sapendo di doversi approcciare con cautela alla Peugeot 207 S2000 sulla quale salivano per la prima volta, si sono via via sciolti facendo registrare ottimi tempi soprattutto nel finale.

Completano la top ten nell’ordine le due Renault Clio in versione Rs di Emiliano Martina e Danilo Memmi che di sono aggiudicati il Gruppo N e in versione Williams di Federico Petracca e Marco Orlando che invece oltre a vincere tra le ProdE7, si sono presi una bella rivincita contro la dea bendata che in cinque precedenti partecipazioni non gli aveva mai permesso di tagliare il traguardo nella loro gara di casa.

Dei 67 equipaggi verificati in 41 hanno portato a termine la competizione. Tra i ritiri eccellenti quello di Adamuccio-Tridici su su Citroen C3 R5, fermi dopo la PS2 per inconvenienti tecnici, di Campagna-Palombi su Renault Clio Rs N3 che hanno preferito abbandonare la corsa per via della penalità di 9 minuti inflittagli per l’anticipo al co d’ingresso alla seconda assistenza, di D’Amico-Guida su Lancia Delta HF per uscita di strada sulla PS3.

Abbandono anche di Bergantino-Sansone su Ford Fiesta R5 per le conseguenze del ritardo a seguito di una uscita di strada sulla PS4 quando occupavano la terza posizione, di Timo-Passaseo su Skoda Fabia R5 che mentre erano quarti, sulla stessa ps, in un “taglia” rompevano il braccetto della sospensione anteriore destra e di Mascia-Puzzovio anche loro su Skoda Fabia R5, costretti al ritiro sulla ps7, mentre erano quinti assoluti, per una uscita di strada. Prossimo appuntamento con la Coppa Rally AciSport di Settima Zona il 4 e 5 maggio a Pofi in provincia di Frosinone con la disputa del 7°Rally Terra d’Argil.

Nasce la scuderia della ASD Motorsport Scorrano

Parte da Scorrano, cittadina al centro del Salento, l’attività della nuova scuderia automobilistica , presentata nella settimana scorsa nel sede comunale. Oltre 50 tra piloti, soci e simpatizzanti hanno festeggiato l’avvio di questa avventura. A fare da spalla alla presentazione l’Agenzia Generali di Maglie dell’agente Francesco Angelelli, che supporterà la scuderia insieme a Ottica Spagnoletti, Sps servizi per l’impresa, Silvestro Amato Agente di zona R. G. Mondo Freezer e Tenuta Montenari.

MSS Motorsport, questo è il nome della neonata scuderia salentina, che in questi giorni ha ottenuto il rilascio della licenza Aci Sport numero 453899, è di fatto una costola, ovvero un settore di attività, della ASD Motorsport Scorrano, capitanata da Santino Siciliano. L’ associazione sportiva nasce nel 1987 con lo scopo di organizzare eventi motoristici, supportare piloti impegnati nelle gare e promuovere corsi di guida sicura e sportivi. Nel 2019, su sollecitazione di diversi soci, arriva la decisione del direttivo di dare vita alla Scuderia, che offrirà un forte supporto ai soci piloti.

La scuderia coinvolgerà i tesserati già appartenenti alla Motorsport Scorrano, i soci della Media Sport Salento ed altri amici che vorranno sposare il modo di vivere le corse dell’associazione scorranese. I soci piloti usufruiranno di alcuni servizi ottimizzati per le loro esigenze: gestione iscrizione, gestione sponsor, aggiornamento e consulenza tecnica, aggiornamento e consulenza regolamenti gestione visibilità mediatica, pubbliche relazioni, convenzione con negozi e produttori, tecnici specializzati, noleggiatori, fotografi, consulenza assicurativa convenzionata e gestione test.

Sono 6 gli equipaggi della Motorsport Scorrano che parteciperanno, nel prossimo weekend, al rally Città di Casarano: Alessio De Santis – Marco Lepore su Renault Clio R3C di Ferrara Motors; Francesco Giangreco – Daniele Nicola Pelagalli Peugeot 106 Maxi di IM Promotorsport; Stefano Mergola – Giovanni Tasco su Peugetot 106 s16 di Gibi Racing Team; Antonio Passaseo – Simone Bello su Citroen C2 R2B di Trodella Racing; Donato Vitali – Roberto De Maggi su Peugeot 106 s16 di Max Racing e Santo Siciliano – Vincenzo Forte su Renault Clio di Ferrara Motors.

Gli altri soci piloti sono: Sergio Pepe, Lorenzo Filoni, Michele Caputo, Giovanni De Giuseppe, Rocco Armando Leone, Luca Borgia, Antonio Russo, Salvatore Casarano, Gianni Conte, Matteo Caputo, Monica D’ Innocente e Michele Martinelli, che quest’anno ha già corso una gara di Formula Challenge con la sua storica A112 gruppo 2 a Torricella.

“Sono felicissimo di avviare questo nuovo progetto – ha commentato il presidente del sodalizio scorranese Santo Siciliano -. Il nostro obiettivo è quello di coprire il Motorsport a 360°. Ricordo che gestiamo una Scuola di Pilotaggio qui nel Salento, diretta dall’istruttore di Secondo Livello Aci Sport Sergio Pepe, organizziamo corsi di guida sicura e corsi di guida sportiva, corsi prima licenza e per navigatori; siamo organizzatori Aci Sport di grado B e stiamo preparando un maxi slalom lungo la litoranea Porto Badisco – Santa Cesarea Terme (utilizzando una porzione della Prova Speciale dal Rally del Salento); gestiamo, tramite il socio Enrico Cerfeda, ideatore dell’erede della Delta “Evolutione GT”, una pagina su facebook “ Automotive in Salento” che racconta tutto quello che succede nel mondo dell’automobile e del motorsport qui nel Salento”.

Infine, Asd Motorsport Scorrano in questi giorni ha ottenuto un altro risultato importante , quello di avviare e sostenere il primo Campionato Sociale per Piloti – AC Lecce. “Ci siamo impegnati al massimo trovando la location più appropriata, realizzando una classifica di tutti i piloti che hanno partecipato alle gare salentine e preparando un’eccellente cerimonia di premiazione presso Autosat Spa di Surbo. Il presidente ed il direttivo di Ac Lecce hanno premiato con trofei, coppe e targhe i numerosi piloti ed autorità presenti – aggiunge Siciliano -. Mi auguro che il nostro lavoro sia servito affinché questa premiazione continui ancora e con sempre più maggiori fasti negli anni futuri”.