Articoli

Matrimonio tra Rally del Tartufo e Historique Rally Valli Vesimesi

Vista da fuori potrebbe sembrare una pazzia ma così non è! Luca Meneghetti e il suo staff hanno valutato con attenzione i pro e i contro dell’abbinamento di due gare: quella riservata alle storiche, il III Historique Rally Valli Vesimesi, con base a Vesime e quella riservata alle moderne, il 31° Rally del Tartufo, con base a Nizza Monferrato.

L’edizione 2019, vuole compiere un ulteriore passo di crescita rispetto alle precedenti edizioni e l’abbinamento delle due gare è rivolto a questo. “Abbiamo voluto dare il giusto risalto ai protagonisti delle storiche e siamo convinti che la storia del Rally Valli Vesimesi fosse la giusta cornice per la prima prova del TRZ Autostoriche ma non volevamo dimenticare le moderne e a quel punto abbiamo cominciato a pensare ad un incrocio tra le due”.

Tre le prove speciali – da ripetere due volte – per quasi settanta chilometri di tratti cronometrati che vedranno alternarsi i protagonisti delle due gare: San Marzano Oliveto ( 6,15 Km), San Vito ( 14,10 Km) e San Giorgio Scarampi ( 13,35 Km) mentre il parco assistenza, dopo il successo dello scorso anno, ritornerà presso lo stabilimento dellaBalbi Zuccheri di Agliano Terme.

Con questo abbinamento non ci saranno vetture di serie A e di serie B ma tutti lotteranno per la conquista della vittoria della propria gara e solo al momento della partenza e dell’arrivo ci saranno strade e luoghi diversi con il giusto riconoscimento per i protagonisti. Un’occasione ghiotta per gli appassionati per ammirare le vetture di ieri e di oggi impegnate sulle stesse strade. Anche quest’anno al sabato sera ci sarà l’opportunità per i protagonisti e gli appassionati di ritrovarsi per una cena “rallystica” presso la Trattoria della Torre a Perletto. Una festa nella festa.

Programma Rally Historique Valli Vesimesi

Chiusura iscrizioni – Lunedì 25 marzo 2019

Consegna Road Book – Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:00 alle 13:00
Bar Mulino – via Del Prino 28 – Vesime

Ricognizioni Autorizzate
Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00
Venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00

Verifiche Sportive
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 10.00 alle 16.00
Al Museo della Pietra Piazza Gallese Damaso 28 – Vesime

Verifiche Tecniche
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 10.30 alle 16.30
Davanti alle scuole medie , Via Einaudi – Vesime

Shakedown
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.00 alle 17.00

Presentazione Concorrenti
Sabato 30 marzo 2019 ore 18:00 – Piazza Vittorio Emanuele II – Vesime

Briefing verbale obbligatorio con il Direttore di Gara e Cena C/O Trattoria della Torre -Via Roma 15 – Perletto 
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 20:00

Arrivo-Premiazione
Domenica 31 marzo 2019 – alle 15:18 – Piazza Vittorio Emanuele II – Vesime

Programma del 31° Rally del Tartufo

Chiusura Iscrizioni – Venerdì 22 marzo 2019

Consegna Road Book
Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:00 alle 13:00
Presso Bar “Centro” – Via Carlo Alberto 29 – Nizza Monferrato

Ricognizioni Autorizzate
Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00
Venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00

Verifiche Sportive
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.30 alle 16.30
C/O Bar Agorà – Calamandrana

Verifiche Tecniche
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.45 alle 17.00
Piazza Pietro Chiarlo – Calamandrana

Shakedown
Sabato 30 marzo 2019 dalle ore 11.00 alle 17.00

Partenza e Presentazione Concorrenti
Domenica 31 marzo 2019 ore 9:31
Piazza Garibaldi – Nizza M.to

Arrivo e Premiazione 
Domenica 31 marzo 2019 ore 16:17
Piazza Garibaldi – Nizza M.to

Asti, monologo Carron al Rally del Tartufo

Un monologo. È quello recitato dall’equipaggio svizzero-francese Sébastien Carron-Vincent Landais durante la 30esima edizione del Rally del Tartufo andato in scena nel fine settimana ad Asti e dintorni. L’equipaggio portacolori di D-Max Suisse, al volante della Škoda Fabia R5 curata da Balbosca, ha iniziato alla grande proseguendo meglio imponendosi in sette delle otto prove speciali della gara, lasciando l’onore dell’ultima speciale a Gagliasso-Beltramo. Dietro Carron è stata lotta fra le Škoda Fabia R5 by Roger Tuning di Patrik Gagliasso-Dario Beltramo che hanno avuto la meglio su Jacopo Araldo e Lorena Boero che avevano iniziato benissimo nelle prove del sabato tenendo dietro l’equipaggio torinese, protagonista di una buona rimonta sulle prove della domenica, sofferte da Araldo non a proprio agio sul viscido del mattino.

Quarta piazza, ancora per una Škoda Fabia, anche in questo caso battente bandiera svizzero-francese di Olivier Burri e Jacques Ferrero che hanno sofferto problemi di assetto nelle prove di sabato e domenica non sono riusciti ad esprimersi al meglio, avendo effettuato troppo velocemente le ricognizioni. Per Burri, comunque, una buona gara, anche in vista del prossimo impegno casalingo al Vallese. Seguono Gianluca Verna-Fabio Ceschino, sulla prima ed unica Ford Fiesta R5, che hanno pagato la minor conoscenza della vettura ed un’uscita di strada subito sulla prima speciale che ha compromesso le loro performance del sabato.

Sesta piazza per Fredrik Fassio-Andrea Rossello, anche loro su Škoda Fabia R5 by Bianchi , protagonisti di una divagazione, dannosa solo per il paraurti anteriore, nelle prove del sabato, che hanno preceduto Bobo Benazzo e Giampaolo Francalanci, solitari protagonisti in R4. I due della Meteco hanno portato la loro Mitsubishi Lancer, davanti al funambolico e velocissimo Loris Ronzano, ormai in perfetta sintonia sia con Gloria Andreis che con la Peugeot 208 R2B. Il pilota astigiano ha chiuso ottavo assoluto e primo fra le due Ruote Motrici, dopo una lotta sul filo del rasoio con l’acquese della Mitsubishi precedendo Augusto Franco-Maurizio Bodda, che hanno conquistato la seconda piazza di R2B con la Peugeot 208.

Applaudito dal numeroso pubblico lungo le speciali il pilota dell’Eurospeed Vincenzo Torchio, affiancato da Mauro Carlevero, che sulle strade di casa ha dato spettacolo e chiuso la Top Ten Peugeot 106 di Classe A6. Fra i ritirati da segnalare Stefano Peletto e Massimo Barrera, dominatori al sabato della Classe N4 e decimi assoluti e Mauro Beltramo-Simone Doria usciti di strada nella terza prova speciale, quando erano al comando della Classe R3C. Dei 62 partenti di sabato pomeriggio 48 hanno concluso la gara affrontando le otto prove speciali, tutte regolarmente portate a termine per la soddisfazione dei ragazzi della BMG Motor Events.