Articoli

Il podio del Rally del Piemonte 2018

Rally del Piemonte: finalmente vince Matteo Giordano

Al quarto tentativo, dopo tre edizioni terminate a podio, Matteo Giordano conquista una netta vittoria con la Clio Super1600 di Twister Corse affiancato dalla moglie Emanuela Siragusa, al suo fianco anche nelle prime due edizioni della gara monregalese. Vincitore di cinque delle sei prove speciali disputate il pilota cuneese, portacolori della Wrt, ha avuto come più tenace avversario Riccardo Miele, affiancato da Luca Santi, che ha dovuto togliere la ruggine di sette anni di inattività, solo in parte limata da una gara test a Salsomaggiore Terme nei mesi scorsi. Costante e determinato il pilota preparatore di Chiusa Pesio ha preceduto il vincitore dell’edizione del Rally del Piemonte 2016, Filippo Bravi, affiancato da Enrico Bertoldi, anche lui impegnato a riprendere i meccanismi agonistici con la Renault Clio R3C che il friulano non usava da oltre un anno.

Lotte a ridosso del podio: Fioroni, Strata…

In quarta posizione l’altra Clio R3C del pilota preparatore valtellinese Oscar Fioroni, affiancato da Silvia Rocchi, che avendo a disposizione una rara domenica senza impegni professionali ha scelto il rally monregalese per sfogare la sua voglia di prove speciali. Subito a ridosso dei primi, Fioroni ha pagato la stretta prova speciale di Ciglié, nella quale è stato scavalcato da Bravi, non riuscendo più a recuperare sul rivale sino al termine. Al traguardo meno di 3” dividevano i due protagonisti della la lotta per la medaglia di bronzo. Quinta piazza per il genovese Marco Strata navigato da Isabella Gualtieri che hanno iniziato la gara con un testacoda nella prova di apertura di Bastia, costata loro una ventina di secondi. Il ligure non si è perso d’animo ed ha cominciato la sua forsennata rimonta sfruttando i cavalli e le quattro ruote motrici della Mitsubushi Lancer, che lo hanno fatto risalire dalla settima alla quinta posizione, senza però riuscire ad insidiare i leader della graduatoria, nonostante il miglior tempo nelle penultima prova speciale.

Da Tavelli a Borgna per completare la top ten

Sesta piazza per Gianluca Tavelli e Nicolò Cottellero, Clio R3T che, partiti con difficoltà nella prova del mattino, solo il decimo tempo per i canavesani, trovano la concentrazione nelle prove di metà giornata (quarto tempo assoluto a Ciglié) e risalgono decisamente la classifica chiudendo davanti a Andrea Pulvirenti-Marco Rosso, partiti subito forte, quinto tempo nella speciale di apertura a Bastia, per tenere il ritmo giusto nelle prove successive. Ottava piazza per “Cave”-Flavio Magnetti, che non sono riusciti a trovare il loro consueto ritmo, chiudendo comunque fra i migliori dieci dell’assoluta. Nona posizione e vittoria della Classe A7 per l’Under 25 Andrea Gonella con Sofia D’ambosio al quaderno delle note, capace di prendere il comando della graduatoria di categoria dopo aver preso le misure sia alla Clio Williams che al fondo difficile nella prima prova, conclusa secondo di Classe A7. Chiude la top ten la Renault Clio R3C di Andrea Borgna e Ismaele Barra.

Il quarto Rally del Piemonte è iniziato in condizioni meteorologiche difficili con pioggia battente durante le verifiche del sabato e pioggerellina nelle due prove di domenica mattina, che hanno reso il fondo particolarmente insidioso, anche per i numerosi chilometri nel sottobosco delle montagne monregalesi. Nonostante ciò hanno concluso 84 dei 100 equipaggi scattati al mattino, festeggiati sulla coreografica pedana del centro commerciale Mondovicino, nell’immediata periferia di Mondovì.

Riccardo Miele

Matteo Giordano in testa al Rally del Piemonte

Dopo una mattinata sotto l’acqua, un pallido sole sta accompagnando i protagonisti verso il podio finale previsto alle ore 17,30 a Mondovicino. Dopo quattro, delle sei prove speciali in programma al Rally del Piemonte, al comando si trova la coppia cuneese Matteo Giordano e Manuela Siragusa con la Clio Supe1600 della Twister che fino a questo momento si sono aggiudicati tutti i tratti cronometrati disputati. Ad impensierire la coppia della Wrt ci sta provando il pilota preparatore Riccardo Miele navigato da Luca Santi sempre con una tuttoavanti francese. Se ormai il podio sembra definito a rendere interes1200sante il finale di giornata ci pensano i piloti della classe R3C che vede i friulani Filippo Bravi ed Enrico Bertoldi, precedere il pilota preparatore valtellinese Oscar Fioroni, affiancato da Silvia Rocchi di soli quattro decimi. Quinti Strata-Gualtieri con la Mitsubishi Lancer attardati nella prima speciale da un testacoda.

Rally del Piemonte

Rally del Piemonte: un forfait, cento al via

Il forfait dell’ultimo minuto del vincitore dello scorso anno, il francese Cyril Audirac, non toglie interesse al Rally del Piemonte, che annovera un lotto di pretendenti alla vittoria finale di tutto rispetto. A contorno della ormai collaudata parte sportiva che prenderà il via domattina alle 8,31, sabato sera dalle 19,30 presso la Cos.Pel. ci sarà il Party Ufficiale del Rally del Piemonte. Saranno Mauro Malaspina e Ugo Montaldo con la Clio Super1600 della Meteco Corse i primi a partire dalla Cos.Pel di Mondovì domani mattina alle 8.31 seguiti dai coniugi cuneesi Matteo Giordano e Manuela Siragusa (Clio Super1600-Wrt) e dall’esordiente con la tuttoavanti francese Andrea Dalozzo navigato da Andrea Rossello.

La lunga carovana del rally farà passerella un quarto d’ora dopo negli spazi di Mondovicino per dirigersi quindi sulle prove speciali, tre da ripetere due volte, che sono le classiche “Bastia” (1° passaggio 9,06 – 2° passaggio200 16,43) conosciuta negli anni passati come “Pascomonti” e “Ciglié” (1° passaggio 12,31 – 2° passaggio 15,57 ) che verrà percorsa al contrario, cui si aggiunge la nuova entrata di “Saint Gree” ( 1° passaggio 9,50 – 2° passaggio 13,16 ) che riporta alla memoria lo spettacolo del Rally di Limone degli anni Ottanta e Novanta. Due i riordini presso il Santuario di Vicoforte ( alle 10,35 e 14,01), mentre i due parchi assistenza di mezzora l’uno (alle 11,33 e 14,59) sono ospitati a Mondovì presso la Cos.Pel. Il primo concorrente salirà sulla pedana di arrivo posta a Mondovicino alle 17.15, dopo aver effettuato un breve riordino presso la Concessionaria Meta di Mondovì ( alle 17,05).

Sabato sera dalle 19,30 in avanti i capannoni della Cos.Pel ospiteranno il “Party Ufficiale del Rally del Piemonte” che prevede musica e la possibilità di cenare presso i furgoni dello Street Food. La serata sarà anche occasione per ammirare una fantastica esposizione di auto storiche da competizione tra le più belle di sempre: Lancia Stratos, 124 Abarth, 131 Abarth, Lancia Delta e Bmw M3. Ci sarà inoltre una mostra fotografica a tema con vecchi radar e cartine dei tempi d’oro dei rally a cura di Rally Memory.

Giordano-Grosso

La carica dei 101 al Rally del Piemonte: il programma

Raggiunta e superata quota 101 iscritti nella quarta edizione del Rally del Piemonte, che andrà in scena sabato 27 e domenica 28 ottobre con partenza ed arrivo a Mondovì, sfiorando il record della precedente edizione, quando si toccò quota 108 iscritti, ma migliorando le performance delle prime due edizioni quando l’elenco iscritti non raggiungeva le tre cifre.

“Superare quota cento è una gran bella soddisfazione” commenta Antonio Ferrigno di Aeffe Sport e Comunicazione che organizza l’evento “perché siamo a fine stagione e i soldi degli sponsor per i concorrenti sono diventati pochi e, soprattutto, con il proliferare delle gare è sempre più difficile farsi spazio in un calendario super affollato. Questi numeri ci rallegrano e ci convincono che nelle precedenti tre edizioni abbiamo lavorato bene, conquistando la fiducia dei concorrenti che ci apprezzano iscrivendosi alla nostra gara. Ci siamo impegnati al massimo per mettere in campo anche quest’anno una gara di alti contenuti per averli con noi anche nei prossimi anni”.

La quantità solitamente porta anche qualità e la quarta edizione del Rally del Piemonte lo conferma con la presenza dell’intero podio della scorsa edizione, ovvero il francese Cyril Audirac, vincitore lo scorso anno, il cuneese Matteo Giordano, che vanta un doppio secondo posto nelle ultime due edizioni e un terzo nella prima, e del friulano Filippo Bravi, terzo lo scorso anno e vincitore nel 2016. Nella sfida per il successo con le Clio S16000 si inserisce anche Riccardo Miele, il pilota preparatore di Chiusa Pesio che corre poco, ma riesce sempre a mettersi in luce, come è successo al recente Rally Day di Salsomaggiore.

Da non sottovalutare la presenza della Mitsubishi Lancer di Marco Strata, per la prima volta al via nella gara monregalese, ma sicuramente uno dei maggiori pretendenti ad un gradino del podio. Interessante anche la presenza in Classe R2B del vincitore della Coppa Aci Sport Under 25 nel Cir WRC Lorenzo Grani. Il 4° Rally Day del Piemonte offrirà anche un tocco di internazionalità con la presenza del francese Cyril Audirac, del monegasco Alfredo Formosa con la Renault Clio RS, e degli inglesi Andrew Pawley-Timothy Sturla, Panda Kit, tutti fedelissimi del Rally del Piemonte; mentre il tocco di femminilità verrà dato, oltre che dalle numerose navigatrici, anche da Sara Farinella, per la seconda volta al volante della sua Peugeot 106 Prod. S2, che avrà al suo fianco Nancy Bondì, abbandonando, rallisticamente parlando, i rispettivi fidanzati Andrea Castagna-Stefano Bossuto che saranno comunque in gara con una Peugeot 106 Prod S1.

La quarta edizione del Rally del Piemonte si svolgerà fra sabato 27 e domenica 28 ottobre ed avrà il suo fulcro a Mondovì presso la Cos.Pel di Pierangelo Pellegrino (grande appassionato e pilota della 131 Abarth nei rally storici) dove sabato mattina si svolgeranno le verifiche sportive (8.30-12.00) e tecniche (9.00-12.30) cui farà seguito lo shake down (ore 10.30-14.30) sulla Prova Speciale di Ciglié ben conosciuta dai concorrenti che hanno preso parte alle passate edizioni.

Domenica mattina, 28 ottobre, alle 8.31 il primo concorrente prenderà il via dalla Cos.Pel per fare passerella un quarto d’ora dopo negli spazi di Mondovicino per dirigersi quindi sulle prove speciali, tre da ripetere due volte, che sono le classiche “Bastia” (km 6,71) conosciuta negli anni passati come “Pascomonti” e “Ciglié” (km 5,77) che verrà percorsa al contrario, cui si aggiunge la nuova entrata di “Saint Gree” (km 6,69) che riporta alla memoria lo spettacolo del Rally di Limone degli anni Ottanta e Novanta. Due i riordini presso il Santuario di Vicoforte, mentre i due parchi assistenza sono ospitati a Mondovì presso la Cos.Pel. Il primo concorrente salirà sulla pedana di arrivo posta a Mondovicino domenica 14 ottobre alle 17.15, dopo aver effettuato un brave riordino presso la Concessionaria Meta di Mondovì in Corso Tanaro.

Sabato sera dalle ore 18,30 dopo lo Shake Down (ore 10.30-14.30) sulla Prova Speciale di Ciglié, i concorrenti faranno ritorno alla Cos.Pel. dove, dalle 19,30 in avanti ci si potrà divertire con il “Party Ufficiale del Rally del Piemonte” che prevede musica e la possibilità di cenare presso i furgoni dello Street Food. La serata sarà anche occasione per ammirare una fantastica esposizione di auto storiche da competizione tra le più belle di sempre: Lancia Stratos, 124 Abarth, 131 Abarth, Lancia Delta e BMW M3. Ci sarà inoltre una mostra fotografica a tema con vecchi radar e cartine dei tempi d’oro dei rally a cura di Rally Memory.