Articoli

La Ronde del Canavese laurea Marco Colombi e Angelica Rivoir

Una gara selettiva e ricca di colpi di scena che al termine ha premiato il ritmo e la velocità del bergamasco Marco Colombi. Il giovane figlio d’arte in gara insieme alla pinerolose Angelica Rivoir su una Skoda Fabia, ha infatti vinto la 14° edizione della Ronde del Canavese. Una competizione sempre bella e vibrante che, come detto, ha vissuto su numerosi colpi di scena. Partivano molto decisi Alessandro Gino e Marco Ravera, vincitori lo scorso anno al via sulla Ford Fiesta Wrc.

L’imprenditore cuneese vinceva infatti il primo passaggio, ma al via della seconda prova un difetto al sistema di aggancio di una cintura lo ha costretto allo stop. Le redini del confronto le assumeva il valdostano Elwis Chentre in gara con Elena Giovenale su una Skoda Fabia. Sul terzo round anche il veloce driver di Roisan doveva fare i conti con la sfortuna con una foratura che gli faceva perdere venti secondi consegnando la leader ship provvisoria a Colombi che dal canto suo era stato protagonista di un testa coda nel corso della prima prova.

Chentre sferrava l’ultimo attacco sul parziale finale che fruttava il sorpasso ai danni di Patrick Gagliasso e Dario Beltramo in gara sulla Skoda Fabia che chiudevano sul terzo gradino del podio, autori di una prestazione come al solito brillante. Più staccati e comunque in quarta posizione i varesini Filippo Pensotti e Luca Broglia anche loro su una Fabia R5. Ottimo l’esordio del canavesano Giovanni Bausano sulla Skoda Fabia con la quale, insieme a Andrea Scali ha chiuso al quinto posto assoluto nonostante un testa coda durante la terza prova.

Nella classifica generale alle spalle di Bausano chiudono il pavese Davide Nicelli insieme a Alessandro Mattioda su una Peugeot 208 con la quale hanno vinto la classe R2B. Settimo posto per Antonio Rotella e Alessandro Rappoldi anche loro sulla performante Peugeot 208 . Ottavi Luca Garello e Eleonora Mollo in gara su una Peugeot 106 vincitori di classe. Il torinese Alberto Gianoglio presente con Vilma Grosso ha concluso in nona posizione nella classifica generale salendo sul podio di classe mentre la top ten assoluta vede al decimo posto il locale Elwis Grosso insieme a Andrea Nardini sulla Ford Fiesta R5. Nella categoria femminile ottima prestazione per Caterina Costanzo e Viviana Previato a bordo della Mitsubishi Colt alimentata a gasolio. Hanno concluso la gara 56 equipaggi.

Il valzer dei ‘piedoni’ alla Ronde Canavese: Gino, Gagliasso, Colombi…

Adesso si inizia a fare sul serio. Le iscrizioni stanno confezionando quello che sarà l’elenco partenti della Ronde Canavese edizione numero 14. E i nomi che trapelano autorizzano ad immaginare un week-end divertente sulle strade canavesane. Hanno già dato la propria adesione Alessandro Gino che vinse insieme a Marco Ravera nel 2018. Il cuneese, reduce dall’esperienza al Rally di Montecarlo, dovrebbe essere al via sulla Ford Fiesta WRC. Ma Gino non sarà l’unico osservato speciale dell’appuntamento promosso dalla RT Motorevent. Hanno già confermato la loro presenza anche Patrick Gagliasso, Marco Colombi, Maurizio Tortone.

I primi nomi “pesanti” che contribuiranno a formare un elenco partenti di prestigio, in attesa della chiusura delle iscrizioni prevista per il 15 febbraio. Sul fronte delle presenze locali da segnalare la presenza di Elvis Grosso, su Ford Fiesta R5, e Giovanni Bausano, al debutto su una Škoda Fabia R5. Il driver di Rivarolo ha sempre fatto bene nella gara di casa e su una vettura al top sarà senza dubbio da tenere d’occhio. Il conto alla rovescia scattato con l’apertura delle iscrizioni entrerà nella fase cruciale sabato 23 febbraio quando saranno in programma le verifiche tecniche e sportive e lo shake down. Nel tardo pomeriggio i concorrenti parteciperanno alla consueta sfilata di presentazione nella piazzetta dell’Urban Center di Rivarolo. Quattro i passaggi sulla prova di Pratiglione previsti la domenica e l’arrivo finale poco dopo le 17 sempre nell’elegante centro di Rivarolo.