Articoli

Palladio Historic e Andrea Marangon vincono Scorzè

I rally, si sa, finiscono all’ultimo controllo orario e finchè non si arriva a quello, tutto può succedere; ed è quanto accaduto domenica scorsa al 2° Rally Città di Scorzè Historic al quale la Scuderia Palladio Historic era al via con l’equipaggio della Honda Civic Gruppo A formato da Andrea Marangon e Luca Bertoli. Dopo un buon tempo sulla prova spettacolo del sabato, una toccata nella prima speciale, fortunatamente senza particolari danni, sembrava aver messo in archivio i sogni di gloria.

Una convincente rimonta e un colpo di scena proprio sull’ultimo tratto cronometrato, consegnava su un vassoio d’argento la vittoria all’incredulo equipaggio, col pilota che va ad inscrivere per la seconda volta il proprio nome nell’albo d’oro del rally veneziano. Nel rally moderno, giunto alla sedicesima edizione, erano in gara anche Guido Marchetto e Roberto Zamboni che però sono stati costretti al ritiro a causa della rottura del differenziale della loro BMW M3 Gruppo A, nel corso della quarta speciale.

A Scorzè, Riegler e Zanon primi nell’Alpe Adria Rally Cup

Al Rally Città di Scorzè si impongono nuovamente Riegler (AART) e Zanon (AARC), impressiona all’esordio su una vettura R5 Alfred Kramer junior. Quarti nella classifica assoluta , quarti di R5 e primi nell’Alpe Adria Rally Trophy Gerald Riegler e Bernhard Ettel con la loro solita Ford Fiesta R5 passano al primo posto della serie puntando dritti alla vittoria quando mancano solo due gare al termine.

Impressionante esordio invece per Alfred Kramer junior e Jeanette Kvick sulla Ford Fiesta R5 che per tutta la gara hanno dimostrato ottime doti velocistiche arrivando a soli 1.2 secondi da Riegler, ormai veterano della classe R5. Chiude il podio di AART Stefan Kramer in coppia con Johann Drapela sulla Mitsubishi Lancer Evo 6.5 solitamente guidata dal papà Alfred.

Dodicesimi assoluti, Vittoria di classe s1600, e vittoria di Alpe Adria Rally Cup per Bernd Zanon e Denis Piceno sulla loro fida Renault Clio S1600, autori di una gara senza sbavature tra i canali delal pianura veneta. Secondo posto finalmente per Klaus Demuth che per l’occasione era navigato da Kurt Jabornig sulla solita Renault Clio Rs, dopo una serie di ritiri finalmente un arrivo per il pilota austriaco. Chiudono il podio Marco Crozzoli e Alan del Frari sull’inossidabile Opel Astra Gsi.

Ritiro invece per Fabio Soravito e Giuseppe Soldà su Renault Clio Rs che hanno preferito fermarsi quando il motore della loro vettura ha cominciato a fare qualche rumorino strano. Gara a parte in questa occasione per le vetture storiche iscritte alla serie Fia Alpe Adria Rally Cup in quanto partecipanti al 2. Historic Rally Città di Scorzè.

Secondi assoluti si sono classificati Gottfried Kogler e Sophie Cornu sulla loro Ford Escort Rs , mentre Peter Scholler e Gabriele Olsinger su una vettura identica hanno concluso 7 nella graduatoria. Piccola pausa oraper la serie Fia Alpe Adria Rally Cup che riprenderà a Melk, in Austria, con il Niederosterreich Rallye del 27 e 28 settembre.